IL PROTAGONISTA #16: Chi è stata la Superstar migliore del mese di dicembre?

Benvenuti amici e amiche di SpazioWrestling all’ultimo appuntamento del 2018 con IL PROTAGONISTA! Lungo è stato il nostro anno d wrestling firmato WWE, anche se non molto soddisfacente per la maggior parte del tempo. Di sicuro il 2018 è un’annata che sarà presto destinata agli archivi più bui del nostro dimenticatoio personale e solo pochi match ed eventi si salvano, escludendo NXT che invece si è rivelato ottimo come di consueto.
Noi staffer del sito abbiamo espresso la nostra opinione tramite una votazione per eleggere il miglior wrestler dell’anno e il risultato è stato Seth Rollins tra gli uomini e Becky Lynch tra le donne, nomi che anche io ho votato. Ma oggi si tratta di andare ad eleggere il migliore del mese di dicembre, un mese che profuma di rivoluzione visto l’annuncio importantissimo fatto dall’intera famiglia McMahon a Raw, che va a rimescolare tutte le carte sul tavolo in vista di un 2019 che si prospetta eccitante.

In questo clima di restaurazione abbiamo potuto già apprezzare dei momenti interessanti, come la fine del regno soporifero di Shinsuke Nakamura, il lieve push che viene dato a Finn Bàlor, la faida a tre tra Becky-Charlotte-Asuka che ha visto la nipponica imporsi come nuova campionessa di SmackDown. E poi ancora il nuovo tag team formato, dopo un lunghissimo corteggiamento, da The MizShane McMahon, i bellissimi match tag team visti a SmackDown, le prestazioni da campione di Andrade “Cien” Almas e infine il rinnovato personaggio heel di Daniel Bryan.

Insomma, da appassionato mi sento di non potermi lamentare di questo fine 2018.
La scelta del wrestler del mese quindi è risultata essere ardua, come spesso accade, ma la mia riflessione mi ha portato a selezionare chiaramente un lottatore del roster di SmackDown che si è distinto tra tutti e che ha potato davvero un vento di novità, freschezza, velocità nello show blu. Inoltre lui è una new entry proveniente da 205 Live: stiamo chiaramente parlando di Mustafa Alì.

Il talento di 205 Live è stato sorprendentemente aggiunto al roster di SmackDown solo tre settimane fa, eppure in questo breve tempo ha già calamitato su di se tutto l’affetto e il tifo del pubblico. Tra tutti i lottatori della cruiserweight division Mustafa Alì ha dimostrato di essere in questo 2018 quello che è riuscito a migliorarsi di più, offrendo spettacolo sia fuori che dentro il ring: la sua entrata è a dir poco spettacolare, ricordo soprattutto il suo ingresso sul ring di Wrestlemania 34, davvero suggestivo; sul quadrato poi mostra doti atletiche invidiabili, un ottimo high flyer che può dare al match velocità e dinamismo tali da non far staccare mai gli occhi degli spettatori dallo schermo.

Nonostante ciò, a 205 Live non è mai riuscito a imporsi come campione della divisione, pur arrivandoci molto vicino quando ha combattuto a Wrestlemania contro Cedric Alexander nella finale del torneo che metteva in palio la cintura viola: un match tra l’altro davvero bellissimo, uno dei migliori in questo anno di wrestling.
La WWE sembra però aver particolarmente apprezzato il suo impegno e le sue abilità, tanto da promuoverlo nel roster principale. La scelta di inserirlo proprio a SmackDown è per me azzeccata, per la tipologia di lottatori presenti lì che si prestano di più a incontri rapidi con mosse acrobatiche, basta pensare ad Almas, Daniel Bryan, Aj Styles, Jeff Hardy. Insomma i match che Alì potrebbe disputare ad alti livelli sono davvero molti.
Anche se l’incontro che più vorrei vedere tra tutti è Mustafa Alì vs Seth Rollins, semplicemente incredibile.

Il debutto di Alì non è stato dei più semplici: ha dovuto subito affrontare il campione massimo di SmackDown, Daniel Bryan, in una contesa molto ben riuscita. Il campione ha avuto la meglio ma il nostro protagonista del mese è arrivato più volte vicino alla vittoria, meritandosi per questo diversi complimenti nel backstage e l’ammirazione del pubblico. La settimana successiva l’abbiamo visto in team con niente meno che Aj Styles e insieme i due hanno affrontato sempre Bryan e Andrade Almas: in questa occasione però il risultato è stato differente e il team face ha sconfitto i rivali proprio grazie a Mustafa che è andato a schienare il campione in carica, incredibilmente. Due settimane da urlo per il cruiserweight.

Senza ombra di dubbio però lo spunto più interessante per capire il futuro di Alì lo abbiamo avuto la scorsa settimana: dopo aver sconfitto Andrade in un match, nel backstage Mustafa è stato intercettato da Shelton Benjamin che si è congratulato con lui e lo ha sfidato ad un match nelle prossime settimane. Il bel momento è stato interrotto dall’arrivo di Daniel Bryan, mina vagante dello show che aveva già attaccato R- Truth in apertura della serata. Pare dunque che la rivalità sia più accesa che mai tra i due e forse potremmo addirittura vedere un match con il titolo in palio tra i due alla Royal Rumble.

Credo che tutti siamo concordi nel pronosticare in questo caso una vittoria di Daniel Bryan, che scommetto ormai arriverà a Wrestlemania come campione. Eppure tutte queste occasioni non smonterebbero da subito il personaggio di Alì, anzi lo legittimerebbero agli occhi dei fan: in fondo se sei riuscito a contendere il titolo massimo al campione, puoi anche conquistare il titolo US, no? Questo è il destino che mi aspetto per Mustafa, un regno da campione degli Stati Uniti che sia soddisfacente, magari che abbia inizio proprio a Mania (seppur vorrei ricordare a tutti che c’è un certo Almas che meriterebbe molto più di quanto per ora abbia raccolto nel roster principale).

Ricapitolando, Mustafa Alì è il protagonista del mese di dicembre grazie al suo debutto straordinario, ai suoi primi match sfavillanti e alle grandi prospettive sul suo futuro. La WWE è riuscita a sorprenderci con l’inizio della costruzione di questo personaggio, speriamo solo che non distrugga in poche mosse quanto di buono visto fin ora.
Come ho detto, l’aria di rivoluzione inizia davvero a profumare l’ambiente ed Alì può essere davvero l’uomo copertina di questo nuovo inizio. Che il 2019 sia il suo anno?

Auguro a tutti una buona fine e un buon inizio di anno, come si suol dire. Se vi avanza un desiderio da esprimere allo scoccare della mezzanotte provate a chiedere un nuovo anno di grande wrestling in casa WWE che ci faccia un po’ dimenticare i tanti, troppi bocconi amari che abbiamo dovuto buttar giù nel 2018.

Francesco D'Agostino

Nato a Cassino, il 2 Giugno 1997, si appassiona al wrestling fin da piccolo, iniziando a seguirlo con assiduità però dal 2010. Editorialista per SpazioWrestling da Maggio 2017, dove scrive il "The Mirror". Wrestler preferito: Seth Rollins.

Lascia un commento

1
Aggiungi il numero di telefono di Spazio Wrestling 3921662421 per ricevere tutte le notizie su Whatsapp
Powered by