I 15 MIGLIORI MATCH DI WRESTLEMANIA: #2 The Undertaker vs. Triple H (Wrestlemania 28)

The Undertaker vs. Triple H – Hell in a Cell Match con Shawn Michaels come arbitro speciale a Wrestlemania 28

Siamo arrivati alla seconda posizione. Abbiamo ripercorso tanti match e tante rivalità. Oggi tocca a quella tra Triple H e Undertaker. Domani verrà rivelata la prima posizione nella lista dello staff di Spazio Wrestling.

Antefatto

Prima di questo incontro, come nel caso del match tra Shawn Michaels ed Undertaker di Wrestlemania 26, Taker e Triple H si sono affrontati a Wrestlemania 27 in un No Holds Barred Match. A vincere fu The Undertaker che fece cedere Triple H con la sua “Hell’s Gates”. La rivincita la chiede Undertaker. Triple H ha sempre detto di aver perso la battaglia ma non la guerra perché dopo il match, Triple H tornò nello spogliatoio sulle sue gambe mentre Undertaker dovette essere trasportato con una barella. Undertaker torna a gennaio del 2012 dopo quasi un anno di silenzio e sfida The Game. Triple H non è interessato e declina ben 2 volte la sfida di Undertaker. Alla terza provocazione del DeadMan, il “King of kings” ci casca e accetta il match. Triple H ci casa quando Undertaker dire che lui non è riuscito a batterlo proprio come ha fatto il suo amico Shawn Michaels che è stato addirittura costretto a ritirarsi. Triple H accettò e si decise di rendere il tutto più interessante mettendo una stipulazione speciale ed un arbitro speciale. Il match fu un “Hell in a Cell”, stipulazione che potrebbe aver avvantaggiato il Deadman ma, d’altro canto, Shawn Michaels sarebbe stato l’arbitro del match. Una costruzione perfetta, per un match meraviglioso. Si decide, oltre tutto, di definire il tutto come “la fine di un’era” perché molto probabilmente sarebbe stata l’ultima volta che avremmo visto Shawn Michaels, Triple H ed Undertaker in un ring di wrestling. Facciamo finta che sia così, il match in Arabia non è mai successo.

L’incontro:

A livello di emozione è insuperabile. Hunter e Taker con il loro eterno amico come arbitro speciale. Il ritmo non è velocissimo ma i colpi sono molto duri sia da dare che incassare. Dopo pochi minuti arriva la “Hell’s Gate” da parte del Deadman che poco prima era stato steso con una “Spinebuster” sui gradoni d’acciaio. Triple H non ha pietà e colpisce Taker con una sedia per decine e decine di volte. HBK non ce la fa a vedere questa scena e cerca di fermare Triple H. Triple H non si ferma. Dice a Shawn di fermare il match e farlo vincere, altrimenti avrebbe distrutto Undertaker se fosse andato di questo passo. Triple H prende il martello e colpisce Taker. Sta per colpirlo ancora ma viene fermato da HBK che non sa cosa fare. Vorrebbe fermare il match. HBK va ad accertarsi delle condizioni di Undertaker ma quest’ultimo lo imprigiona nella “Hell’s Gate”. The Game non ci sta e colpisce di nuovo con un martello. Taker molla la presa su HBK ma poco dopo riconnette la stessa presa su Taker. Nel ring rientra Lil Naitch. L’arbitro storico dura davvero poco nel match perché Undertaker lo fa fuori. Il deadman viene colpito però da Shawn Michaels con la Sweet Chin Music e poi Triple H colpisce Taker con la Pedigree. La Streak è giunta alla fine? 1…2…ovviamente no. Sono tutti increduli. Triple H scaglia HBK fuori dal ring perché quest’ultimo non vuole che Hunter usi ancora il martello. Arriva la Tombstone Piledriver. Michaels conta 1…2…No! Scambio di pugni in mezzo al ring. Hunter attacca con la Pedigree. 1…2… NO!! È davvero immortale Taker. Ora è l’american badass a colpire Triple H con la sedia. Sono entrambi esausti. Si arriva ad un punto dove sono entrambi in piedi ma con The Game molto più che esausto. Triple H lo provoca un ultima volta proprio come fece HBK nel suo incontro d’addio. “Suck it” al Deadman che non ci vede più e che lo colpisce con la Tombstone Piledriver. 1…2…3! The Undertaker si porta a 20 vittorie a Wrestlemania.

Parlano i protagonisti:

Sia Triple H che The Undertaker hanno parlato poco di questo incontro negli anni e hanno preferito far parlare. Per Hunter, il match è uno dei migliori in cui abbia mai lottato. The Undertaker invece era semplicemente felicissimo di quello che è venuto fuori. Penso che tutti lo siano stati. Fu un momento davvero spettacolare e storico per tutti i fan della disciplina.

CLICCA QUI PER VEDERE L’INTERO INCONTRO 

Conclusioni:

Ne manca solo uno. Molti di voi avranno già capito di quale incontro si tratta. Grazie per essere stati con me anche oggi. Vi aspetto domani per l’ultimo match. Ciaoooooo!

Rispondi