AEW: Per Tony Khan la sua federazione sta avendo più successo di quanto sperato

In una recente intervista con Sports Illustrated, il presidente della AEW Tony Khan ha dedicato parte della conversazione a spiegare i propri obiettivi nella creazione della All Elite. Khan è un fan di wrestling di vecchia data, sin da quando era bambino, ma non ha sempre mantenuto la stessa passione.

“So che c’era qualcosa che mancava ai fan del wrestling, per me era passato molto tempo dall’ultima volta che avevo atteso con ansia uno show o che mi era importato davvero di chi fosse campione. Sono un grande fan e ho pensato che se mi sentivo così, probabilmente non ero l’unico. Quindi ho voluto che Dynamite catturasse questa eccitazione. Il mio obiettivo allora è lo stesso di adesso, voglio che i fan sappiano che possono contare su di noi.”

In un anno la AEW ha scritturato star del calibro di Sting, Bryan Danielson e CM Punk. Khan lo vede come un grande passo nella giusta direzione.

“Certamente avevo la speranza di raggiungere certe vette con la All Elite ma siamo andati ben oltre quello che avevo sognato. Abbiamo accolto Bryan Danielson, CM Punk, Adam Cole e Sting nell’arco di un anno. In più ci sono nomi leggendari come Christian Cage e Matt Hardy, star come Andrade e Black. Senza contare la divisione femminile con Ruby Soho e Thunder Rosa. Siamo molto fieri di dove siamo arrivati in due anni.”

FONTE: WRESTLINGINC.COM



Rispondi