AEW: CM Punk vuole mostrare agli altri talenti come vendere le mosse

L’azione in AEW è ininterrotta e talvolta i lottatori vengono criticati per non vendere le mosse come dovrebbero. A volte fermarsi per legittimare il dolore di una mossa aggiunge molto ad un match. CM Punk è arrivato in AEW con l’intenzione di aiutare l’azienda a crescere. Questo include essere un esempio per i giovani talenti.

Parlando ad AEW Unrestricted, Punk ha ammesso di voler mostrare diversi lati di se stesso, era ad esempio un babyface contro Will Hobbs. Detto questo, sperava anche che tutte quelle mosse vendute contro Hobbs potessero convincere gli altri talenti che è bello vendere le mosse per creare dramma in un incontro:

Penso di aver bisogno di mostrare un aspetto diverso. Non ho mai immaginato minimamente di poter essere un così grande babyface. È piuttosto folle e penso che dobbiamo cavalcare l’onda. Non mi sono mai piaciuti gli abbinamenti face-face e ho sempre sentito che qualcuno ha bisogno di essere l’heel. Non ho avuto niente di tutto questo con Will Hobbs. Ho un ragazzo che mi sta per scaraventare a terra e ho intenzione di vendere. Spero solo che ci siano dei ragazzini dietro che guardino e dicano ‘Oh wow, è bello vendere’. Penso a Ricky Steamboat, uno dei best seller di tutti i tempi ed è un’arte. Cerco davvero di fare cose semplicistiche e ottenere il massimo da molto poco. Sono rimasto impressionato da Will Hobbs, dal modo in cui si muove e chiunque può vedere che ha del potenziale“.

Vedremo se la sua influenza aiuterà gli altri atleti a vendere meglio le mosse, in modo da rimuovere parte delle critiche che l’AEW riceve.

FONTE: RINGSIDENEWS.COM



Rispondi