Bryan Danielson: “Vi spiego le differenze che ci sono tra WWE e AEW”

Bryan Danielson ha fatto il suo debutto in ring in AEW nel corso dell’ultima puntata di Dynamite: Grand Slam, dove ha affrontato Kenny Omega. L’incontro è finito in parità, ma possiamo dire di aver assistito ad uno dei migliori match dell’anno.

Tuttavia, in una recente intervista per promuovere proprio Dynamite: Grand Slam, Bryan Danielson si è soffermato a parlare di WWE e AEW, spiegando effettivamente quelle che secondo lui sono le differenze tra le due compagnie

Danielson ha spiegato che il locker room” della AEW è molto più affollato rispetto a quello della WWE, ci sono davvero tanti giovani talenti che lo eccitano (citati i vari Darby Allin, Jungle Boy e MJF). Successivamente, Bryan si è soffermato a palare di due ragazzi in particolare, ovvero Dante Martin e Daniel Garcia. Per l’ex Daniel Bryan i due sono davvero talentosi, ma adottano degli stili completamente differenti: Martin è uno che fa cose spettacolari e che Bryan, prima ad ora, non aveva mai visto; Garcia, invece, gli ha ricordato molto lui quando era giovane, visto lo stile di lotta tecnico che accomuna molto entrambi.

Per Bryan, inoltre, esiste una vera e propria concorrenza fra WWE e AEW. Fra qualche anno, sopratutto in base agli accordi televisivi, Danielson ha detto che scopriremo chi ne trarrà maggior vantaggio. Tuttavia, secondo lui c’è una netta differenza tra i due prodotti: la AEW punta solo ed esclusivamente sul wrestling, mentre la WWE è più per l’intrattenimento. Ed è proprio questa la cosa che piace di più a Bryan, perché così un fan di wrestling può scegliere ciò che vuole in base a quello che si preferisce.

Bryan Danielson si è anche concentrato sulle varie Superstar che passano da una compagnia all’altra. Sono stati fatti gli esempi di Ruby Soho e Malakai Black, che in AEW ora stanno ottenendo molto più spazio e considerazione. Ma Bryan crede che, molto presto, anche alcuni wrestler che vengono utilizzati poco in AEW possano passare in WWE e magari esprimere il meglio delle loro qualità. Tutto ciò, per Bryan, non è altro che una sana competizione tra due compagnie professionistiche di wrestling.

FONTE: WRESTLINGINC.COM



Rispondi