Report: AEW Dynamite 29-01-2020

Salve amici appassionati del ring Elite e ben ritrovati con un nuovo report di Wednesday Night Dynamite! Manca un mese esatto al ppv REVOLUTION e i nodi ormai vengono al pettine con le rivalità che si infiammano sempre di più, chiaramente prima fra tutte quella tra Jon Moxley e Le Champion. Mox dopo la grande vittoria su Pac è diventato ufficialmente il #1 contender al titolo di campione del mondo AEW. Quest’oggi avrà anche modo di poter effettuare un promo, avvantaggiato anche dal clima favorevole offerto dallo stato dell’Ohio. Per il resto la card di oggi ci offrirà i seguenti match:

Chris Jericho, Santana & Ortiz vs Darby Allin & Private Party: Le Champion sostenuto dai suoi fedeli scagnozzi affronterà nuovamente Allin, l’ultima volta i due si affrontarono per il titolo AEW nelle prime puntante di Dynamite, curiosa sarà la presenza dei Private Party, vedremo se saranno decisivi nel supportare “l’Invisible Man” Darby Allin.

The Young Bucks vs The Butcher and The Blade: I fratelli Jackson sono stati grandi sostenitori dell’American Nightmare Cody, aiutandolo più volte nella rivalità contro MJF, prova ne sia la figuraccia di Maxwell durante la scorsa puntata. Quest’ultimo quando ne ha avuto la possibilità si è fatto aiutare dai due signori oscuri,minacciando più volte l’incolumità di Cody e dei suoi sostenitori. Quest’oggi quindi avremo modo di vedere i due team in azione, dopo la sfida lanciata da The Bunny Allie.

Kip Sabian vs Cody: Il superbad da un paio di settimane sta ottenendo un discreta attenzione tra ring e social, supportato come sempre dalla bellissima Penelope Ford. Sabian è un grande atleta e avrà sicuramente modo di fare grandi cose sul ring Elite,sfruttando il proprio personaggio heel. Infatti quest’oggi avrà modo di confermare la mia ipotesi contro un uomo che di certo non è il novellino di turno nel mondo del wrestling, sto chiaramente parlando di Cody Rhodes.

Attualmente la card ha questo da offrirci, sicuramente vi saranno altri match nel corso della puntata;incontri che scopriremo insieme seguendo AEW Dynamite!

Moxley Speaks

Si parte subito con il nostro Jon Moxley che fa il suo ingresso tra i fan, Mox una volta salito sul ring prende il microfono,godendosi il tripudio del pubblico. Mox “getta benzina sul fuoco” su un pubblico già infuocato, ricordando il match che si disputerà a Revolution. Mox definisce Jericho un uomo difficile da abbattere, persino i grandi della federazione non sono riusciti a batterlo, Mox non si reputa un supereroe, ha commesso diversi errori; sbagli che magari l’hanno portato ad essere infortunato e in condizioni non proprio ottimali. Mox conosce però le debolezze di Jericho, ritenendolo un manipolatore e un bugiardo, Mox non perderà la propria determinazione e si prenderà tutto a Revolution! Mox invita “Le Goat” ad entrare sul ring! Jericho non si fa attendere ed esce subito in avanscoperta sullo stage, con il pubblico che canta la bellissima theme “Judas” creando un atmosfera stupenda. “Typical Cleveland idiots” queste sono le prime parole del campione, che passa subito al tema Moxley, definendo quest’ultimo uno stupido, sopratutto per il rifiuto rifilato all’Inner Circle qualche settimana fa.”Mox vuoi essere il campione, vuoi scalare le gerarchie?”. Ti basterà affrontarmi adesso! Tutto ciò detto chiaramente in chiave ironica; Jericho infatti invita gli altri membri dell’Inner Circle a presentarsi sullo stage, The Goat con le spalle ben coperte ne approfitta per insultare Jon e le persone dell’Ohio. Moxley a questo punto si vede pronto ad ingaggiare una faida, Ortiz fa uscire dal backstage altri compagni portoricani,ma Moxley non teme nulla, assaltando ben dieci uomini! Il lunatico viene allontanato dalla security, infastidito, colpisce un membro dello staff con la Paradigm Shift e se ne va vittorioso tra i fan, con un Jericho visibilmente frustrato.

Tag Team Match: The Young Bucks vs The Butcher & The Blade (w-The Bunny)

Ad iniziare la faida sono The Butcher e Matt Jackson, quest’ultimo subito atterrato da un shoulder tackle, evitando però una clothesline successiva che gli permette di ottenere il cambio. Entra pure The Blade che si vede costretto a subire le tecniche dei fratelli Jackson che si alternano a suon di cambi e superkick. The Blade ha la possibilità di rifiatare grazie all’intervento di Butcher, ma vantaggio poco duraturo, Nick è bravo ed atterra i due membri del team rivale. Nick prova un tecnica in springboard, ma la distrazione dell’arbitro è utile per un intervento scorretto di The Bunny che permette a Butcher di atterrare Nick con un running crossbody. Nick tornato sul ring si trova in difficoltà, diverse chop di The Blade che collabora bene con il compagno, cambiandosi costantemente. Chop, bicycle kick, backbreaker, tante tecniche che non aiutano Nick, costretto ancora a subire. La fortuna di Nick si rivela con una backbreaker effettuata male da Blade, Nick corre verso il proprio angolo e da il cambio al fratello! Matt è freschissimo, atterra subito The Blade e The Butcher con dei superkick. Blade è l’uomo legale, dopo essere stato atterrato si becca un elbow drop dalla terza corda, Blade durante lo schienamento successivo ne esce al conto di due. Matt da il cambio a Nick , in maniera combinata, Nick può eseguire un double foot stomp dalla terza corda, dopo questa tecnica The Butcher prova a salvare il compagno, ma si becca un double superkick! Matt carica Blade in posizione di tombstone, Nick in springboard vola con una senton. Meltzer Driver! Uno… due… tre!

Dopo l’incontro Matt e Nick vengono attaccati da Butcher e Blade, in aiuto dei due fratelli arrivano Omega e Page, che neutralizzano gli alleati di MJF rapidamente con una V-Trigger e un Buckshot Lariat. MJF può solo godersi la scena!

Vincitori: The Young Bucks

Single Match: Nyla Rose vs Big Swole

Nyla prova più volte ad afferrare la Swole, quest’ultima è agile e parte bene con numerosi low kick. Nyla risponde come sempre grazie al suo fisico atterrando la Swole con uno shoulder tackle, spostando la faida fuori dal ring. Nyla è abile a sfruttare il paletto e le molle del turnbuckle come oggetti contundenti, danneggiando pesantemente il braccio destro della Swole. Il match riprende sul quadrato, dopo una bodyslam e uno splash, la Rose prova a chiudere con lo schienamento, ma solo due! Nyla continua a mantenere il proprio vantaggio con una camel clutch al centro del ring, abbandonando l’idea della sottomissione per passare a tecniche scorrette con l’ausilio delle corde. Dopo un momento di ripresa la Swole viene atterrata nuovamente da un big boot, Nyla vedendo l’avversaria faticante all’angolo prova uno splash. Big Swole evita bene con un high knee di tutto rispetto, passando ad una manovra di sottomissione con presa a ghigliottina, Nyla però si libera, ma non può far nulla dopo il successivo high kick e alla TKO di Swole. Big Swole prova lo schienamento,ma non ha fortuna,solo due! La Swole non si perde d’animo e prova a caricare un altro high kick, neutralizzato subito da una spear della Rose,che passa immediatamente alla sua tradizionale sit down powerbomb che chiude la contesa sul conto di tre!

Vincitrice: Nyla Rose

Single Match: Kip Sabian (w-P.Ford) vs Cody (w-Arn Anderson)

Sabian parte fortissimo, con un missile dropkick che confonde i piani di Cody, solleva l’American Nightmare per un back body drop ma fallisce dopo un buon inizio, questo permette a Cody di atterrarlo con un bicycle kick e un successivo dropkick. La faida si sposta a bordo ring, Cody inavvertitamente colpisce la Ford, dispiaciuto prova a rialzarla, Sabian ne approfitta e sfrutta la distrazione di Cody, colpendolo con un calcione al volto, la Ford chiaramente ha recitato bene la propria parte, sceneggiata che ha permesso a Sabian di riprendere le redini del match. Sabian però al centro del quadrato non sfrutta bene il proprio vantaggio, da buon heel passa nuovamente alla recitazione, facendo finta di avere un problema serio alla caviglia. Con l’arrivo del medico e con la distrazione di Cody, Sabian vola  in springboard con una tornado DDT, tecnica che non chiude però la faida. Sabian riprova la stessa tecnica, ma stavolta Cody e attento, evita ed atterra Sabian con un moonsault e un successivo Disaster Kick, schienamento seguente che si ferma al due! Arn Anderson richiama più volte l’arbitro all’attenzione, passando ad atteggiamenti pesanti, che gli costano l’allontanamento dal ring. Situazione che viene sfruttata dalla Ford che atterra Cody con una hurricanrana a bordo ring, Sabian immediatamente vola oltre la terza corda con un somersault. Kip gasato dal momento si concede un bacio con la compagna vicino al pubblico, nel bacio si intromette Joey Janela che distrae i due, Cody stavolta coglie l’attimo con un sucide dive, riportando in un secondo momento la faida di nuovo sul quadrato. Cody però non mantiene la propria condizione favorevole, facendosi intercettare da Sabian con una DDT, con lo schienamento che non vede ancora alcun vincitore. Sabian carica Cody in posizione di Deathly Hollows ( Sabian’s finisher), ma non è abile nel sollevamento, Cody sfugge alla presa ed in sprigboard atterra Sabian con una TKO, seguita da ben “tre” Cross Rhodes! Schienamento successivo che si conclude chiaramente sul conto di tre! Buon match, segmenti molto godibili, buona prestazione anche da parte di Kip Sabian, ma l’American Nightmare nella fase conclusiva è stato decisamente più decisivo.

Vincitore: Cody

Dopo il match all’ingresso dello stage vi è la dott.Baker che mostra il proprio cambiamento personale, insultando pesantemente il povero Schiavone, il pubblico di Cleveland e Jim Ross. Qualche messaggio viene dedicato anche a Riho, sicuramente si trova nella posizione giusta per puntare al titolo della nipponica.

Kobe Bryant tribute

Gli SCU si presentano con la maglia dei L.A. Lakers con i numeri “8 e 24”, omaggiando Kobe Bryant, recentemente scomparso insieme alla figlia in un terribile incidente in elicottero. Il pubblico risponde bene, gridando a gran voce il nome di Bryant. Dopo questo omaggio, Daniels porta la propria attenzione su quello che è accaduto settimana scorsa, ovvero la perdita dei titoli di coppia da parte di Kazarian e Sky, sapendo di poter richiedere un rematch, cosa che non accadrà immediatamente, stasera se la vedranno con gli Hybrid 2.

Tag Team Match: SCU vs The Hybrid 2

Angelico parte bene, atterrando Kazarian puntando subito al braccio dell’avversario. Kazarian però dopo un armdrag ribalta la situazione, passando più volte alla headlock. Entra Sky, la situazione si ribalta, Sky è poco lucido a mantenere una presa all’addome e si fa sfuggire Angelico che da il cambio a Evans. Evans prova subito a far bene, ma Sky si fa perdonare l’errore precedente con un double foot stomp, cambiandosi con Kazarian che prova lo schienamento, Evans alza la spalla! Rientra Sky, ma Evans risponde bene con un corkscrew kick ben eseguito che mette in difficoltà Sky, la contesa viene spostata momentaneamente a bordo ring, Sky viene spalmato più volte nelle barricate e rigettato di nuovo sul ring. I due Hybrid 2 utilizzano numerosi cambi per riposare, classica strategia, per poter eseguire anche diverse tecniche combinate. Sky stanco di subire, atterra Evans con un suplex, quest’ultimo rapidamente si rifugia al proprio angolo facendo entrare Angelico. Angelico non riesce a frenare Sky che riesce a dare il cambio a Kazarian, subito l’altro membro degli SCU mette al tappeto Angelico con una TKO in springboard provando lo schienamento, pin annullato da Evans che esegue una double foot stomp in sprigboard, tecnica ripetuta in maniera combinata dai due Hybrid 2 che provano a chiudere la contesa. Il match viene salvato da Sky che interrompe il conteggio; salvataggio importante che permette agli SCU di ribaltare rapidamente la situazione, chiudendo il match con la loro tipica tecnica combinata.Ginocchiata di Kazarian e tutti a casa!

Vincitori: SCU

Next Week on Dynamite

Prima del Main Event viene preannunciata la card di settimana prossima con la seguente programmazione:

Jon Moxley vs Ortiz; Britt Baker vs Yuka Sakazaki; 8 man tag team match: Young Bucks,Omega & Page vs Lucha Bros, The Butcher & The Blade. Sempre il prossimo Mercoledì, Cody dovrà affrontare una delle stipulazioni proposte da MJF,ovvero “10 Lashes on Live Tv” che per quanto abbiamo capito, saranno dieci frustate in diretta televisiva.

Six Man Tag Team Match(ME): The Inner Circle vs Darby Allin and Private Party

Allin e Jericho si trovano subito face to face, il canadese schiaffeggia Allin deridendolo, Allin però risponde con concretezza e agilità con uno sprigboard armdrag. Jericho si rifugia immediatamente all’angolo, facendo entrare Ortiz. Dall’altra parte entra Kassidy che rapidamente atterra Ortiz, cambiandosi con il proprio compagno Quen con un double foot stomp combinato. Quen dopo lo schienamento fallito, si fa atterrare da un missile dropkick di Ortiz che da il cambio a Santana. Quen risponde incredibilmente bene alle tecniche dei due portoricani, atterrando Santana con una hurricanrana. Entra Kassidy che sembra avere inizialmente vita facile contro i due ispanici, ma Jericho in maniera furtiva si prende il tag, atterrando Isiah con uno sprigboard dropkick. Altro cambio, rientra Santana che alterna i tag per la classica vertical suplex dei due Proud and Powerful, tecnica chiusa stavolta da Jericho. Nuovamente Santana sul ring, Kassidy è difficoltà, subisce molto, grandi combinazione dei tre dell’Inner Circle, senton, lionsault e splash in rapida successione, ma Kassidy ancora dice no alla chiusura del match, alzando la spalla durante il pin! Ortiz prova la cannon ball, Kassidy recupera e atterra i due portoricani con un hurricanrana e un dropkick. Entra Allin, rapidamente atterra tutti, provando lo schienamento, interrotto da The Goat. Allin effettua un moonsault su Jericho e prova nuovamente lo schienamento, Jericho dice ancora no. Hager prova a distrarre Allin,ma quest’ultimo viene abbattuto proprio da Allin con il Coffin Drop! Gli uomini legali sono Kassidy e Jericho, Isiah prova a rialzare il canadese rimasto a terra,ma dal nulla Le Champion estrapola la propria Judas effect! Schienamento, uno…due…tre!

Post match, i membri dell’Inner Circle ancora poco sazi della vittoria appena ottenuta attaccano Darby Allin e i Private Party, ad avere la peggio è l’Invisible Man. In tutto questo arriva Jon Moxley che gasa ancora una volta l’arena, allontanando la stable a colpi di mazza da baseball. L’Inner Circle è costretto ad indietreggiare verso il backstage, con un Moxley orgoglioso del proprio operato al centro del ring.

Vincitori: The Inner Circle (Jericho,Santana & Ortiz)

Amici di Spazio Wrestling, quest’altra puntata si conclude, vi invito al solito di continuare a seguirci per qualsiasi novità o curiosità, riguardanti il mondo AEW. Noi invece ci “vediamo” come sempre settimana prossima per il tradizionale report targato Dynamite. Alla prossima!

The following two tabs change content below.