WWE: 5 face gimmick che vennero accantonate troppo presto

Nell’episodio di SmackDown Live di questa settimana, Rusev ha sconfitto The Miz al termine di un match a cinque uomini sancito per decretare il number one contender al titolo WWE di AJ Styles.

“The Bulgarian Brute” è stata una delle Superstars più popolari della WWE nel 2018, in gran parte grazie alla sua improbabile alleanza con il suo aiutante Aiden English, ma le recenti voci di corridoio continuano a suggerire che potrebbe presto esserci un turn heel definitivo all’interno della coppia che porrà fine al fenomeno del “Rusev Day”.

Mentre l’ex campione degli Stati Uniti era stato in passato un heel molto credibile ed efficace, sembra che la WWE non abbia sfruttato appieno il suo status di potenziale babyface degli ultimi mesi e sarebbe un vero peccato se la sua attuale gimmick dovesse venire abbandonata proprio durante la costruzione del match con Styles.

Partendo da questo esempio, il sito Sportskeeda.com pone all’attenzione cinque altre gimmick degli ultimi anni che diventarono popolari presso il pubblico della WWE ma che furono accantonate troppo presto.

#5 Bad News Barrett

Stu Bennett (alias Wade Barrett) ha recentemente rivelato durante il podcast di Chris Jericho “Talk Is Jericho” che, se mai dovesse tornare al wrestling, interpreterà sicuramente un ruolo da heel.

Tuttavia, il suo unico e solo periodo da babyface, seppur borderline, in WWE è stato anche il più amato dai fan della compagnia, grazie al personaggio di “Bad News Barrett” e alla catchphrase “I’m afraid I’ve got some bad news!”, in voga per buona parte del 2014.

Purtroppo per l’inglese, gli fu detto di smettere di usare la catchphrase dopo che vinse il King of the Ring nel 2015 e la simpatica trovata di ‘Bad News’ fu rimpiazzata dalla più classica gimmick del ‘King’ che rappresentò una chiara retrocessione da ciò che stava precedentemente facendo.

Un anno dopo, Barrett avrebbe deciso di non rinnovare il contratto con la WWE e avrebbe lasciato la compagnia. Da allora è apparso in due film, “Eliminators” e “Vengeance”, e ha lavorato come General Manager nella promotion del Regno Unito “Defiant Wrestling”.

 

#4 Ryback nel suo stint da babyface

Ryback è stato un ottimo personaggio durante la sua ascesa al main event del 2012.

Soprannominato “The Human Wrecking Ball”, sfidò per il WWE Championship CM Punk nei due PPV Hell In A Cell e Survivor Series, andati in scena verso la fine dell’anno, e poi unì le forze con il Team Hell No per affrontare i wrestler dello Shield nel primo TLC match targato WWE di questi ultimi.

Tre mesi più tardi, “The Big Guy” passò dalla parte dei cattivi la notte dopo WrestleMania 29, dove perse contro Mark Henry, e la WWE decise di togliere il suo popolare slogan “Feed me more”, che costituiva il tratto più caratterizzante del suo personaggio e fino ad allora aveva incoraggiato i fan a tifare per lui.

Se si considera che l’ex campione Intercontinentale non ha vinto un singolo match in PPV da agosto 2012 fino a quando non ha compiuto il turn heel nell’aprile 2013 ed è abbastanza chiaro che il suo stint da babyface è stato interrotto (e soprattutto mal bookato) prima che manifestasse il suo pieno potenziale.

 

#3 “Real American” Jack Swagger

Nel 2013, Jack Swagger diventò uno dei principali heel della WWE dopo l’alleanza con il manager Zeb Colter.

Il duo ha parlato di questioni controverse tra cui le leggi anti-immigrazione e i loro promo sono stati spesso discussi dai media al di fuori dell’universo del wrestling.

Poi, proprio come con “I’m afraid I’ve got some Bad News!” E “Feed me more!”, Swagger è passato ad essere babyface grazie al suo popolare slogan “We the People!”, così come grazie al suo tag team impressionante formato a fianco di Cesaro.

Parlando in una recente intervista per Wrestling Inc., Swagger ha detto che la sua frase “è un esempio del perché il pro wrestling è così bello” in quanto gli ha permesso di trasformare il suo controverso personaggio in qualcosa con cui i fan potevano essere coinvolti.

L’ex campione mondiale dei pesi massimi ha aggiunto che il personaggio del “Real American” è stato “definitivamente scartato”, il che è un peccato perché le reazioni più rumorose della folla durante il suo stint in WWE sono state suscitate proprio in quel periodo.

 

#2 Damien Sandow/Damien Mizdow

Si potrebbe sostenere che il personaggio di Damien Sandow “Damien Mizdow”, dove lavorava come controfigura di The Miz e rispecchiava tutto ciò che faceva il suo tag team partner, raggiunse il suo momentum quando eliminò The Miz dalla Andre The Giant Memorial Battle Royal di WrestleMania 31.

Tuttavia, considerando quanto Sandow fosse diventato popolare durante la sua comica alleanza con The Miz, fu enormemente deludente quando non venne confermato per gli show della WWE in programma nell’anno successivo.

Dopo un breve stint in cui impersonò “Macho Man” Randy Savage, Sandow apparve principalmente negli show di Main Event e Superstars per il resto del 2015 e la prima metà del 2016 prima di venir rilasciato dalla faderazione.
Che fosse un bravo ragazzo o un cattivo ragazzo, il vincitore del Money In The Bank del 2013 ha sempre intrattenuto i fan per tutto il tempo in cui ha militato in WWE, quindi è sicuramente considerabile un caso di lottatore la cui carriera è stata troncata troppo prematuramente.

 

#1 Luke Harper nella sua versione di babyface

Luke Harper (o semplicemente “Harper”, come è ormai noto) sta facendo un ottimo lavoro a fianco di Rowan come membro dei Bludgeon Brothers, gli attuali campioni Tag Team della divisione omonima di SmackDown.

Tuttavia, le cose avrebbero potuto essere molto migliori per l’ex Wyatt Family se fosse stato aggiunto alla contesa per il titolo WWE tra Bray Wyatt e Randy Orton a WrestleMania 33, cosa che all’epoca sembrava una possibilità molto concreta.

Aveva guadagnato un sacco di popolarità nel corso della Road to Wrestlemania del 2017 ed era chiaro dalle reazioni della folla su SmackDown Live (che intonava ripetutamente cori inneggianti “Luke, Luke, Luke!”) che il pubblico si stesse divertendo con la sua versione da “bravo ragazzo”.

A differenza degli altri nomi di questa lista, Harper è tuttora in WWE e il suo futuro in azienda sembra brillante, ma è ancora un po ‘deludente che non abbia ricevuto un push come lottatore singolo e tra le fila dei babyface.

 

FONTE: SPORTSKEEDA.COM

  • WETHEPEOPLE88

    Non vedo l’ora di vedere Swagger in Lucha Underground

  • Stex14

    Il mio rimpianto di questi 5 è Damien Mizdow, potevano lavorarci molto di più