Report: AEW Dynamite 05-02-2020

Salve amici di Spazio Wrestling,sono Mauro Panè e come sempre vi do il benvenuto al tradizionale appuntamento con il report di AEW Dynamite! La puntata odierna vedrà in primo piano la tanto discussa rivalità tra MJF e Cody Rhodes, faida che continua ad andare avanti dai fatti di Full Gear e che pian piano si fortifica con le sfide che dovrà affrontare Cody, affinché quest’ultimo possa avere l’opportunità di mettere le mani addosso al suo ex migliore amico nel ppv REVOLUTION. Cody questa sera affronterà un dura prova che metterà in bilico la propria salute fisica e mentale, infatti sarà costretto a subire “10 frustate in diretta televisiva”, uno metodo dannoso quanto umiliante per l’American Nightmare che mostrerà la propria temerarietà pur di ottenere ciò che vuole, la stessa determinazione che dovrà portare con se anche settimana prossima, quando affronterà Wardlow in uno Steel Cage Match. Oltre questo segmento la card ci offrirà i seguenti match:

The Elite vs Lucha Bros, The Butcher and The Blade: Questo match è frutto dei fatti accaduti settimana scorsa, gli Young Bucks dopo aver sconfitto proprio Butcher e Blade sono stati attaccati da quest’ultimi. In aiuto dei fratelli Jackson sono arrivati Omega e Page che a suon di V-Trigger e Buckshot lariat hanno ripulito rapidamente il ring. The Elite questa sera sarà al completo per fronteggiare i due cavalieri oscuri, accompagnati come sempre da Allie e dai Lucha Brothers. I messicani completeranno il team heel.

Britt Baker vs Yuka Sakazaki: Gran ritorno per la nipponica Yuka Sakazaki che finora non ha totalizzato nemmeno un’ apparizione negli show settimanali targati Dynamite, avrà modo di confrontarsi immediatamente con una delle più toste della divisione femminile, ovvero la dottoressa Baker che ha cambiato la propria personalità ritenendosi più forte di prima, un turn heel che gli darà probabilmente molta autoconsapevolezza delle proprie abilità da stratega.

Jon Moxley vs Ortiz: Sempre durante la scorsa settimana abbiamo avuto modo di vedere il promo di Mox che ha invitato Jericho & Co a farsi vivi sul ring. I membri dell’Inner Circle in breve tempo hanno accolto la richiesta del lunatico,presentandosi sullo stage,ma Mox senza pensarci due volte si è scagliato contro ben dieci uomini,facendo intervenire persino la security. In tutta la confusione quello che ha pagato l’irruenza del cane pazzo è stato Ortiz che si è beccato un Paradigm Shift. Quest’oggi il portoricano avrà l’opportunità di riprendersi la propria rivincita.

Detto questo, lo show può avere inizio! Buona lettura e buon Wednesday Night Dynamite!

Single Match: Jon Moxley vs Ortiz (w-Santana)

Anche questa puntata si apre con l’ingresso di Jon Moxley che infiamma l’atmosfera, sarà il suo match ad aprire le danze contro il membro dei “Proud and Powerfull” Ortiz. Risuona anche la theme di Jericho che siederà al tavolo dei commentatori!

Mox subito forte con varie chop e una clothesline, mosse che fanno subito allontanare Ortiz a bordo ring. Si ritorna subito sul quadrato, Santana distrae Moxley, Ortiz ne approfitta e atterra Jon con un enziguri, spostando successivamente la faida di nuovo a bordo ring. Il lunatico si trova adesso in difficoltà, Ortiz fa impattare il proprio avversario nei gradoni d’acciaio chiamando l’arbitro al conteggio,ma Moxley rientra in tempo debito. Ortiz dopo un tentativo di camel clutch passa alle tecniche di impatto con una bella powerbomb ma non risolutiva. Moxley in un secondo tempo riesce ad atterrare Ortiz ed esegue una figure four leg lock, annullata dall’ispanico con un colpo scorretto. Moxley rimane lucido e getta Ortiz a bordo ring, atterrando con suicide dive Santana che si sacrifica per il compagno. Mox riporta la contesa di nuovo all’interno del quadrato, Ortiz però è abile a ribaltare la situazione con un somersault e un senton successiva, tecniche che non chiudono la contesa. Ortiz riprova il volo dalla terza corda, Mox lo anticipa con un calcio all’addome e tenta il Paradigm Shift, Ortiz però riesce ad evitare. Situazione favorevole che dura poco, Santana prova a distrarre nuovamente Moxley ma il portoricano viene atterrato involontariamente proprio dal compagno Ortiz che nel giro di due secondi viene annichilito dal Paradigm Shift con il conto finale di tre!

A fine match il cane pazzo viene attaccato da Santana, ma anche per quest’ultimo si apre la strada del Paradigm Shift. Dopo l’ennesima finisher, Mox mostra le chiavi della Ford Gt alla stable rivale, colpendo Santana all’occhio sinistro proprio con le chiavi. Piccola rivincita per Moxley che fa infuriare Jericho e compagnia bella.

Vincitore: Jon Moxley

Tag Team Match: SCU vs Best Friends (w-O.Cassidy)

Partono subito in clinch Trent e Kazarian che provano a studiarsi in queste prime fasi. I due si scambiano diverse chop, serie chiusa da un high knee di Trent che da il cambio a Taylor. Chuck è poco lucido, non mantiene il vantaggio creato su Kazarian, permettendo a quest’ultimo di ottenere il tag. Taylor prova a rimediare,atterrando Sky con un shoulder tackle e un back elbow, tecniche ben eseguite ma poco efficaci, Sky risponde bene con un super kick e un dropkick. Rientrano nuovamente Trent e Kazarian che creano confusione sul ring facendo intervenire anche gli uomini non legali con numerose tecniche eseguite a bordo ring, serie chiusa da una senton di Taylor su Sky. Si ritorna sul ring ,Taylor ritorna ad essere l’uomo legale, Kazarian prova a rispondere al momento di difficoltà senza successo, si vede costretto a rimanere al suolo dopo una suplex, seguita da un elbow drop in springboard dal nuovo entrato Trent. Trent prova una tecnica volante, ma viene anticipato al volo da Kazarian con una backbreaker. Trent reagisce bene e dopo l’ennesimo momento di confusione riesce ad atterrare Kazarian con una running knee, non decisiva però. I Best Friends sono gasati, provano a chiudere con la Strong Zero! La tecnica viene interrotta da Sky che fa cadere rovinosamente Taylor dalla terza corda, colpendo successivamente Trent con un running high kick. Tecnica decisiva al roll up successivo di Kazarian che chiude sul tre, schienando Trent!

A fine match i due team vengono attaccati dai membri del Dark Order, Orange Cassidy rimane in un primo momento incolume, Evil Uno notando ciò prova ad offrire al Freshly Squeezed una delle maschere tipiche del Dark Order, Cassidy ovviamente rifiuta l’offerta e prova a far partire i fake kick. Stu Grayson non è dello stesso parere e attacca immediatamente Cassidy, seguito dal resto della stable. Vedendo la situazione, arriva Christopher Daniels che fa allontanare il Dark Order, quest’ultimi non interessati ad ingaggiare una faida fisica con il Fallen Angel, arretrano fino al backstage.

Vincitori: SCU

Single Match: Britt Baker vs Yuka Sakazaki

La Baker immediatamente si aggancia al braccio sinistro dell’avversario, puntando al gomito, la nipponica però con agilità riesce a reversare la tecnica a proprio favore. La Baker passa alle scorrettezze, portando la rivale all’angolo,soffocandola in maniera illegale. La magical girl è abile a ribaltare la situazione con una buona hurricanrana, seguita da una clothesline che mette in difficoltà la dottoressa. La Baker non si perde d’animo ed atterra la nipponica con una swinging neck breaker, per poi tentare la mandible claw. La Baker prova a chiudere la tecnica di sottomissione ma senza successo, Yuka ribalta la mossa con un crucifix pin che risulta incredibilmente vincente. Yuka Sakazaki vince dal nulla, sorprendendo tutti, inclusa la dottoressa Baker!

Post match, Britt Baker attacca la Sakazaki,rompendo un dente di quest’ultima! Dopo il barbaro attacco la dottoressa mette la firma con una mandible claw che fa perdere i sensi alla povera atleta asiatica, supportata successivamente dai sanitari.

Vincitrice: Yuka Sakazaki

8 Man Tag Team Match: The Elite vs Lucha Bros, The Butcher & The Blade (w-The Bunny)

Cominciano Page e Blade che partono forte a suon di chop, sequenza chiusa dal cow boy con un big boot. Numerosi cambi nella Elite zone, gli atleti eseguono diverse tecniche combinate che mettono in difficoltà il team avversario, creando successivamente una grande confusione. Il match momentaneamente si trasforma in un tornado match con Fenix che ci delizia con una senton dal paletto che atterra tutti membri dell’Elite. Si ritorna all’ordine, Blade rimasto l’uomo legale lavora bene Nick Jackson al suolo, alternando diversi cambi con The Butcher. Rientra Blade ma è poco lucido, si fa sfuggire Nick in maniera banale, fallendo un semplice elbow smash, il membro degli Young Bucks rapidamente atterra i due signori oscuri e i fratelli messicani con ottima double arm drag fuori dal ring. Entra Omega, Kenny però non ha molta fortuna nel suo ingresso, il neo entrato Fenix lo mette in difficoltà insieme al supporto di Pentagon, combinando una tecnica aerea ben eseguita. Entra Butcher che prova a far valere la propria stazza su The Cleaner, ma il canadese è abile ad eseguire un hurricanrana che gli permette il tag a favore di Hangman Page. Subito il cow boy mette al tappetto l’intera fazione avversaria, a suon di big boot e clothesline. Entra Nick,ma subito si trova in difficoltà, colpito da tutti i membri avversari, The Butcher prova a chiudere con una powerbomb, pin interrotto da Omega quasi sul tre. Tutto ciò crea un momento di confusione, parte il superkick party e Page colpisce Butcher con il Buckshot lariat, schienamento che non si concretizza con l’intervento dei messicani. Page rimasto l’uomo legale non da il cambio a Matt che fa infuriare i fratelli Jackson, Page distratto dalle lamentele degli Young Bucks si fa atterrare da uno slin blade di Pentagon, diventato l’uomo legale. Pentagon subito carica Page per la Package Piledriver che va a segno grazie al volo di Fenix, tecnica che spiana la strada ai due messicani alla vittoria!

Post match Page se ne va tra le critiche dei fratelli Jackson, Omega rimane sul ring pronto per essere intervistato. Nel titantron però, appare la figura di Pac che minaccia ancora Omega, nel tentativo di ottenere il suo match contro The Cleaner. The Bastard minaccia di colpire Riho, se Omega non si decide la povera nipponica rischia grosso! Omega tiene molto a Riho e senza pensarci due volte accetta la richiesta di Pac. Il britannico finalmente contento si auto considera un vero e proprio bastardo,ma non una “bestia”, non al punto da colpire una donna. Per evitare di infangare la propria reputazione alle spalle di Riho appare Nyla Rose che attacca la campionessa, spalmandola su di un tavolo con una powerbomb. Nyla punta al titolo ed avrà un match settimana prossima proprio contro Riho!

Vincitori: Lucha Bros,The Butcher & The Blade

Single Match: Kip Sabian(w-P.Ford) vs Joey Janela

Janela parte in quinta colpendo ripetutamente Sabian con diverse chop disordinate. Sabian restituisce il favore con un enziguri e un dropkick, chiudendo Janela all’angolo. Janela risponde nuovamente con le sue tradizionali chop al petto, passando ad una back suplex, con schienamento successivo, chiaramente inefficace. Sabian ribalta la situazione dando un calcione alla schiena del Bad Boy, mossa che non impressiona Janela. Sabian dopo un tentativo di headlock sposta la faida sull’apron atterrando Janela con un dropkick, facendo cadere Joey rovinosamente; la Ford fa anche la sua parte, scaraventando Janela sui gradoni d’acciaio. Si ritorna sul ring, Sabian continua a mantenere il proprio vantaggio con diversi stop seguiti da una buona enziguri all’angolo. Sabian solleva Janela ed esegue una buon suplex con l’ausilio della terza corda, con schienamento successivo, ancora non decisivo. Janela ribalta la situazione, gettando Sabian fuori dal ring, atterrando l’avversario con un sucide dive seguito da un german suplex. Grande combinazione che non portano Janela alla vittoria, lo schienamento si interrompe sul due dell’arbitro. Sabian risponde, grande knee strike ma poco utile, Janela lo atterra con una neckbreaker, provando nuovamente lo schienamento, ancora due! Sabian si rifugia tra le braccia della Ford, godendosi un bacio appassionato, bacio che risulta essere la salvezza del Super Bad, perché permette a Sabian di far commettere un passo falso a Janela; infatti il bad boy atterra Penelope Ford con un big boot, facendo cadere la bella atleta dall’apron, Sabian ne approfitta e chiude la contesa con un roll up vincente!

Vincitore: Kip Sabian

Next week on Dynamite:

Riho vs Nyla Rose (AEW Women’s World Championship); SCU vs Hangman Page & Kenny Omega (AEW World Tag Team Championship Rematch); Jon Moxley vs Santana.

In 2 weeks :

Tag Team Battle Royal (for a title shot at Revolution); Cody vs Wardlow (Steel Cage Match).

In 3 weeks:

Pac vs Kenny Omega (30 Minute Iroman Match).

10 Lashes on live TV (ME)

Dopo l’entrata di MJF e Wardlow, Cody fa il suo ingresso, come un condannato a morte si dirige lentamente verso il quadrato, supportato dal calore del pubblico. Cody pian piano leva i propri abiti, fino a rimanere a petto nudo, pronto per la sentenza, ma Cody si gasa grazie ai propri fan. MJF non vuole rovinare la propria cintura, chiedendo quella Cody, facendo partite così l’umiliazione. Cody da le spalle a MJF ed è pronto a subire le dieci frustate! Dopo il primo colpo MJF comincia a spogliarsi e sullo stage si presentano The Butcher, The Blade, Kip Sabian, Britt Baker e Sammy Guevara, tutti in posa a godersi lo spettacolo. Arrivati alla terza frustata si presenta Arn Anderson che prova a convincere Cody a lasciar perdere e pensare alla propria integrità fisica, ma Cody è un osso duro e continua ancora fino alla quinta. Siamo a metà! Sul ring si presenta Dustin che prova a difendere il fratello,disposto a prendersi le restanti frustate. Chiaramente MJF si rifiuta, continuando a colpire l’American Nightmare,arrivando rapidamente alla settima. Entrano sulla scena pure gli Young Bucks che danno manforte al proprio amico. Siamo adesso all’ottava e Cody si trova in difficoltà,ma ha il tempo necessario per poter mostrare il dito medio a MJF e mandarlo a quel paese per non essere volgare. Quest’ultimo non la prende bene, permettendo a Wardlow di eseguire la nona frustata! Colpo pesantissimo, Wardlow decisamente più forzuto di MJF atterra Cody senza pietà, il piccolo di casa Rhodes perde quasi i sensi. In supporto arriva anche la moglie Brandi che da la forza giusta al marito per subire l’ultimo colpo che arriva purtroppo in pieno sterno, scudisciata finale pericolosa, effettuata in un punto molto critico . Dopo aver finito la sequenza, come se non bastasse, MJF colpisce Cody con un low blow, fuggendo rapidamente tra i fan dell’arena. Una pioggia di fischi e un mal concio Cody Rhodes chiudono la puntata odierna. L’American Nightmare si rialza grazie al sostegno della moglie e degli amici, ma sicuramente arriverà al match di settimana prossima con diversi acciacchi.

Amici anche questa puntata si conclude, io vi do appuntamento a settimana prossima per il consueto appuntamento con AEW Dynamite!

The following two tabs change content below.