John Morrison rompe il silenzio dopo il rilascio dalla WWE *VIDEO*

Come ben sappiamo, John Morrison è stato licenziato dalla WWE un paio di settimane fa. Soltanto nelle ultime ore, però, John ha voluto rompere il silenzio postando sul suo profilo Instagram un video dove ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Voglio che tutti voi sappiate quanto sia grato per il supporto che mi avete dato durante quest’ultima run in WWE. Voglio anche che sappiate che ho ricevuto una telefonata da John Laurinaitis, il quale mi ha detto chiaramente che non servivo più alla WWE. Non mi ha augurato nemmeno buona fortuna per il futuro. Voglio dire: se mi lasci andare almeno usa il tuo tormentone, giusto? Non so se è un qualcosa che attira le persone verso il wrestling professionistico o un qualcosa che accade alle persone quando sono nel business da molto tempo, ma la mia mente corre sempre verso dei modi per far scoppiare i fan. L’idea di fare una brutta figura per far sembrare grande qualcun altro è una cosa strana. Ma per me è una parte davvero importante di ciò che faccio. E questo è un concetto che in molti non riescono a capire. Penso che questo sia il motivo per cui l’ultima avventura che ho trascorso in WWE ha significato tanto per me. Ho incontrato e parlato con persone che non vedevo da 10 anni. Ho avuto la possibilità di rivedere vecchi amici, conoscere nuova gente, lavorare con alcuni dei migliori addetti alla produzione del settore e sopratutto con alcuni dei migliori wrestler al mondo. Voglio dire, tutta questa situazione era nostalgica. Mi ha riportato ai tempi in cui mi sentivo nuovo di zecca nel business. Ero sempre così nervoso. Volevo fare tutto bene, quindi mi presentavo all’arena sempre molto presto, anche se così facendo diventavo sempre più nervoso. Ma ricordo un episodio in particolare: mi trovavo sul ring a qualche ora di distanza dallo spettacolo e vedevo che i posti erano vuoti, ma allo stesso tempo pensavo che in un paio d’ore quei posti si sarebbero riempiti e che ci sarebbe stata una persona in ognuno di quei sedili che mi avrebbe fissato per capire cosa sarei stato in grado di fare. Devo migliorare in molte cose. La cosa che ho imparato durante la mia prima run in WWE è che la gente viene a vedere il wrestling per le storie. Siamo dei narratori. Sono un narratore che è orgoglioso di regalare spettacolo all’interno del ring. E il bello di essere un narratore è che quando finisce un capitolo, ne inizia un altro”

FONTE: RINGSIDENEWS.com



Rispondi