Brand War: Wrestling Matter #37

Benvenuti fedeli lettori a questo nuovo numero di Brand War! Smackdown deve rifarsi del disastro di settimana scorsa, mentre Raw vuole confermarsi ad alti livelli. Chi riuscirà nel proprio obbiettivo? Ce lo diranno i match!

RAW

BRAY WYATT VS ROMAN REIGNS

RIASSUNTO: subito clinch tra i due che si strattonano poi Wyatt assesta una ginocchiata ma Reigns lo lancia contro il paletto. Wyatt si riprende subito però e si gira al contrario, girandosi velocemente e assestando una gomitata a Roman che però reagisce subito e carica l’avversario. Wyatt tuttavia è lesto a spostarsi e Roman come quasi ogni match si schianta contro il paletto prendendo un brutto colpo. Wyatt ne approfitta e prova il conteggio ma soltanto conto di 2. Intanto il pubblico sembra essere decisamente ostile nei confronti di Reigns inneggiando Wyatt e fischiando il Big Dog. Reigns tuttavia sul ring sembra riprendersi e colpisce Wyatt con due bracci tesi e provando un dropkick che però viene intercettato da Bray con una clothesline. Roman poi preso da Wyatt e lanciato contro i gradoni del ring, lo riporta sul ring e lo chiude in una mossa di sottomissione. Hardy intanto dagli spogliatoi segue il match e se la ride.
Roman pare in difficoltà ma si riprende e colpisce Wyatt con un samoan drop e poi porta l’avversario all’angolo e lo incalza con una serie di bracci tesi e colpendolo poi con un elbow. Reigns però viene colpito da Wyatt e viene portato sul paletto. Bray quì prova un suplex ma Roman sembra resistere e lo ribalta in una sit down powerbomb: schienamento 1..2..No! Wyatt è ancora nel match. Reigns carica allora il superman punch ma Wyatt è scaltro e colpisce prima Roman con un calcio stendendolo e poi assesta una running senton. Wyatt allora prende Reigns e prova la Sister Abigail ma Roman ribatte e superman punch! conteggio: 1..2..No! Roman c’era quasi ma Wyatt è redivivo. Roman allora carica la spear ma viene intercettato e Sister Abigail di Bray Wyatt! 1..2..3No! per un soffio! Wyatt vicinissimo alla vittoria! Bray allora prova a stordire ancora Reigns e poi a connettere una nuova Sister Abigail, Roman però evita il colpo e SPEAR! Roman và per la chiusura e 1..2..3!

ANALISI: contesa solida, seppur senza particolari picchi. La clothesline di Wyatt sul juggernaut kick di Reigns è la mossa più d’effetto.

VOTO: 6,5

KARL ANDERSON E FINN BALOR VS THE REVIVAL

RIASSUNTO: Anderson contro Dawson che subito si affrontano a centro ring con il primo che colpisce con una spallata il secondo mandandolo nell’angolo e cambiando per Balor. Balor di gran carriera entra nel ring e in poco si sbarazza di entrambi i suoi avversari, buttandoli con Anderson fuori dal ring. Dawson è ora contro Finn Balor e lo controlla con una serie di mosse fino a che Balor non reagisce e allontana l’avversario che cambia per Wilder. Questo entra e colpisce Balor spingendolo nell’angolo amico e iniziando ad infierire insieme a Dawson su Balor. Finn con un doppio calcio però riesce a liberarsi e cambia per Anderson che entra e colpisce l’avversario con un neckbreaker. Dawson interviene però nel conteggio e entra col tag venendo però colpito da una spinebuster di Anderson! Anderson allora manda fuori dal ring Wilder che stava intervenendo cambia per Balor che invece colpisce con un dropkick Dawson, lo sistema al centro ring e vola con la coup de grace! 1..2..3!

ANALISI: buon incontro a squadre, in cui a farla da padrone è a sorpresa Anderson che regala tutte le mosse migliori, ovvero il neckbreaker dal paletto, il running kick all’angolo e la senton fuori ring.

VOTO: 6,5

MUSTAFÀ ALÌ E CEDRIC ALEXANDER VS TONY NEESE E DREW GULAK

RIASSUNTO: Nese e Alì cominciano con il primo che sembra voler usare la sua forza colpendo Alì con forti pugni e lanciandolo contro il paletto. Alì però reagisce e riesce a cambiare per Alexander e con lui, colpisce l’avversario stendendolo. Nese però reagisce subito e schianta Alexander nel suo angolo cambiando per Gulak con il quale colpisce l’avversario con un doppio braccio teso provando un conteggio subito dopo, interrotto prontamente da Mustafa Alì. Quest’ultimo cambia con Alexander e colpisce Gulak con una tornado DDT. Intanto il match si fa confuso. I quattro sono sul ring e Alexander salta su Nese fuori, Gulak intanto colpisce Alì e resta a terra e non si accorge del cambio di quest’ultimo con Alexander che lo prende e connette la lumbar check, chiudendo la contesa.

ANALISI: match godibile, ma troppo poco spettacolo visti i partecipanti. La senton oltre terza corda verso l’esterno del ring di cedric è l’unica mossa ad effetto.

VOTO: 6

ASUKA VS BAYLEY

RIASSUNTO: subito calcio di Asuka che parte aggressiva. Bayley però non si lascia impressionare e e prova la sleeperhold ma viene sbattuta a terra dalla reazione dell’avversaria. Asuka colpisce Bayley con una serie di calci ma la Hugger reagisce e colpisce con un dropkick l’avversaria facendola poi cadere contro le barricate. Bayley prova allora il suplex e subito dopo il conteggio ma trova solo il conto di 2. Bayley prova a colpire Asuka con dei calci ma la giapponese la colpisce con una ginocchiata al volto e dei forti calci ma Bayley trova il roll up: 1..2..no! bayley allora connette il bayley to bally e prova ancora il conteggio ma solo conto di 2! Asuka allora si rialza e Asuka Lock! Bayley pare da subito dolorante e prova a resistere ma poco dopo deve cedere!

ANALISI: ottima contesa, sui livelli di quella di settimana scorsa con Sasha Banks. Bayley, in grande spolvero, ci regala diverse belle mosse, tra cui l’huracarana tra le corde fuori ring e il suplex dopo aver bloccato l’hip attack della rivale. Anche asuka fa la sua parte ed effettua un impressionante ginocchiata al volto dell’avversaria che stava saltando dall’apron.

VOTO: 7,5

SETH ROLLINS E ROMAN REIGNS VS THE BAR

RIASSUNTO: Sheamus su Seth e clinch fra i due e subito cambio, entra Cesaro per Sheamus. Cesaro va sul braccio di Rollins e lo colpisce subito con un uppercut e cambiando con Sheamus, colpendo Rollins con una doppia gomitata. Poco dopo però, Rollins manda all’angolo Sheamus e cambia per Reigns e i due, gesticolando come gli avversari per irriderli, colpiscono Sheamus con un doppio calcio. Rollins poi rientra e colpisce con una chop l’avversario e cambiando nuovamente per Reigns che colpisce con un calcione l’avversario e spedisce fuori con un pugno Sheamus. Rollins prova il suicide dive ma viene intercettato dall’irlandese che lo sbatte per terra. Cesaro intanto colpisce Roman con un Uppercut e manda fuori ring Roman che viene poi sbattuto contro le barricate. Sheamus è ora in controllo su su Roman sul ring e lo colpisce con una serie di pugni con l’aiuto di Cesaro che di nascosto infastidisce Reigns. European Uppercut poi di Cesaro mentre Rollins viene steso da Sheamus e i due provano in double team su Roman e vanno vicinissimi a un conto di 3! Roman però si rimette subito in piedi e Samoan Drop! Rollins allora chiede il cambio ma gli avversari fanno prima e Sheamus lo va a colpire; Superman punch di Roman però! Intanto a bordo ring arriva Jordan che riprende Rollins e lo porta al suo angolo riuscendo a farlo cambiare per Reigns, Seth entra nel ring scatenato e fa piazza pulita dei suoi avversari lanciandosi con una suicide dive su Sheamus e colpendo Cesaro con una swing blade e poi cercando lo stomp che però viene evitato e quindi Rollins opta per un doppio suplex! Rollins va per il conteggio 1..2..No quasi 3! Cesaro allora approfitta di una distrazione dell’arbitro e colpisce con le dita gli occhi di Rollins e prova il roll up. Jordan però interviene e salva tutto! L’arbitro però sembra iniziarsi a farsi distrarre dalla presenza di Jordan e Roman lo esorta ad andarsene. Subito dopo Roman cambia per Seth e entra facendo piazza pulita. Sheamus e Cesaro però scappano dal ring e provano a battere la ritirata trovando però ostacolo in Jordan che non pare farli voler passare! I due allora colpiscono Jordan che risponde ai loro colpi e dunque facendo partire la squalifica per Roman e Seth.

ANALISI: incontro molto combattuto e coinvolgente, cone quasi tutti quelli con i the bar. Le mosse migliori le regala tutte uno strepitoso Rollins. Leg drop con Cesaro tra le corde, il suplex e seguito dal falcon arrow sempre sullo svizzero e infine il superkick sul volo dalle corde sheamus. Peccato soltanto per il finale.

VOTO: 7

MICKIE JAMES VS SONYA DEVILLE

RIASSUNTO: Le due cominciano subito ad alti ritmi anche perché la DeVille attacca subito con cattiveria. La James però resta da subito nel match e comincia anzi a guadagnare un buon vantaggio colpendola con un calcione. Sonya però pare essersi arrabbiata anche perchè la James le ha dato uno schiaffone e comincia quindi a colpirla violentemente con ginocchiate e gomitate. Sonya prova allora la chiusura ma si fa beffare da Mickie con un roll up che vale il sorprendente conto di 3!

ANALISI: match breve e senza molti spunti, molto deludente.

VOTO: 4

NIA JAX VS LOCAL COMPETITOR

RIASSUNTO: Nia domina in lungo e in largo, per poi chiudere con un legdrop.

ANALISI: uno squash, inutile per la Jax, che quanto meno connette un imperioso gorilla press slam.

VOTO: 3

THE MIZ VS APOLLO CREWS

RIASSUNTO: I due si studiano, poi serie di roll up di entrambi che prova diversi schienamenti con Crews che poi colpisce Miz con uno spinning elbow ma Miz con furbizia lo fa sbattere con le parti basse sulle corde, concedendosi così tempo per recuperare. Crews però si riprende in fretta e lo colpisce con un dropkick provando la chiusura ma trovando solo il conto di 2. Crews solleva Miz e lo sbatte al centro ring provando il Moonsault ma Miz mette le ginocchia e si riprende provando la mossa di sottomissione. Apollo allora ribalta e colpisce l’avversario con un Enziguri provando ancora il conteggio ma trovandolo solo di 2. Crews allora connette un suplex e subito dopo colpisce Miz con un doppio Moonsault e quasi riesce il conto di 3! Con Miz che si salva per un pelo! Crews ancora una volta però viene sbattuto contro le corde e Miz ne approfitta e connette lo Skull crushing finale, chiudendo il match e prendendosi la qualificazione con il minimo sforzo, beffando un ottimo Apollo Crews.

ANALISI: match apprezzabile, ma non eccellente. L’highlight è il belly to belly di Apollo dal discus punch. Il finale anticlimatico fa abbassare la valutazione.

VOTO: 6

ELIAS VS BRAUN STROWNAN VS JOHN CENA

RIASSUNTO: Elias subito esce dal ring con Cena che con coraggio affronta subito Strowman, capendo subito di che pasta è fatto il Mostro tra gli Umani. Questo infatti lo colpisce con un potenti Big Boot e poi comincia a inseguire Elias a bordo ring. Braun sale di nuovo sul ring dove Cena prova a sollevarlo per la F.U. ma cade sotto il peso del gigante che intanto afferra Elias per la gola e con una potente clothesline lo scaraventa fuori dal ring. Intanto Strowman continua con delle testate ad Elias ma interviene Cena che decide di fare braccio comune con Elias e con un doppio braccio teso scaraventano Strowman fuori dal ring. I due sembrano voler mettere fuori gioco Braun e poi vedersela tra loro, infatti sbattono Strowman prima contro il paletto, poi contro le barricate e poi ancora contro i gradoni. Cena poi prende i gradoni e colpisce Strowman, mentre sistema le scale nuovamente Elias colpisce con la chitarra Strowman che pare un gigante che cade sotto i colpi dei nemici. Cena allora decide di provarci e alza Strowman lanciandolo con una FU sui gradoni! Incredibile Strowman fuorigioco? Intanto Elias non perde tempo e colpisce subito Cena, mandandolo sul ring e provando un conteggio che però è soltanto di 2. Elias colpisce con uno spezzaschiena Cena e prova il conteggio, ma ancora solo 2. Cena allora si riprende e colpisce con una doppia spallata Elias posizionandolo al centro ring! Incredibile però è tornato Strowman! Strowman si è ripreso quasi subito dell’attacco e colpisce Cena con la running powerslam! Elias però sale lesto sul ring e spinge fuori Strowman, precipitandosi su Cena e trovando il conto di 3.

ANALISI: poco wrestling effettivo e non di certo di alto livello, ma comunque contesa godibile. L’highlight è senza dubbio la AA sui gradoni di Cena ai danni di Strowman, impressionante!

VOTO: 6

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 6

RIFLESSIONI: sufficienza risicata, causata dal disastro dei due match di contorno delle donne. La women’s revolution è ben altro, ovvero Asuka vs Bayley. Per il resto tutti buoni incontri.

Raw ha parzialmente fallito, quindi smackdown potrebbe approfittarne, ma ne sarà capace? Scopriamolo subito!

SMACKDOWN

THE BLUDGEONS BROTHERS VS LOCAL COMPETITORS

RIASSUNTO: Harper subito parte forte con un dropkick e un pumphandle suplex. Dopodiché spaventa l’avversario all’angolo, che fugge, ma si prende un running body block di Rowan e poi viene rigettato sul ring. I due malcapitati sono posizionati a sandwich contro il paletto e Harper lancia in valanga Rowan. Rowan serve poi uno dei due ad Harper per una powerbomb assistita. L’altro si becca la double crucifix bomb e la contesa è già chiusa.

ANALISI: ormai ho perso il conto degli squash dei bludgeon brothers e sinceramente mi hanno proprio stufato. Servono match veri per dar loro credibilità!

VOTO: 3,5

CHARLOTTE FLAIR VS LIV MORGAN

RIASSUNTO: Liv riesce a tenere il controllo all’inizio con una presa alle braccia e al collo della rivale, ma questa si libera caricandola in electric chair. La Morgan sgattaiola giù ed esegue un roll up per il conto di due. Neckbreaker di Charlotte e spear! La Logan sale sull’apron e si becca una spear che la abbatte. Intanto Ruby tira fuori ring Liv, ma l’arbitro la vede e caccia sia lei che Sarah. La contesa va avanti uno contro uno, Charlotte evita un enziguri e connette con un poderoso big boot, poi applica la figure 8 e Liv è costretta a cedere.

ANALISI: incontro sufficiente, nulla di più. Liv è troppo acerba sul ring e nemmeno un’atleta di livello come Charlotte può fare più di tanto per coprire le sue lacune.

VOTO: 6

BOBBY ROODE VS RUSEV

RIASSUNTO: Roode parte con dei colpi, poi mura una valanga di Rusev alzando i piedi. Blockbuster a segno! Chop e irishwhip, si lancia in crossbody, ma viene preso al volo e steso con una fall away slam. Pugni e un durissimo calcio alla schiena del campione. Suplex del bulgaro e poi sleeper hold. Gomitate sulla spalla destra e face lock. Roode dopo una lunga sofferenza prova la reazione, glorious DDT respinta! Roode lanciato in alto e accolto con una ginocchiata all’addome. Rusev prende la rincorsa alle corde, ma subisce una spinebuster! Solo conto di due! English sale sull’apron e viene abbattuto. Culla di Rusev per il due! Roode tenta una tornado DDT, ma viene respinto e fatto cadere di pancia a terra. Superkick di Rusev! Lo sfidante chiama la accolade, ma Roode scivola dietro di lui e tenta il roll up. Rusev ricambia e riprova l’accolade, ma Roode lo ribalta prendendolo per la testa e poi applica la glorious DDT vincente!

ANALISI: contesa scoppiettante, con continui scambi di fronte e un finale arrivato quasi dal nulla, quindi apprezzabile.

VOTO: 7

SAMI ZAYN VS KEVIN OWENS

RIASSUNTO: Clinch prolungato, poi scambio di prese tecniche in piedi e al suolo. Owens alza il tiro spingendo Zayn e poi stendendolo con una spallata, ma Sami risponde con due arm drag. Owens si libera da una preso al braccio raggiungendo le corde. Dura gomitata al volto di Owens per liberarsi da una presa al braccia e Sami non la prende bene. Infatti lo stende con un double leg takedown e lo riempie di colpi, con il Prizefighter che deve rifugiarsi fuori ring. Owens torna sul ring e la scena si ripete. Lo show va in pausa. Dopo la pubblicità, troviamo Owens in vantaggio, ma Sami reagisce. Salta Owens con un leap frog dalla corde all’indietro e connette un big boot, ricambiato da KO, ancora big boot di Sami e infine clothesline che ribalta l’Underdog. Colpi di Owes e irish whip. Zayn prova a reagire, ma viene lanciato all’indietro per un piede. Atterra in piedi con una capriola, ma subisce un enziguri e un neckbreaker con caricamento a suplex. Si finisce fuori ring e Zayn esegue una tornado DDT passando tra la prima e la seconda corda. Sami getta il rivale sul ring e carica l’helluva kick, ma si becca un superkick. Owens sale sul paletto e connette con il frogsplash, ma gli vale solo un conto di 2. Owens dice al rivale di stare giù, è lui quello che vincerà il titolo. Prova la pop up powerbomb, ma Sami la evita ed esegue in rapida successione un dragon suplex e la blue thunderbomb. Solo 2! Owens rotola fuori ring e si avvicina al tavolo dove c’è AJ Styles. Sami lo raggiunge, ma poi si mette a provocare il campione. Styles ne ha abbastanza e colpisce prima lui e poi Owens, facendo scattare la squalifica, con il match che dunque termina in no contest!

ANALISI: gran match, ma da questi due ce lo aspettavamo tutti, viste le loro qualità e la loro alchimia. La mossa più spettacolare della contesa è il tornado ddt attraverso le corde di Sami.

VOTO: 7,5

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 6

RIFLESSIONI: sufficienza ingiusta, provocata dall’inutile squash degli ex wyatt family. Un gran peccato, visto che gli altri match erano stati molto buoni.

PEGGIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Nia Jax vs local competitor. Uno squash inutile e per nulla d’effetto, serve che aggiunga altro?

MIGLIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Sami Zayn vs Kevin Owens. Gli ex best friend e ora di nuovo nemici si trovano alla perfezione, è innegabile.

CONCLUSIONI: Smackdown trionfa, anche se di poco. Raw deve ringraziare le donne per questa sconfitta (escluse ovviamente bayley e asuka).

E anche per oggi è tutto cari amici! Vi invito come ogni volta a commentare le mie analisi, così da poter avere un confronto! Il vostro Matteo Traversa vi dà appuntamento a tra sette giorni, have a nice day!

Comments

Commenta questo post