Brand war: wrestling matter #11

Buonasera a tutti cari lettori di Spazio wrestling! Nuova settimana e nuovo appuntamento con la rubrica che valuta il lottato in casa Stanford!

SmackDown sta avendo la meglio da ormai diverse settimane, riuscirà Raw a invertire il trend negativo? Scopriamolo andando ad analizzare subito proprio gli incontri dello show rosso!

 

RAW

 

AKIRA TOZAWA VS ARIYA DAIVARI

RIASSUNTO: dopo clinch e una presa al braccio di Tozawa, Daivari prende il controllo con una clothesline. Lavora alla spalla il rivale e connette con una back breaker. Reazione con chop di Tozawa, ma subisce una clothesline all’angolo. Full Nelson rotta da Tozawa, che però viene steso a terra per i capelli. Presa al braccio sinistro, reazione di Tozawa e huracarana. Forearm sull’apron che stende Daivari e poi suicide dive. Calcio all’addome, ma enziguri a vuoto. Tozawa evita un back suplex e lo connette lui, poi chiude con la senton dal paletto.

ANALISI: match lento e con poche manovre spettacolari, che per i pesi leggeri dovrebbero invece fioccare.

VOTO: 5

 

JASON JORDAN VS JEAN-PIERRE GOULET

RIASSUNTO: take down e rotolamenti a terra di Jordan. Gomitata di Goulet che fa infuriare Jordan. Belly to belly, spear all’angolo e back suplex neckbreaker per la vittoria.

ANALISI: come tutti gli squash è sostanzialmente l’anti wrestling. Inutile e per nulla spettacolare. Quanto meno le mosse di Jordan sono d’impatto.

VOTO: 3

 

SETH ROLLINS VS SHEAMUS

RIASSUNTO: running dropkick a sorpresa di Rollins, poi plancha fuori ring, ma Sheamus lo prende al volo. Seth si libera e connette con un volo dall’apron. Distrazione di Cesaro, però Rollins al rientro sul ring esegue comunque una ghigliottina su Sheamus, seguita da una flying clothesline. Calci e pugni all’angolo, poi sollevamento di Sheamus che manda Seth con le parti basse sulla terza corda. Fuori ring Sheamus esegue una powerslam sull’apron. Al ritorno dal break Rollins si libera da una presa al collo con una jawbreaker, ma viene steso da una gomitata. Ten Beats of the bothran, interrotti, e Rolling senton. Sheamus va a vuoto col brogue kick, calcio all’addome di Seth, ginocchiata del celtico e enziguri dell’architetto. Valanga di Seth murata, Sheamus sale sulle corde e dopo aver respinto due volte l’avversario si becca una huracarana e poi un superkick. Calci alla testa di Seth, powerbomb in backbody drop, ma Rollins cade in piedi e mette a segno la sling Blade. Poi stende Cesaro e sale sul paletto lo svizzero però torna sull’apron e Seth si getta su di lui, consentendo a Sheamus di schienarlo con un roll up.

ANALISI: buonissimo incontro, con i due che si trovano molto in sintonia. Bello lo scambio seguito al brogue kick mancato di Sheamus, la sua powerslam sull’apron e l’huracarana dal paletto di Rollins. Il finale sembra poter diventare esplosivo, invece si chiude in maniera sporca e questo è l’unico difetto pesante del match.

VOTO: 6,5

 

DEAN AMBROSE VS CESARO

RIASSUNTO: clinch vinto da Cesaro. Scambi di prese tecniche e wrestling a terra, poi shoulder block di Cesaro, restituita da Ambrose. Prova di forza vinta da Cesaro che prova degli schienamenti, ma subisce un monkey flip. Colpi all’angolo e uppercut di Cesaro, ma running clothesline di Ambrose. Pugni al paletto, ma Cesaro lo fa cadere di faccia sul turnbuckle. Leg drop e poi clothesline. Presa a braccio e collo, Ambrose reagisce e connette con una swinging neckbreaker. Cesaro spedito fuori ring e steso con una plancha. Sheamus distrae Ambrose che lo affronta e si becca un uppercut contro le barricate da Cesaro. Di ritorno dal break Ambrose si libera da un abdominal stretch, ma poi subisce una ghigliottina alle corde. Cesaro sul paletto, raggiunto da Ambrose. Respinto, ma il lunatico risale e viene di nuovo abbattuto, rimanendo però sulle corde. Cesaro vuole un superplex fuori ring, ma lo subisce nel ring. Colpi di Ambrose, ma back breaker di Cesaro. Gomitate alla schiena dopo rimbalzo alla corda ripetute, ma poi Ambrose reagisce. Cesaro riprende il controllo con una gutwrentch trasformata in una sorta di torture rack. Ambrose riesce a liberarsi e va di forearm e clothesline. Splash all’angolo a vuoto e uppercut di Cesaro. Due gutwrentch suplex, poi tenta la neutralizer, ma backbody drop. Ambrose sale sul paletto, ma deve gettarsi ad evitare Cesaro. Tenta comunque la dirty deeds, tramutata in una sharpshooter, che Ambrose respinge. Cesaro finisce fuori ring dopo un side step e c’è il suicide dive di Ambrose, ma murato con un uppercut. Spear all’angolo e poi carica Ambrose sul paletto. Cerca superplex, ma si prende un front face suplex. Magistral cradle che vale un due per Ambrose. Scambio duro di colpi tra i due, chiuso da un big boot di Cesaro e la rebound clothesline di Ambrose. Prova la dirty deeds, ma c’è la distrazione di Sheamus e Cesaro applica la sharpshooter. A fatica Ambrose raggiunge le corde e Cesaro lo schiaffeggia ripetutamente. Ambrose esegue un backbody drop che manda Cesaro fuori ring e poi lo stende con un volo dal paletto. Si ritorna sul ring e Ambrose sale sulla terza corda, ma poi si getta su Sheamus salito sull’apron. Cesaro prova un roll up, ma Ambrose lo ribalta e ottiene il conto di tre.

ANALISI: un signor match, ma con Cesaro ce lo si aspetta sempre. Grandi scambi e mosse, su tutte il superplex di Ambrose (grazie alla posizione di Cesaro sul ring post) e la spear in salto all’angolo del Superman svizzero. Come nel match Rollins vs Sheamus, il finale sporco abbassa leggermente la qualità.

VOTO: 7,5

 

THE CLUB VS ENZO AMORE E BIG SHOW

RIASSUNTO: partono Anderson e Show, che tenta subito una chokeslam. Interviene Gallows che viene steso da un braccio teso e il club si rifugia fuori ring. Di ritorno dal break, il club seda una reazione di Enzo e continua a lavorarlo con ginocchiate di Anderson. Presa al braccio, Enzo prova a reagire, ma viene steso. Splash a vuoto di Anderson e quasi tag a big show di amore, abbattuto al volo da Gallows. Superkick di Luke e sullo stage appare big Cass. Big boot di Gallows su un distratto Show. Tag a Anderson e tentativo di magic killer, Enzo reagisce e prova un roll up su Gallows, ma Anderson è l’uomo legale e lo stende con un sick kick per il tre decisivo.

ANALISI: match di coppia senza particolari squilli, che serviva sostanzialmente per continuare il feud a tre con Cass. Il superkick di Gallows e il sick kick di Anderson sono le uniche manovre degne di nota.

VOTO: 4,5

 

DANA BROOKE VS MICKIE JAMES VS NIA JAX

RIASSUNTO: Nia stende le avversarie, ma poi subisce dei calci dalla James. Mickie cerca un lavoro di coppia con la Brooke, ma Nia la getta addosso a lei in dropkick. La Jax prova una spear all’angolo, ma entrambe si spostano e finisce sul paletto e poi fuori ring. Scambi di colpi tra Dana e Mickie. Suplex respinto e neckbreaker della James. È pronta per il Mickie ddt, ma subisce un body block dalla Jax. Jawbreaker e colpi su di lei dalla Brooke. Gomitata dopo una capriola, ma poi subisce una clothesline in corsa. Caricamento di Nia, che poi la getta via in fall away slam vedendo Mickie sulle corde. La James la stende con una seated senton e poi prova a schienare Dana, ma viene interrotta dalla Jax e gettata fuori ring. La Brooke sale sulle spalle della samoana e tenta la sleeper hold, ma Nia si libera e la schiena dopo un leg drop.

ANALISI: match abbastanza brutto, inevitabile visto che l’unica wrestler degna di tale titolo è la James. La sola interazione interessante è quella del fall away slam di Nia seguito dalla seated senton di Mickie. Per il resto wrestling scarso o nullo.

VOTO: 3,5

 

ALICIA FOX VS EMMA VS SASHA BANKS

RIASSUNTO: Emma sorprende Sasha che aveva evitato Alicia, ma poi viene gettata fuori ring. Big boot della Fox, poi a vuoto all’angolo. Calcione in faccia della Banks, ma Emma la trascina fuori ring e la stende con un belly to back suplex sull’apron. Evita poi la Fox e la abbatte con un takedown, riempiendola di colpi. Presa per i capelli tra le corde, reazione della Fox con colpi all’angolo e un lancio per i capelli. Suplex con ponte, ma dopo Emma la sgambetta sulla seconda corda e la stende con un dropkick basso. Schienamento, ma sliding knee della rientrante boss. Double knee all’angolo per entrambe le rivali, anche la versione con salto dal paletto per Alicia. Emma la butta fuori e ruba lo schienamento, ma solo due. Roll up, lancio per i capelli e cross body basso all’angolo. La Banks la trascina fuori e la stende con una gomitata. Risale, ma culla della Fox, conto di due. Back stabber respinta, scissor kick evitata e stavolta back stabber più Bank statement a segno. Interviene Emma e prova una culla, ma Bank statement per lei che cede.

ANALISI: match breve, ma scoppiettante. Buone interazioni e tutte e tre mostrano discrete mosse. Le migliori sono il suplex sull’apron di Emma, il suplex con ponte della Fox e lo sliding knee di Sasha.

VOTO: 6

 

BRAUN STROWMAN VS ROMAN REIGNS: LAST MAN STANDING MATCH

RIASSUNTO: Braun assale Reigns durante la sua entrata, ma viene accolto da un pugno. Strowman però scaglia il rivale sulle barricate e poi nel ring. Lo raggiunge e Reigns tenta il samoan drop, ma non ci riesce e viene gettato fuori ring. Testata e irish whip contro il paletto, poi single knee facebreaker. Reigns risponde con un destro, ma viene steso da un colpo dell’avversario. Dopo il break Strowman butta sul ring i gradoni, ma Reigns reagisce a suon di lariat e calci, poi con un colpo con i gradoni, seguito da altri due. Tenta il Superman punch, ma Strowman lo blocca in una bear hug. Reigns riesce a liberarsi, però subisce una yokosuka cutter. Strowman lo carica, ma Reigns scivola via e connette il Superman punch. Prova la spear, difesa con un dropkick. Valanga a vuoto e impatto sul ring post per il Monster among man. Drive by di Reigns, poi mette un tavolo sul ring e altro drive by respinto con un lariat. Strowman sistema il tavolo, ma Reigns reagisce con numerosi pugni e connette il samoam drop sul tavolo che va in pezzi. Strowman va fuori ring e scaglia una sedia dei commentatori su Reigns che lo stava inseguendo. La battaglia si sposta tra il pubblico e poi vicino al tavolo di commento. Drive by sullo stage, ma poi Strowman lo scaglia due volte contro la struttura d’ingresso. Vuole una schiacciata sul tavolo dei commentatori, ma Reigns scivola giù ed esegue due Superman punch, poi prova la spear, ma si becca un calcio in faccia. Reigns non si arrende e connette con la spear prendendo la rincorsa lungo tutta la rampa. Dal pubblico compare Joe che mette Reigns nella coquina clutch e l’arbitro interrompe il conteggio probabilmente vincente su Strowman. Joe molla la presa dopo un bel po’ e il conteggio riparte per entrambi i contendenti, con Braun che si alza al 7, mentre Roman non ce la fa.

ANALISI: una guerra più che un match di wrestling, come è giusto che sia in un last man standing. Gli highlights sono firmati soprattutto da Reigns, con il samoan drop sul tavolo e la spettacolare spear con rincorsa dalla rampa d’ingresso. L’intervento di Joe ci sta in chiave storyline e in questo tipo di match non è insolito, peccato per il piccolo errore del mancato conteggio a Strowman, che di fatto avrebbe perso.

VOTO: 7

 

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 5,5

 

RIFLESSIONI: divas metà buone e metà pessime, ennesima bocciatura per i cruiser, uno squash inutile, un tag team match di basso livello e poi tre incontri buoni. Purtroppo questi ultimi non bastano a garantire la sufficienza a Raw.

 

Nuovo passo falso dello show di Kurt Angle, quello di Daniel Bryan saprà approfittarne? Vediamolo insieme!

 

SMACKDOWN

 

THE USOS VS TYE DILLINGER E SAMI ZAYN

RIASSUNTO: partono Tye e Jey, spallata del samoano, ricambiata con una gomitata, poi ten punch all’angolo. Tag a Sami che carica già l’helluva kick e serve l’intervento di Jimmy per salvare il fratello. Di ritorno dal break pubblicitario Sami sta patendo, ma evita uno splash. Jey blocca il tag, tenta un back drop, però Sami cade in piedi, rotola sotto il samoano e dà il tag! Colpi ad entrambi i samoani e dieci pestoni all’angolo. Jey scivola fuori ring e tye cerca un volo, ma si prende un pugno in faccia. Tuttavia Zayn riesce a connettere una senton oltre la terza corda e atterrare entrambi i fratelli. Ributta sul ring Jey che subisce una sit out spinebuster, ma vale solo un conto di due. Fuori ring Jimmy connette un superkick su Sami e tye va sul paletto per volargli addosso, ma viene aggredito da Jey. Tag e tentativo di doppio superplex respinto. Dillinger però non ha visto il tag e va per la tye breaker su jey. Superkick in pancia di Jimmy e poi alla gamba di Jey. Boston crab modificata e Tye cede!

ANALISI: discreto match di coppia, soprattutto considerando che una non è fissa. Bello il finale, con gli Usos che vincono con un misto di astuzia e scorrettezza. Sami molto in ombra, mentre Tye mostra buone cose.

VOTO: 6

 

CARMELLA VS NAOMI

RIASSUNTO: clinch e ginocchiata di Carmella, ma enziguri di Naomi mentre la rivale fa trash talking. Schiaffo dopo una scivolata e Carmella fugge fuori ring. Dopo il break Naomi si libera da una sleeper, ma Carmella la tira al suolo per i capelli in una sorta di Edge o Matic. Nuova presa al collo, però side backbreaker di Naomi. Splash murato ed enziguri, più doppio roaring elbow e serie di calci, seguito da una jaw breaker. Assalto all’angolo, Carmella la getta sull’apron, ma da lì subisce un enziguri. Naomi sgambettata sul paletto, Carmella la raggiunge, ma viene spinta giù. Prova l’huracarana in stile Trish, ma viene di nuovo respinta. Terzo attacco e la tira per i capelli. L’arbitro le separa e dal nulla appare Ellsworth che fa cadere Naomi sulle corde e Carmella connette un superkick vincente.

ANALISI: discreto match, soprattutto per le aspettative basse. L’abilità con i calci di Naomi è strepitosa, mentre Carmella è ancora molto acerba sul ring, ma fa il suo.

VOTO: 6

 

CHARLOTTE FLAIR VS LANA

RIASSUNTO: Lana prova una waist lock, ma viene stesa. Charlotte blocca un calcio, evita uno schiaffo e la sgambetta, per poi riempirla di chop. Lana viene caricata in spalla, però riesce a scivolare dietro. Tenta un roll up, ma Charlotte non cade, la tira su e la sbatte all’angolo. Lana si sposta da uno splash e imprigiona brevemente Charlotte in una side head lock. Lancio di braccio della Flair bloccato, Lana cerca la backslide, ma la esegue Charlotte. La Flair imita il padre e Lana la schiaffeggia. Big boot di Charlotte e figure 8 a cui Lana cede velocemente.

ANALISI: continua il percorso di distruzione della credibilità di Lana come lottatrice con un match a senso unico. Wrestling ai minimi storici e ulteriore insulto alla women’s Revolution.

VOTO: 3

 

JINDER MAHAL VS RANDY ORTON

RIASSUNTO: scambio violento di colpi vinto da Orton, poi thetz Press e altri pugni. Mahal fugge fuori ring, ma Randy lo raggiunge e li sbatte due volte sulle barricate e poi connette un back drop su di esse. Rimette Mahal sul ring, ma lui scivola di nuovo fuori. The viper lo raggiunge e lo stende con un braccio teso e poi lo schianta sul tavolo in back drop. Libera il tavolo, ma intanto Mahal si è rifugiato sul ring. Randy lo segue, però viene calpestato più volte. Clothesline a vuoto e Orton lo butta fuori ring con un braccio teso. Lo lancia oltre il tavolo di commento e poi ci sale sopra con lui. Cerca l’rko, ma Mahal lo spinge giù d tavolo sulle barricate. Si va in pubblicità e al ritorno Mahal è in pieno controllo con una presa al collo. Randy si libera e Mahal finisce di spalla contro il ring post dopo aver tentato una spear. Ghigliottina con le corde del maharaja, che però si becca un calcio sulla spalla. Viene caricato sul paletto e subisce un superplex. Pugni di Orton, clothesline doppia e fall away slam. Pugni all’angolo, Mahal lo sgambetta sul paletto, ma Orton gli rifila una powerslam sulla rincorsa. Backbreaker respinta, back elbow di Orton, però ricambiata subito con una ginocchiata in salto. Il campione prova la kallhas, ma Orton lo respinge, lo mette sulle corde e connette la ddt. Taunt per la rko, però Mahal ribalta in un roll up e poi esegue un superkick. Nuovo tentativo di kallhas trasformato a metà in una RKO! 1, 2 e 3!

ANALISI: incontro godibile, con la rissa iniziale che fa trasparire tutto l’odio di Orton e le fasi finali in cui i due ci regalano buoni scambi. La ciliegina sulla torta è la fantastica reversal di Orton, che trasforma in volo una kallhas in RKO. Il miglior match visto tra i due.

VOTO: 6,5

 

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 5,5

 

RIFLESSIONI: puntata abbastanza mediocre, resa insufficiente dal deludente match tra Charlotte e Lana. Gli altri incontri sono passabili, ma tutt’altro che eccezionali.

 

 

PEGGIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Jason Jordan VS jean-pierre Goulet. Finché ci saranno squash, guadagneranno sempre questa nomina.

 

MIGLIOR MATCH DELLA SETTIMANA: Cesaro vs Dean Ambrose. Ero in dubbio con il main event di Raw, ma a livello di puro wrestling è stato superiore questo scontro.

 

 

CONCLUSIONI: primo pareggio tra i due roster, peccato che siano entrambi insufficienti. In campo divas tutti e due sono in chiaro scuro, con un incontro positivo e uno negativo. Per il resto SmackDown mette su match sufficienti, mentre Raw alterna buoni match a match pessimi.

 

E anche per oggi la rubrica è finita! Settimana piuttosto deludente, speriamo in un riscatto la prossima. Io, Matteo ‘the Legend killer’ Traversa, vi saluto e vi invito a leggere nuovamente la rubrica tra sette giorni!