I 15 MIGLIOR MATCH DI WRESTLEMANIA: #14 The Undertaker vs. Brock Lesnar (Wrestlemania 30)

Un saluto a tutti i lettori di Spazio Wrestling. Mancano 14 giorni alla prima serata di WrestleMania e quindi oggi scopriremo il match che si prende la quattordicesima posizione in questa TOP 15. Ricordiamo che ogni giorno verrà rivelata una nuova posizione. Ieri è stato pubblicato il match che siede al quindicesimo posto. Mancheranno sicuramente tanti match, ma la lista che vedrete è stata stilata dalle tastiere del nostro instancabile staff. Senza perdere tempo iniziamo con la posizione nr. 14.

14. The Undertaker vs. Brock Lesnar – Singles Match a Wrestlemania 30

Antefatto:

Il tutto inizia il 24 febbraio 2014 a Raw. Paul Heyman e Brock Lesnar si trovano in mezzo al ring e sono visibilmente infastiditi dal fatto che la bestia non è stato inserito nel Main Event di Wrestlemania. Al momento il main event era ancora un 1v1 tra Randy Orton e Batista valido per il titolo mondiale dei pesi massimi WWE. Heyman prende il microfono e dice che il suo cliente merita il main event di Wrestlemania e merita di lottare sempre per il titolo mondiale. Triple H e Stephanie McMahon hanno precedentemente garantito un match a Brock Lesnar contro chiunque volesse lottare quest’ultimo, a Wrestlemania. L’avvocato della bestia dice che non vogliono affrontare nessuno e che arrivati a quel punto nè lui e nè il suo cliente si faranno vedere nello Showcase of the Immortals. E a proposito di immortali, ecco che risuona la theme song dell’Undertaker. Il becchino cammina lentamente verso il ring e fissa negli occhi Lesnar. Brock annuisce e fa capire a Paul, Undertaker e a tutto il pubblico che questo match può andare bene. The Conqueror firma per primo e poi sbatte la penna sul petto di Taker. Il Deadman prende la penna ed infilza la mano di Lesnar rifilandogli anche una chokeslam sul tavolo su cui si doveva firmare il contratto. Undertaker senza paura mette in palio il suo record di 21 vittorie a Wrestlemania, sicuro di arrivare alla ventidueisima vittoria al Grandaddy of them all. Una settimana dopo lo show è a Chicago e siamo nel bel mezzo del periodo post-CM Punk. Risuona la musica di Punk ma a presentarsi c’è Heyman. Paul si presenta in mezzo al ring, si siede come faceva il beniamino di casa e garantisce a tutti che Lesnar vincerà contro l’Undertaker. Arriva anche Lesnar che con delle frecciate al pubblico di Chicago ci fa capire in parole povere che sarà lui il primo a battere The Undertaker a Wrestlemania. Il 24 marzo a Raw, Lesnar e Heyman sono nel ring quando vengono visitati da alcuni druidi che portano una bara vicina al ring. Inizialmente la bara è vuota, Brock la richiude ma poco dopo la bara si riapre con Undertaker al suo interno. Taker attacca Lesnar che fa marcia indietro indicando il logo di Wrestlemania 30. Nella puntata del 31 marzo 2014, Undertaker è il primo a prendere il microfono. Il Deadman assicura tutti che la streak rimarrà in vita. Lesnar non ci sta ed attacca il becchino con una F5. Manca lo scontro finale.

L’incontro

Ad oggi personalmente ho ancora i brividi e tutti sperano, riguardando il match, che in universo parallelo il Deadman possa aver mosso la spalla al conto di due. Così non è. Dopo un duro scontro tra due mostri della disciplina, Brock Lesnar sconfigge l’Undertaker e interrompe la striscia di imbattibilità del Phenom. A Wrestlemania 30 il record di Undertaker a Wrestlemania è 21-1. La bestia sconfigge l’immortale dopo 3 F5. Anche l’Undertaker è andato molto vicino alla vittoria, atterrando Lesnar con la Tombstone Piledriver ma non riuscendo a tenere le spalle della bestia incollate al ring per più di 2 secondi. Tanti pugni e calci e alcune sottomissioni (kimura lock e hell’s gate) per un incontro duro e violento che a tratti ha ricordato un incontro di MMA. Il ritmo è lento ma giusto perchè gli scambi sono parecchio violenti e spesso ci sono ribaltamenti di superiorità anche solo con un suplex. La particolarità più grande di questo match è che l’Undertaker ha lottato dall’inizio alla fine con il collo rotto. Il Deadman si è fatto controllare dopo il match e ha scoperto di aver avuto questo problema da diverso tempo. Questa storia è stata raccontata dallo stesso becchino soltanto poco tempo fa. Tornando al match, dopo tante mazzate da una parte e dall’altra, Lesnar prova un’ultima e disperata F5. Dopo la terza F5 arriva il conto decisivo. 1…2…3! La streak è finita. 21-1. La WWE non fa risuonare la musica della bestia perchè il pop disperato, lo sconforto e la reazione impagabile del pubblico sono messe in primo piano. Da casa e dal Superdome nessuno vuole crederci ma è così. Un momento che rimarrà per sempre nella storia.

CLICCA QUI PER IL MATCH INTERO SUL CANALE UFFICIALE DELLA WWE

Parlano i protagonisti:

Brock Lesnar non ha mai lasciato delle vere e proprie dichiarazioni. Si è sempre detto parecchio emozionato e ha ringraziato il Deadman più volte per l’enorme risultato conseguito. Lesnar si è anche opposto alla decisione inizialmente, ma una volta mandata giù la grande notizia, insieme a Heyman si sono emozionati e felici della decisione hanno messo in scena qualcosa di iconico.

The Undertaker: “Volevo essere sicuro che Vince fosse sicuro. Nessuno poteva battere la streak se non Brock Lesnar. Non ero triste della decisione di Vince, anche perchè ho più volte messo in dubbio il mio record di imbattibilità a Wrestlemania. Avrei preferito lanciare qualche nuova stella come Roman Reigns, però non mi pento del risultato. Ho avuto un record impareggiabile e sono stato sconfitto da qualcuno che meritava di farlo.”

Conclusioni:

Questo è il secondo match che abbiamo analizzato insieme. Si trova nella posizione nr. 14 dei miglior match di Wrestlemania per Spazio Wrestling. Nei prossimi giorni conoscerete gli altri 13 match. Il match meritava una posizione più alta? Chi avreste messo in questa posizione? Fatecelo sapere nei commenti!

Rispondi