Inside Storyline: WWE facilmente prevedibile

Bentornati, amici di SpazioWrestling.it, siamo oggi qui con un nuovo numero di Inside Storyline!! Andiamo a commentare insieme cosa successo nell’ultima settimana in casa WWE.

 

SMACKDOWN

Prosegue la storia tra Edge e Seth Rollins con quest’ultimo che si è fatto valere nella recente puntata di SmackDown dove da vero egoista ha detto che se lui non può essere campione allora neanche il canadese lo sarà. In più Seth continua a ripetere di saper battere il campione universale, un indizio per quello che sarà il post-SummerSlam?

UNITED STATES CHAMPIONSHIP

Come previsto sarà Damien Priest il prossimo avversario di Sheamus visto che l’ex campione nord-americano ha battuto l’irlandese nell’ultima puntata di Raw. Match dove abbiamo notato che il campione degli Stati Uniti è riuscito a liberarsi della maschera protettiva che portava dopo l’infortunio al naso. Ora resta da preparare la storyline verso SummerSlam, ma sappiamo che a Raw in questo senso hanno molte difficoltà.

INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP

King Nakamura non vuole fermarsi e dopo la conquista della corona da Corbin, può andare a puntare il titolo detenuto da Apollo Crews visto che il giapponese è riuscito a schienarlo nel match a 6 in tag andato in scena nell’ultima puntata di SmackDown. Vedremo se Shinsuke avanzerà qualche richiesta oppure saranno Cesaro o Big E a cogliere l’occasione.

SMACKDOWN TAG TEAM CHAMPIONSHIP

Chi imbroglia alla fine viene imbrogliato. Così possiamo riassumere la faida tra gli Usos e i Mysterios con Rey che nell’ultima puntata ha sconfitto Jimmy grazie all’aiuto di Dominik nello stesso modo in cui i fratelli samoani hanno vinto i titoli a Money in the Bank. Certo la strada verso SummerSlam è ancora lunga e c’è da aggiungere qualcosa in più a questo tira e molla.

RAW TAG TEAM CHAMPIONSHIP

Aj Styles e Omos sembrano aver chiuso il capitolo Viking Raiders con il “fenomenale” che ha spostato l’obiettivo su Riddle, servendosi dell’aiuto di John Morrison. L’attacco nel post match dei campioni di coppia su Matt mette le basi per un ritorno di Randy Orton acclamato dal pubblico. Vedremo se sarà così la prossima settimana, certo che Orton è da un po’ fuori dagli schermi della WWE.

SMACKDOWN WOMEN’S CHAMPIONSHIP

Finalmente è tornata Sasha Banks a rimettere di nuovo i riflettori sopra al titolo femminile di SmackDown e mette paura al regno, finora non brillantissimo, di Bianca Belair. Un ritorno simile a quello avvenuto l’ultima volta con la “Boss” che torna da amica per poi tradire la sua avversaria poco dopo. Ora già pronto il rematch di WrestleMania in vista di SummerSlam.

RAW WOMEN’S CHAMPIONSHIP

Era prevedibile che si arrivasse al match a tre per SummerSlam tra Charlotte Flair, Nikki A.S.H. e Rhea Ripley. La cosa però che mi fa storcere il naso è la presentazione di Nikki da campionessa. Ok, ci può stare pensare alla Cross come una paladina della gente, ma non si può sentire dalla campionessa che non è importante vincere in uno sport come il wrestling. Cioè è un controsenso sentire queste cose dalla campionessa che deve avere come obiettivo mantenere quella cintura appena conquistata. A dimostrazione, secondo me, che a Raw si sta perdendo sempre più la bussola nella loro missione di far vincere più regni possibili a Charlotte Flair per superare il numero del padre. A rimetterci è anche Rhea Ripley che sembra ancora trovarsi in una via di mezzo che neanche i tifosi riescono a comprendere. Insomma una storia dove ci sono parecchie crepe.

WWE CHAMPIONSHIP

Quale modo migliore di rispondere alla sfida lanciata da Goldberg? Facile, un bel squash match e perché non buttarci dentro un po’ di vecchia Hurt Business. Per Bobby Lashley tutto facile ed ha anche il tempo di emulare le migliori mosse dell’ex campione WCW. In tutto questo, però, non si è ancora capito se Lashley ha accettato la sfida per SummerSlam oppure no.

UNIVERSAL CHAMPIONSHIP

Era prevedibile che alla fine sarebbe stato Roman Reigns vs. John Cena a SummerSlam, ma dopo la settimana scorsa ero curioso di capire come avrebbero fatto. Come risolvere la sfida di Finn Balor e piazzare al suo posto Cena? Beh, far firmare il contratto a Roman per poi mandare Baron Corbin a cercare di prendere il posto di Balor (teoria che ci può stare visto che Corbin vuole avere l’opportunità di tornare ad avere il suo patrimonio) per poi arrivare John e firmare il contratto davanti agli occhi di Reigns. Dispiace per Finn che si stava creando un’occasione dopo il suo ritorno da NXT, ma credo che sia stato anche un po’ protetto visto l’attacco subito da Corbin e che Balor potrebbe andare per il titolo in futuro, magari dopo SummerSlam. Per Baron continua la sua serie di sfortuna, ma fa parte del suo status di adesso e voglio vedere dove arriveranno con questa storia dell’ex King. Beh, tra Roman e John sono già volate parole non certo belle, ma ora con il match già pronto per SummerSlam si hanno due settimane per spingere sull’acceleratore.

Per questo numero di Inside Storyline è tutto. A me non resta che darvi appuntamento alla prossima volta con un nuovo numero. Un saluto e alla prossima!!



Rispondi