Curiosità su WrestleMania: ecco chi ha inventato il nome


Come è nato WrestleMania?

Il wrestling nella corso della sua lunga storia ha saputo collezionare milioni e milioni di appassionati in tutto il mondo. La nota disciplina è entrata nelle case dei fan grazie all’apporto che la WWE ha dato a questo settore, riuscendo con l’aiuto di imponenti superstar a lanciare il brand in ogni dove. Al giorno d’oggi il wrestling è molto seguito, ricevendo l’attenzione addirittura dei bookmakers e siti di scommesse, molto ricercati online insieme alla lista casino online completa ed imparziale dove sono elencati tutti i miglior casinò ADM attualmente in circolazione.

C’è uno show, in particolare, che ogni anno è molto atteso dai fan e lottatori: Stiamo parlando di WrestleMania, l’evento più importante in casa WWE, arrivato alla 38esima edizione. The Showcase of the Immortals può essere considerato (a livello di importanza) come le NBA Finals per il basket o il Super Bowl per il Football americano. Ma com’è nato? Chi è stato l’ideatore dello show?

Tutto quello che c’è da sapere sull’origine di WrestleMania

Tutti noi almeno una volta abbiamo almeno assistito a un incontro di WrestleMania. Essendo uno show longevo, è normale che esso sia ricco di aneddoti e storia. In particolar modo quello che interessa i fan è sapere com’è nata l’idea dell’evento che ha appassionato e fatto emozionare milioni di fan. Di seguito la risposta alla domanda.

Il nome nasce da un’idea di Howard Finkel

La WWE deve la sua fama ad una persona: Vince McMahon. Il patron della federazione, che quest’anno ha lasciato la guida, ha portato molte innovazioni in questo mondo, riuscendo sempre a mantenere la spettacolarità alta. Quando si insediò alla guida della Federazione, volle creare un evento che fosse il più importante e vedesse contro le star presenti nel suo roster. Insomma voleva un qualcosa di veramente spettacolare. Da queste basi nacque il progetto, ma c’era bisogno di un nome per presentarlo al grande pubblico.

Ecco quindi che in soccorso di Vince McMahon venne Howard Finkel, annunciatore sul ring. Inventò il termine WrestleMania, prendendo in prestito il nome Beatlemania, l’ondata mediatica che arrivò con i Beatles in America. Fu un vero colpo di genio: una fusione tra la parole Wrestling e Mania che mandò in estasi il capo della federazione.

Così il 31 Marzo 1985, al Madison Square Garden, andò in scena la prima edizione del leggendario evento. Inutile dire che l’evento fu un successo incredibile, piacque a tutti i fan, incassando fino a 12 milioni di dollari. A darle uno slancio enorme allo show ci pensò il main event tra Hulk Hogan e Mr. T contro Roddy Piper e Mr. Wonderful. Il risultato di tale match lo lasciamo scoprire a voi. Quello che però è importante sottolineare come da quel preciso momento WrestleMania sia divenuta una vera e propria istituzione, cambiando per sempre il modo di fare PPV (show a pagamento). Dall’85 è andato regolarmente ogni anno in onda, facendo registrare numeri incredibili. Anche nel 2020, nonostante la pandemia da Covid-19 WrestleMania non è mancato, andando ad intrattenere tutti gli spettatori da casa.