Salvatore Torrisi (Sky Sport): “L’arrivo di CM Punk è sempre più probabile”

A poche ore da Rampage, abbiamo voluto fare qualche domanda a Salvatore Torrisi telecronista della AEW per Sky Sport.

Il momento per la federazione dei Khan è di quelli importanti, debutto del nuovo show la scorsa settimana, e questa notte un sempre più probabile arrivo di CM Punk, che ovviamente scriverebbe la storia non solo della compagnia ma del wrestling in generale.

-Qual è la differenza principale che contradistinguerà Rampage da Dynamite?

Dopo un solo episodio è difficile esprimersi, ma sembra che Rampage sia maggiormente orientato sull’azione, mentre Dynamite dia più spazio allo sviluppo delle storie. Senza dimenticare l’azione in ring che resta il fiore all’occhiello della AEW.

-Visto il Roster folto della compagnia di Jacksonville, con l’approdo di Rampage, ci sarà una divisione per roster?

No, non credo sia nei programmi e non ne vedo la necessità.

-Che impatto avrà sulla federazione un possibile arrivo di CM Punk in AEW?

Più che possibile a questo punto mi sembra assai probabile. L’impatto sarà notevole, almeno nell’immediato. Ala lunga dipenderà da quanto lui sarà motivato e desideroso di tornare a incidere. E dalle storie che gli costruiranno attorno.

– Con gli eventuali arrivi di CM Punk e Daniel Bryan secondo te la AEW si avvicinerà agli ascolti di Raw e Smackdown negli USA?

Penso proprio di sì. Il trend è già molto positivo, la AEW ha saputo creare grande interesse attorno al proprio prodotto, grazie alla serie di episodi speciali di luglio che è coincisa con il ritorno del pubblico. Ovvio che con l’approdo di quelli che ritengo 2 tra i 5 nomi in grado di spostare qualcosa in termini di ascolti e attrattiva per il pubblico tra quelli emersi negli ultimi 15 anni nel wrestling gli effetti immediati non possano che essere molto positivi. A lungo termine però dipenderà come detto da diversi altri fattori e la AEW dovrà essere brava a non disperdere l’interesse e l’entusiasmo generati in queste settimane.

-Come giudichi il momento della AEW sia negli Stati Uniti (resto nel mondo) sia in Italia?

Come detto il momento mi pare molto positivo, e questo al di là dei probabili debutti di nomi importanti. Dopo un periodo difficile causato dallo spostamento forzato per via dei playoff NBA, la AEW ha saputo reagire alla grande, offrendo una serie di eventi speciali con match di altissimo profilo e storie appassionanti, come quella tra Page e l’Elite o delle fatiche di Jericho che è culminata nel match con MJF di questa settimana. E il pubblico ha premiato Dynamite e il primo episodio di Rampage con grandi ascolti negli USA e un interesse crescente ovunque, anche da noi come posso toccare con mano dalla partecipazione in netto aumento sui miei canali social. Ovvio che le voci sull’approdo in AEW di CM Punk e Bryan Danielson stiano incidendo pesantemente. E se le cose andranno come sembra, il futuro potrà essere ancora più roseo.

– Ci puoi dire se Rampage arriverà presto in Italia?

Dipendesse da me commenterei già l’episodio di stanotte con enorme entusiasmo. Purtroppo non sarà cosi, almeno per ora. Ma non è detta l’ultima parola in ottica futura: se l’interesse per la AEW dovesse continuare a crescere e questo si riflettesse nei dati di ascolto di Dynamite su Sky Sport e di acquisto dei pay-per-view su Sky Primafila (a cominciare da All Out, il 5 settembre, che si preannuncia davvero come un evento imperdibile) ecco che le probabilità di mantenere la AEW sugli schermi di Sky Sport, magari con il pacchetto completo degli show, aumenterebbero sensibilmente.

Ringraziamo Salvatore per la disponibilità e chiaramente attendiamo con grande entusiasmo Rampage, ma anche le prossime puntata di Dynamite, che ricordiamo sono visibili su Sky Sport.

FONTE: SPAZIOWRESTLING.IT



Rispondi