Inside Storyline: Il futuro è roseo in WWE

Ciao a tutti, amici di SpazioWrestling.it, siamo oggi qui con un nuovo numero di Inside Storyline!! WrestleMania è alle spalle e la WWE mescola le carte nei propri roster con il suo Superstars Shake Up. Andiamo a vedere cosa è successo questa settimana, chi è passato a Raw e chi è andato a Smackdown Live, ma soprattutto cosa ci riserverà il futuro.


RAW

Il brand rosso in questa settimana acquisisce: The Miz, Cedric Alexander, Andrade, Rey Mysterio, Jey Uso, Jimmy Uso, Naomi, Ricochet, Aleister Black, Eric Young, EC3, Samoa Joe (campione degli Stati Uniti), AJ Styles. Partiamo dai nomi di rincalzo, ma che possono portare quel qualcosa in più allo show che deve comunque riempiere tre ore di spettacolo che molte volte sono risultate pesanti. Partiamo a parlare dei singoli: per galanteria partiamo dall’unica donna, escludendo Zelina Vega che non combatte molto spesso e Lacey Evans che da diverso tempo era nel main roster, ma non si sapeva quale, che si è trasferita da Smackdown Live a Raw, ovvero Naomi, che segue il marito anche lui “draftato”. Naomi è stata un po’ nascosta nel brand blu negli ultimi mesi, con unica apparizione a Elimination Chamber con Carmella per i titoli di coppia, team poi uscito come primo. Comunque l’ex ballerina non dispiace sul ring e può trovare il giusto spazio a Raw, proponendo sfide alternative e può essere una buona carta per vendere un match con il titolo in palio. Insieme a Natalya può mettere dentro la sua esperienza accumulata negli anni per far crescere le donne dentro al roster, penso a Ruby Riott e Sarah Logan. Passiamo agli uomini con Eric Young che si separa dai suoi compagni dei SAnitY, con Wolfe che ha lasciato la WWE e con Dain che sembra essere rimasto a SD. Eric da singolo lo ricordiamo solo in TNA dove ha avuto anche un discreto successo, stessa storia che si può ripetere per EC3 anche lui a Raw. Da quando è arrivato in WWE Eric, però, è stato sempre in coppia e da quando è nel main roster non è stato mai messo in storyline degne di nota. Il futuro per lui è un’incognita come per il resto per EC3 che nell’ultima puntata è stato schiantato sullo stage da Braun Strowman. Cedric Alexander, invece, ha avuto il suo momento d’oro a 205 Live e si è meritato la promozione a Raw. Cedric ha molto potenziale per far bene nel brand rosso con delle storyline che possono riempire gli spazi vuoti dello show per poi pian piano “pusharlo” per un match titolato. Andrade e Rey Mysterio, invece, hanno dimostrato di saper tenere alti i ritmi dello show e di essere uomini per faide importanti e che divertano il pubblico. Infatti sono loro due insieme a Joe i protagonisti del titolo degli Stati Uniti nell’ultimo periodo. Rey contro chiunque regalerebbe emozioni e Andrade ha dimostrato di essere pronto per un periodo con la cintura addosso (US Title?). The Miz continua a rubare la scena, soprattutto ora che è passato face. La faida tra lui e Shane McMahon non è finita, ma è solo stata spostata a Raw. Vedremo cosa ci proporrà la WWE per questa storyline. Ultimo, ma non per importanza è AJ Styles che aggiunge qualità ai pochi membri candidabili per una sfida a Seth Rollins e al titolo universale. Escluderei subito un match per il titolo per AJ, ma forse scommetterei in un main event di SummerSlam con Styles vs. Rollins. In più non ci scordiamo del ritorno di Sami Zayn che nelle ultime due apparizioni sembra tornato più forte che mai.

SMACKDOWN

Smackdown che rispetto a Raw si arricchisce di più rispetto al brand rivale, ma che con una durata minore rischia di mettere in ombra più di una Superstar. Ecco chi approda a SD: Finn Bálor (campione intercontinentale) Ember Moon, Bayley, Lars Sullivan, Buddy Murphy, Elias, Roman Reigns, Kairi Sane, Chad Gable, Apollo Crews, Liv Morgan, Mickie James, Otis e Tucker, Nikki Cross. Partiamo dalle molte donne che sono state passate a Smackdown. Abbiamo l’esperienza di Mickie James che può servire sempre per un roster pieno di talenti, Bayley che qui forse potrà fare il salto di qualità che tanto aspetta dopo le cose mostrate a NXT. Ember Moon non è stata per niente calcolata a Raw dove è apparsa poco e niente; a Smackdown può prendersi la sua rivincita. Nikki Cross che è un punto interrogativo come lo era a NXT dove ha avuto poche, ma buone storyline, ma che quando si è trattato di fare il salto nel main roster non ha brillato. Liv Morgan che viene separata dalla Riott Squad da scoprire. Passiamo agli uomini dove abbiamo diversi talenti inesplosi a Raw tra cui Apollo Crews, Chad Gable e su tutti Finn Balor. Apollo non ha mai emozionato più di tanto come top star, non come ha fatto Gable in passato a NXT, poi la storia Jordan-Angle e il team con Roode l’hanno portato nei bassifondi di Raw. Lars Sullivan e Buddy Murphy sono completamente da scoprire nel main roster. Il primo promette bene e secondo rumors la WWE avrebbe grandi piani per Lars. Buddy, invece, lo conosciamo già con un buonissimo periodo da campione Cruiserweight. Entrambi hanno il potenziale per far bene a Smackdown. Elias può veramente sfondare nel brand blu avendo meno tempo per le esibizioni e più per il lottato. Il chitarrista che ha alcune volte dimostrato di far bene, come a Money in the Bank contro Seth Rollins dove è andato vicino alla vittoria del titolo intercontinentale. Pezzo forte del draft per SD è senz’altro Roman Reigns che nel brand blu può “riiniziare” la sua carriera con i fan WWE. Dopo le tante proteste dei fan sulla gestione di Roman e dopo il fatto della leucemia, che ha portato fuori dagli schermi il mastino, ora Reigns e il team creativo possono scrivere un nuovo capitolo nella carriera di Joseph (il vero nome di Roman Reigns). Sarebbe stupido pensare a una chance titolata subito per Roman, ma una storyline importante (i rumors parlano di Orton) non può che fargli bene se trattata discretamente.

RAW TAG TEAM CHAMPIONSHIP

Categoria tag di Raw che si rinforza con l’aggiunta di un team come gli Usos. I sei campioni tag non possono che portare linfa nuova alla categoria del brand rosso che nell’ultimo periodo è molto, ma molto scesa di attenzione. In più Ricochet e Black, che sembrano siano diventati a tutti gli effetti un tag team, possono dare una mano notevole alla rinascita di questo capitolo. I due team trovano i Revival che erano indiziati principali a cambiare roster e che ora possono tornare a brillare con le giuste storyline con questi nuovi team. Invece, la scelta dei War Raiders non me la so spiegare essendo ancora impegnati a NXT.

SMACKDOWN TAG TEAM CHAMPIONSHIP

Categoria tag di Smackdown che non so se dire se si sia rinforzata o meno. Ok gli Hardy Boyz come campioni, ma faccio fatica a vedere team avversari che possano dare linfa nuova al roster. Abbiamo Rusev e Nakamura come unici indiziati e forse meriterebbero qualcosa di più per quello fatto nell’ultimo anno. Poi abbiamo il The Bar, ma è stato talmente tante volte vicino ai titoli che stanno incominciando a stufare. Con Sheamus fuori per infortunio questo problema non dovrebbe esserci. Che sia la volta buona per Cesaro da singolo? Torniamo ai team con l’arrivo degli Heavy Machinery che sembrano l’unica alternativa al team scritto sopra. New Day, uno campione WWE e uno infortunato, Big E, e quindi fuori da questo capitolo. Abbiamo Karl Anderson e Luke Gallows anche se non li vediamo da un po’ di tempo. Futuro della categoria un’incognita a Smackdown, ma con la durata di due ore questo capitolo può anche passare in disparte se riempito bene.

INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP & UNITED STATES CHAMPIONSHIP

Titolo intercontinentale che è passato a Smackdown Live con Finn Balor che può finalmente trovare la sua dimensione e venire “pushato” cosa che tanti aspettano da tanto. Dall’altra parte Samoa Joe dovrebbe passare a Raw con il titolo degli Stati Uniti anche se Joe non si è presentato a Raw questa settimana. Joe può avere degni avversari a Raw tra cui Andrade che sembra partito in quarta nel suo nuovo roster, ma anche Baron Corbin, che è già stato campione in passato, Bobby Roode, che in singolo può tornare quello di NXT e Braun Strowman che lo ha attaccato a SD la settimana scorsa. Le alternative ci sono, vediamo cosa farà la WWE.

WOMEN’S TAG TEAM CHAMPIONSHIP

Tag team femminili che vedono le IIconics come campionesse, ma poi pochi team in grado di sfidarli. Oltre a Nia Jax e Tamina che hanno perso a WrestleMania, l’unici altri due team arrivano da Smackdown con Sonya Deville e Mandy Rose e con Asuka a cui è stata affiancata la debuttante Kairi Sane. Quest’ultima si presenta con un biglietto da visita non male come vincitrice del Mae Young Classic e del titolo femminile di NXT. La WWE qui, ha fatto, per me, la mossa giusta mettendo Asuka e la Sane insieme con la prima che deve riconquistare reputazione dopo la perdita del titolo femminile di Smackdown e l’altra che in team non viene bruciata dalla WWE che si lascia una buonissima carta per il futuro. Altri team non li vedo visto che Bayley e la Banks sembrano essersi separati con le vicende di Sasha ancora da sistemare.

WWE CHAMPIONSHIP

Io vedo qualcosa sotto questa mossa della WWE di mettere Kevin Owens come terzo del New Day. Ci vedo qualcosa per il futuro con KO che gira heel su Kofi per poi andare a sfidarlo, non so per esempio a SummerSlam in un match che con la giusta storyline può essere venduto benissimo dopo che Owens aveva “rubato” l’opportunità di Kingston a Fastlane. Vediamo come si comporterà la WWE con questo titolo.

RAW & SMACKDOWN WOMEN’S CHAMPIONSHIP     

Interessante e confuso lo scenario per questo capitolo. Becky Lynch farà la “spola” tra Raw e Smackdown e questo sicuramente lo porterà ad avere una quantità maggiore di match e di faide. A Raw ha già trovato la sua sfidante, Lacey Evans, che ha sconfitto Natalya per guadagnarsi questa possibilità. La cosa interessante che ho notato è che Lacey ha parlato di una sfida al titolo femminile di Raw senza nominare quello di Smackdown, anche questo in possesso della Lynch. Che la WWE voglia mettere davanti a Becky due sfidanti una per titolo. Sarebbe una scelta folle, ma la federazione ci ha abituato a trovare soluzione alquanto discutibile e altre molto spettacolari e inaspettate. Direi di aspettare e vedere.

Per questo numero di Inside Storyline è tutto!! Fatemi sapere quale mosse fareste ora dopo lo ShakeUp, qui sotto nei commenti. A me non resta che darvi appuntamento al prossimo numero di Inside Storyline, un saluto e alla prossima!!

Lascia un commento