venerdì, Maggio 24, 2024
HomeNewsShaquille O'Neal: Tra basket, sport, telecamere e wrestling

Shaquille O’Neal: Tra basket, sport, telecamere e wrestling

Sicuramente tutti gli appassionati di basket conoscono bene il nome del gigantesco Shaquille O’Neal (più di due metri) per la sua lunga militanza in squadre come gli Orlando Magic, gli L.A. Lakers ed i Miami Heat prima di concludere la sua carriera, nel 2011, dopo un solo anno tra le fila di Phoenix Suns, Cleveland Cavaliers e Boston Celtics.

Una lunga carriera quella di Shaq, detto anche The Diesel, cominciata con la squadra universitaria degli LSU Tigers e culminata con quattro NBA (dei quali tre solo con i Lakers) ed un oro olimpico ad Atlanta 1996. Naturalmente tutto questo senza dimenticare le tantissime finali che ha giocato e l’elezione a MVP della stagione 1999 – 2000. Mica male come CV, vero?

Dopo questo periodo glorioso con la palla da basket il buon vecchio Shaq, però, non era ancora intenzionato a mettersi in panchina. Provate voi a convincere del contrario un colosso del genere con un medagliere di tutto rispetto!

Il buon O’Neal è infatti riapparso sotto le più svariate vesti quali l’agente di polizia non operativo a Dorai nel 2014, il commentatore sportivo (forse tra le carriere più classiche dei campioni), l’artista rap con una manciata di album e singoli, il personaggio di un videogioco a lui ispirato (con scarso successo incluso il seguito), il DJ partecipando anche al famoso festival Tomorrowland, l’attore (alternando ruoli da protagonista a comparsa oppure solo voce) ed anche il lottatore di wrestling.

A tal proposito è doveroso ricordare che pochi mesi fa, precisamente all’inizio di marzo, l’ex cestista ha fatto il suo ingresso sul ring della AEW mostrandosi subito come un atleta in perfetta forma a dispetto dei suoi 49 anni compiuti da poco.

Shaq ha dunque varcato le corde del ring assieme all’amica Jade Cargill per un match misto contro Cody Rhodes e Red Velvet. Durante il match Shaq, probabilmente memore dei tempi con il mitico Hulk Hogan, ha pensato bene di sfruttare il suo peso dando filo da torcere a Rhodes per buona parte dell’incontro.

Purtroppo questa sua eccessiva fiducia nel suo stesso fisico ha portato O’Neal a mostrare il fianco a Rhodes che, a bordo ring, ha approfittato per scaraventare l’ex cestista contro i tavoli all’esterno del quadrato.

I tavoli sono ovviamente finiti in pezzi e O’Neal in ambulanza, ma, come ai tempi del suo bizzarro film “Kazaam – Il gigante rap”, pare che l’ex campione di basket fosse dotato di poteri magici. Infatti, quando il cronista sportivo Tony Schiavone ha aperto i portelloni dell’ambulanza per accertarsi del suo stato di salute, O’Neal era semplicemente sparito!

In ogni caso, nonostante il volo contro i tavoli, il team di Shaq è arrivato alla vittoria grazie alle azioni di Jade Cargill e questo ha fatto sì che il pubblico, compresi i più scettici, mostrasse tutto il suo sostegno all’ex star del basket.

Una nota di merito in tutta questa faccenda va poi a Cody Rhodes che, sul suo account ufficiale di Twitter, ha scritto spero che Shaq stia bene. Rispetto assoluto mostrando un fair play ed un rispetto per l’avversario non da poco.

Insomma, un compleanno da ricordare! Ma, davvero, pensavate che fosse abbastanza per Mr. Diesel? Neanche per sogno! Infatti, come riportato da questo articolo, il mitico Shaquille O’Neal è stato scelto da PointsBet come brand ambassador per il mercato australiano.

Il team di PointsBet si è infatti dichiarato entusiasta dell’arrivo di Shaq dato che, gli sport americani come il basket ed il baseball, sono molto seguiti in Australia che è anche la patria stessa del famoso sito di scommesse.

Qui O’Neal comparirà dunque in tutte le varie campagne pubblicitarie, incluse quelle online e sui diversi device, ma pare che il campione sarà anche coinvolto in primis nell’investimento stesso come socio di minoranza dato che ha espresso tutta la sua vicinanza per il gioco responsabile.

Shaq si è dunque espresso nella seguente maniera a riguardo, “la crescita delle scommesse sportive proposte in un ambiente di gioco responsabile è davvero un fenomeno esaltante: sono davvero felice di dare il mio contributo a PointsBet”.

Parole queste che fanno dunque davvero ben sperare per l’ennesima avventura fuori dal campo da basket per Shaquille O’Neal e che mostrano, anche in questo frangente, una sensibilità ed un rispetto che lo fanno quasi assomigliare ad un Grande Gigante Gentile.

Senza scomodare ulteriormente l’ex stella della pallacanestro però, vogliamo comunque ricordare che, spesso e volentieri, il gioco può portare a dipendenza o anche a truffe nel caso di portali non certificati. Quindi, se si vuole piazzare qualche scommessa, meglio farlo coscienziosamente.

ULTIME NOTIZIE

ULTIMI RISULTATI