Bully Ray sul suo debutto in ROH più esaltante di Wrestlemania, sul suo personaggio troppo prepotente per la WWE, D-von.

 

Bully Ray ha parlato con ESPN su diversi argomenti di wrestling. Ecco alcuni punti salienti:

Il personaggio di Bully Ray troppo prepotente per la WWE:

“Voglio dire (la WWE) ha altri personaggi che fanno cose da prepotenti, ma Bully Ray è la quintessenza della prepotenza. Il suo intero personaggio è costruito sul bullare le persone. È costruito intorno a costringere le persone a fare cose contro la loro volontà. E con il business che c’è adesso, il programma Be a Star e in più la cosa del PG, il bullismo che è un argomento molto sensibile nell’intero mondo, semplicemente non avrebbe funzionato.”

D-Von Dudley che resta con la WWE:

“La Ring of Honor credo che mi abbia contattato il giorno dopo che ho lasciato la WWE. Erano interessati a portare sia me che D-Von in Ring of Honor, e sarebbe stato fantastico. D-Von ha preso una decisione di vita in cui voleva dedicare un po’ più di tempo alla famiglia e fisicamente nel ring voleva rallentare leggermente. Ho ancora benzina nel mio serbatoio. Penso che la Ring of Honor sia il posto perfetto per continuare come Bully Ray.”

Sul debutto in ROH che è stato più emozionante di Wrestlemania:

“Ho detto alle persone che andare fuori ad Hammerstein per la Ring of Honor estate in effetti più emozionante per me che camminare di fronte a centomila persone a Wrestlemania. Molte persone dicono ‘è impossibile, non può essere. Sei pazzo’. Per me è più emozionante per il sentimento intimo. Quando vieni da una compagnia come la ECW e sei abituato a questa intimità, questo è ciò che veramente cerchi.”