martedì, Febbraio 27, 2024
HomeNewsImportanti novità sul ritorno della WWE in Arabia Saudita

Importanti novità sul ritorno della WWE in Arabia Saudita

Crown Jewel è andato in onda lo scorso fine settimana, diventando lo spettacolo internazionale di maggior successo della storia della compagnia, con spettatori a sette cifre. Gli eventi in terra araba continueranno a tenersi anche negli anni a venire e la WWE sta attualmente pianificando la sua prossima apparizione in Arabia Saudita per maggio 2023, almeno secondo Fightful Select.

Gli eventi della WWE in terra saudita sono i più economicamente vantaggiosi nella storia della federazione

L’ultima edizione di Crown Jewel è stata l’ottavo evento speciale tenuto dalla federazione in Arabia Saudita da quando ha firmato un accordo decennale con il loro governo nel 2018, un accordo che ha fruttato alla società oltre $400 milioni durante questi otto eventi. Queste entrate sbalorditive per la WWE superano di gran lunga gli incassi di tutte e 38 le edizioni di WrestleMania messe insieme, che hanno raccolto circa $250 milioni dal 1985.

La relazione della WWE con il regno arabo è iniziata nell’inverno del 2013, con la compagnia che ha tenuto lì tre house show dal 2013 al 2016. Nonostante il successo economico degli eventi, non sono mancate le critiche a causa delle continue denunce sui diritti umani contro il governo dell’Arabia Saudita. Un mese prima di Crown Jewel 2018, Jamal Khashoggi, giornalista saudita, è stato assassinato da agenti del governo. L’omicidio di Khashoggi ha messo sotto i riflettori il regno e coloro che fanno affari con esso. Ha anche lasciato l’amaro in bocca a molti talenti della WWE al punto che molti si rifiutano di lavorare agli eventi in terra saudita, mentre altri non sono proprio ammessi.

Più benzina sul fuoco è stata aggiunta alla controversa relazione durante la conferenza stampa di Crown Jewel di quest’anno, quando, un giorno prima dell’evento, il co-CEO della WWE Stephanie McMahon e il Chief Content Officer Triple H hanno regalato un titolo WWE al presidente della General Entertainment Authority, Turki Al-Sheikh, mentre la folla cantava “MBS“, riferendosi al principe dell’Arabia Saudita Mohammed bin Salman.

FONTE: WRESTLINGINC.COM

ULTIME NOTIZIE

ULTIMI RISULTATI