IL PROTAGONISTA #17- Chi è stata la Superstar migliore del mese di gennaio?

Amici e amiche di SpazioWrestling è un onore continuare anche in questo 2019 il tradizionale appuntamento mensile con “Il Protagonista”, con una copertina rinnovata ma lo stesso spirito di sempre!
Il mese di gennaio è stato consegnato agli archivi della storia, mese che notoriamente in WWE è molto importante poiché da ufficialmente inizio all’annuale Road to Wrestlemania e designa, attraverso la Royal Rumble, i primi due wrestler che andranno a contendere senza dubbio un titolo massimo nel Grandest Stage of Them All. Per questo motivo è naturale che la Rumble stessa influisca molto sulle valutazioni che devo fare prima di selezionare il miglior wrestler del mese, ancor di più se il vincitore o la vincitrice  della rissa reale hanno segnato il periodo preso in esame a prescindere dal grande traguardo raggiunto.
Volendo esprimere un giudizio generale, possiamo dire che questo mese in casa WWE si è rivelato essere buono, certamente in risalita rispetto alla media del 2018, e ci ha regalato una Rumble la cui vittoria finale poteva essere contesa tra più lottatori. A farla da padrone tra tutti c’è stato però un nome ben chiaro che per svariati motivi merita il titolo di migliore del mese: stiamo parlando di Seth Rollins!

Ebbene si, è proprio Rollins che inaugura questo 2019 del Protagonista, una vittoria per certi versi scontata ma senza dubbio meritata. L’Architetto dello Shield ha vinto, come da pronostico, l’edizione annuale della Royal Rumble, riuscendo ad eliminare in finale il gigante Braun Strowman. Già da diverse settimane era nell’aria una certa voce che indicava in un match tra Seth Rollins e Brock Lesnar il possibile main event di WrestleMania 35 e alla fine il rumor si è rivelato fondato. Di fatto Rollins sceglierà di combattere contro Lesnar, visti anche gli sviluppi della scorsa puntata di Raw, ed è probabile che sarà proprio lui a mettere fine ad uno dei regni più soporiferi degli ultimi anni.

Per poter essere pronto alla grande battaglia che lo attende, Rollins in questo mese ha dovuto anche chiudere alcuni conti lasciati in sospeso, ovvero la sua rivalità con Dean Ambrose. Nessuno dei due ha più attorno alla vita il titolo intercontinentale che si erano contesi, ormai vinto da Bobby Lashley, e la faida che sembrava dover andare sempre più a favore del lunatico, è stata infine vinta da Rollins: chiaramente questa scelta è dovuta al clamoroso annuncio della WWE, che ha rivelato ai fan la volontà di Ambrose di lasciare la federazione post WrestleMania e di conseguenza i piani programmati per tale rivalità sono stati prontamente modificati. Credo che in origine dovesse vincere Dean lo scontro, così da risultare solida la sua costruzione, mentre Seth pur cedendo il passo non avrebbe perso la sua credibilità, rimpolpata dalla succosa vittoria della Royal Rumble. Invece le circostanze hanno condotto su sentieri differenti e questa vittoria sul rivale storico impreziosisce ancor di più il gennaio di Rollins.

Seth Rollins merita il titolo di migliore del mese anche perché con la vittoria della rissa reale possiamo ormai dire che in WWE ha vinto davvero tutto! Se dovesse vincere anche prima o poi i titoli tag team di SmackDown, allora avrebbe conquistato qualsiasi cintura attualmente in palio nel roster principale (sempre pensando che presto il titolo Universale sarà suo); ha vinto il Money in the Bank, è stato nel main event di Wrestlemania, anche se da infiltrato se così possiamo dire. Insomma il 2019 andrà certamente a consolidare lo status mitico che ormai ha questo uomo, colui che dalla rottura dello Shield ha riscosso maggior successo sia nelle prestazioni in ring sia nella risposta del pubblico, essendo uno dei lottatori più over nella compagnia al giorno d’oggi. Non fatico anzi a dire che Rollins è il vero volto della federazione in questo momento, o almeno della parte migliore di essa ed è senza dubbio per me il miglior wrestler in generale della WWE e forse anche oltre.

In questa edizione non posso però esimermi da fare un cenno e un plauso anche alla vincitrice del Royal Rumble Match femminile, cioè Becky Lynch!
“The Man” ha fatto il suo ingresso a sorpresa nel match a 30 donne, che è riuscita a vincere dopo aver eliminato la sua rivale Charlotte, nonostante un infortunio alla gamba. Non è lei ad essere la migliore del mese anche perché ha perso il match contro Asuka in maniera pulita, cedendo dopo poco alla nipponica. In realtà non ho compreso a pieno questa scelta della WWE, giacché una sconfitta del genere poco prima di una cavalcata trionfale verso la vittoria della Rumble, delegittima un po’ l’atleta. Tutto sommato però quest’anno non c’era dubbio che la personalità giusta per vincere questo incontro e andare a sfidare Ronda Rousey a WrestleMania era proprio quella dell’irlandese, che tra l’altro ha un contro in sospeso con l’ex lottatrice UFC, non avendo potuto disputare il match contro di lei a Survivor Series.

Da un lato Rollins. Dall’altro Becky.
I volti di questo gennaio sono stati loro e probabilmente saranno ancora loro i volti di questa WrestleMania, che si preannuncia godibile per il momento anche se è ancora molto presto per poter tirare le somme. Per me però il migliore del mese resta Seth, per la serietà mostrata nel suo lavoro, l’intensità delle prestazioni, l’interpretazione eccellente del suo personaggio e gli sfavillanti risultati ottenuti.
Fatemi sapere nei commenti chi secondo voi merita il titolo di Superstar del mese, se siete d’accordo con la mia analisi o se avreste scelto altri wrestler.

Francesco D'Agostino

Nato a Cassino, il 2 Giugno 1997, si appassiona al wrestling fin da piccolo, iniziando a seguirlo con assiduità però dal 2010. Editorialista per SpazioWrestling da Maggio 2017, dove scrive il "The Mirror". Wrestler preferito: Seth Rollins.

Lascia un commento

1
Aggiungi il numero di telefono di Spazio Wrestling 3921662421 per ricevere tutte le notizie su Whatsapp
Powered by