WWE: Cosa ha detto John Cena?

Opener dell’ultima puntata di Smackdown, John Cena, ha detto queste parole:

“Gridatemi quel che volete, non potete scalfirmi questa sera. Potete fare meglio di così, fatemi sentire. Allora, vi sono mancato? Oggi è la giornata dell’Indipendenza, gli Stati Uniti d’America è una grande nazione basata su un’idea, un concetto molto semplice, una persona di qualunque razza, credo o sesso può entrare in questa terra e, col duro lavoro, raggiungere la grandezza. Per 241 anni, questa nazione è stata costruita, difesa e, in giorni come questo, sicuramente ci divertiremo ma è anche giusto celebrare il sogno americano. Ecco perché adoro questa nazione ed è lo stesso sentimento che provo a stare in questo ring. La WWE non è poi tanto diversa, Superstars provenienti da tutto il mondo hanno l’opportunità di venire qui, davanti a tutti voi, ogni singola settimana per mostrare le loro abilità e provare che hanno ciò che serve per competere con i migliori. Questo è quello che voglio fare ogni volta che salgo sul ring, competere con i migliori ma, ultimamente, un sacco di Superstars hanno sparlato a proposito del mio futuro. Dicono che sono andato ad Hollywood, dicono che mi sono venduto, dicono che non sono nient’altro che una mascotte part-time. Lasciate che vi corregga, non sono un part-timer, io mi impegno tutto il tempo e questo significa Monday Night Raw e Smackdown Live. Il motivo per cui sono un Free Agent, considerando il mio tempo ridotto, è di volermi impegnare in tutto e per tutto. E se siete una di quelle Superstar che, grattandosi la testa, stanno pensando che non mi sto riferendo a voi, mi sto assolutamente riferendo a voi. AJ Styles, Shinsuke Nakamura, Kevin Owens, Randy Orton, Jinder Mahal, Seth Rollins, Samoa Joe, Brock Lesnar, Roman Reigns, mettetevi in fila e vi abbatterò tutti. In 15 anni, e sapete quanto sia vero, non ho mai perso il fuoco della passione che mi permette di stare su questo ring e competere con i migliori e ora questo fuoco sta bruciando più forte che mai. L’uomo più pericoloso è colui che non ha nulla da perdere, e in questo momento, state guardando un uomo che non ha più nulla da perdere. Oggi, il campione è qui, e non c’era giorno migliore per tornare perchè oggi è il nostro giorno dell’indipendenza.”

Francesco Muolo

Nato nel 1995, ho cominciato a seguire la WWE dal 2002 e ho smesso il giorno in cui è morto Eddie Guerrero. Nel 2012, ho riscoperto il mondo del pro-wrestling grazie alla Royal Rumble, il mio PPV preferito da bambino. Ho, quindi, ricominciato a seguire la WWE e non solo, ma anche la NJPW, grazie al Bullet Club