CM Punk: “Vi svelo chi è il Best in the World”

Durante un episodio di Rasslin’ con Brandon Walker, CM Punk è stato ospite per parlare della sua decisione di firmare con la AEW al posto della WWE. Punk ha rivelato che guardava la AEW fin dagli inizi e ha ribadito il suo desiderio di lavorare con i nuovi talenti che la federazione ha da offrire.

“Guardavo la AEW, ovviamente ci sono show che ho perso ma ho visto abbastanza da dire a me stesso ‘voglio lavorare lì’. Credo che ci siano due modi di approcciare le cose, puoi guardare qualcosa e concentrarti solo su quello che non va e che faresti diversamente oppure, come ho fatto io, concentrarti sulle cose positive. Una delle cose positive che ho visto era il talento. Lo dico ai ragazzi più giovani nel backstage tutto il tempo, non c’è un unico modo perfetto per fare qualcosa. Ci sono strade, metodi e situazioni che vanno messe alla prova. Viene con l’esperienza per cui a volte devi fallire e capire da solo come migliorare. E preferisco che facciano così piuttosto che limitarsi ad ascoltare me.”

Punk ha anche rivelato che la maggior parte delle sue conversazioni con Khan riguardano con quali nuovi talenti vorrebbe lavorare. La conversazione poi è poi arrivata alla collaborazione della AEW con Martha Hart e la Owen Hart Foundation.

“Non ne sapevo niente di questa collaborazione con Martha Hart. Sono ancora sopraffatto dalla notizia. Penso che sia un altro aspetto che rivela molto di cosa sia la AEW. Per vent’anni c’è stato un solo posto e se non volevi aver a che fare con loro eri fuori dai giochi. Vedi CM Punk, la Owen Hart Foundation e Martha Hart. La AEW ha riportato indietro me, e sembrava impensabile, e faremo lo stesso per la O.H.F. Faremo giocattoli, magliette, videogames ed è una cosa fantastica per la sua eredità.”

Bryan Danielson e Punk sono stati i due debutti cardine per la AEW insieme a Ruby Soho e Adam Cole. Walker ha chiesto se c’è della competizione fra lui e Danielson su chi sia il ‘migliore al mondo’.

“Non direi che ci sia competizione. C’è solo un gran desiderio di affrontarci eventualmente ma più che altro di divertirci con tutti questi nuovi talenti che abbiamo a disposizione. Continuo a dire di voler far coppia con lui, ci sono così tante possibilità.”

Punk ha anche parlato della sua visione su chi sia il miglior lottatore al mondo al momento, dicendo che è difficile definirlo.

“Sai, credo che per la prima volta da moltissimo tempo, la questione non sia affatto chiara. Nel 2002-2003 ero sicuro che Eddie Guerrero fosse il migliore. Nel 2004 era Samoa Joe. Per un paio d’anni è stato Bryan Danielson. Quello che è successo a me è dovuto al fatto che mi trovavo in una compagnia che mi costringeva a lottare per ottenere qualsiasi cosa, mi pare abbastanza ovvio. Adesso potrebbe essere Bryan Danielson o Kenny Omega, è molto soggettivo. C’è chi parla anche di Roman Reigns, e ci sono talenti che nella NJPW, è difficile dirlo. Quando si parla della AEW c’è questo alone di proibito che è molto affascinante per chiunque voglia scoprire davvero chi è il migliore. Se New York è il centro del mondo del wrestling e sei concentrato sulle vendite dei biglietti e quel genere di cose, beh, la AEW è il miglior wrestler del mondo perché ha appena riempito uno stadio da 20.000 posti.”

FONTE: RINGSIDENEWS.COM



Rispondi