Shock a La Zanzara: il campione Dave Blasco si dichiara fascista e rilascia dichiarazioni compromettenti

Shock per il mondo del wrestling italiano venerdì sera, intorno alle 19:40, a “La Zanzara”, programma di punta di Radio 24 condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo.

In collegamento da Roma ad un certo punto della trasmissione interviene Dave Blasco, lottatore italiano.

Dave Blasco si presenta alla diretta rimarcando la sua altezza, 1 metro e 90, e il suo peso, 130 Kg, e dopo aver dichiarato di essere campione italiano e spagnolo di wrestling si lancia in una serie di invettive a sfondo fascista.

David Parenzo lo accoglie scherzando sul fatto che il “circo” de La Zanzara avrebbe bisogno di artisti nuovi, e Blasco risponde a tono dandogli del pagliaccio e coglione e minacciandolo dicendo di “sapere dove abita”.

Da questo momento in poi l’intervento assume contorni grotteschi, dato che Blasco si autodefinisce “superfascista” e dichiara: “mi fanno schifo tutte le minoranze”, e aggiunge che tra i suoi idoli spiccano Mussolini e Carminati.

La reazione dei conduttori è tra lo stupore e l’incredulità, e Parenzo si chiede se ci sia materiale a sufficienza per segnalare l’ascoltatore alle forse dell’ordine.

Cruciani cerca di sviare su altri discorsi, e dopo essere tornato sull’argomento wrestling interroga l’ascoltatore sulla questione dell’affondamento dei barconi vuoti usati dai migranti, proposto dalla Meloni. Blasco aggrava la situazione dichiarando che “si metterebbe con un lanciarazzi ad affondare i barconi”, e che i barconi vanno affondati pieni, non vuoti, perché tanto “è tutta merda”.

La telefonata si conclude su toni più pacati grazie al salvataggio operato da Giuseppe Cruciani, che avanza l’ipotesi che si tratti di uno scherzo.

Ecco qui di seguito l’estratto completo dell’intervento in radio:

FONTE: SPAZIOWRESTLING.IT