Report: AEW Full Gear 2019

Salve amici di Spazio Wrestling e come sempre ben ritrovati tra le righe dell’ennesimo report targato All Elite Wrestling! Oggi finalmente è giunto il giorno dell’attesissimo ppv Full Gear, quest’ultimo frutto di ciò che accaduto nelle puntate precedenti di AEW Dynamite. La card di quest’oggi è riuscita a scaldare gli animi dei fan, non solo per i match che veranno proposti ma per come sono stati costruiti proprio quest’ultimi, partendo chiaramente da quello che sarà il Main Event della serata ovvero Cody vs Jericho. I due hanno regalato durante gli show settimanali promo e risse di tutto rispetto con una cadenza degli eventi ben costruita.La stipulazione di questo incontro vedrà la presenza di tre giudici che sceglieranno in caso di necessità l’esito dell’incontro, nel caso in cui il match dovesse durare per più di sessanta minuti. Ovviamente il vincitore uscirà dall’arena con l’AEW World Champioship. Facendo riferimento sempre al main event,nel caso in cui dovesse perdere Cody,il figlio dell’American Dream rinuncerà per sempre al titolo mondiale AEW. Anche in questo ppv persiste la faida infinita tra Kenny Omega e Jon Moxley, conflitto che continua a durare per volontà del cane randagio che più volte ha deciso di attaccare il canadese, considerando anche il match non disputato a All Out.L’incontro tra Mox e The Cleaner sarà un Unsactioned Lights Out Match. Ho già  la pelle d’oca! Altro single match rilevante è valido per l’AEW Women’s World Championship che vedrà Riho difendere il titolo dall’assalto di Emi Sakura;quest’ultima è riuscita nell’impresa di schienare la campionessa la scorsa puntata di Dynamite,con una magistral ben eseguita.Altro match titolato sarà il three-way tag team match dove i campioni di coppia degli SCU difenderanno i propri titoli dalla doppia minaccia chiamata Lucha Bros e Private Party. Assisteremo ad un altro tag team match, chiaramente non ci sarà nulla in palio,se non l’onore e la dignità della vittoria, sto parlando dell’incontro The Young Bucks vs Santana & Ortiz. Tra gli altri single match avremo Hangman Page vs Pac, rivalità riportata in superficie dal Cow Boy per l’atteggiamento scorretto di Pac durante le puntante di Dynamite. Prova ne sia il low blow di The Bastard durante il debutto dello show settimanale.Scorrettezza che gli ha permesso di sconfiggere proprio Page.A concludere la card avremo, Shawn Spears vs Joey Janela e Britt Baker vs Bea Prietsley.

Amici riempite i vostri calici di champagne ricco di bollicine, tenendo fede alla catchphrase di Jericho, sta per cominciare AEW Full Gear!

BUY IN (Kick-off)

Single match: Britt Baker vs Bea Priestley

La Baker entra sul ring minacciosa chiarendo immediatamente le sue intenzioni. Infatti al suono della campanella parte immediatamente forte atterrando la rivale al suolo colpendola ripetutamente. Bea all’angolo evita il primo colpo per poi essere schienata da un back slide. La Priestley dopo aver evitato una cross face colpisce la Baker con uno stomp potente, lanciando successivamente l’avversaria verso l’angolo. Bea continua a colpire la dottoressa anche in maniera scorretta provando diverse sottomissioni con l’ausilio delle corde e del palo di sostegno del ring. La Baker prova la rivalsa caricandosi di peso la rivale, ma la schiena è stata messa a dura prova a causa delle sottomissioni precedenti. Adesso le due atlete si scambiano una serie di colpi, conclusa con un double lariat che atterra entrambe le lottatrici. Ennesimo scambio di colpi, però stavolta è la Baker a spuntarla . Slin blade della Baker seguita da una fisherman neckbreaker prova lo schienamento ma solo due. La Priestley conosce il punto debole della Baker ovvero la schiena e colpisce la dottoressa diverse volte. Bea sale sulla terza corda, ma viene intercettata dalla Baker che la punisce con una super plex. Prova lo schienamento ma viene reversato in crucifix pin a favore della britannica, solo due. Bea riprova il pin con una fisherman suplex ma trova ancora il due dell’arbitro. La Priestley vede l’avversaria sull’apron e la fulmina con un double foot stomp e prova lo schienamento,ma solo due. La Baker non si da per vinta , ribalta la situazione e colpisce l’avversaria con un altra fisherman neckbreaker, per poi finire le ostilità con la sua tradizionale mossa finale che si conclude con la mandible claw! L’arbitro fa suonare la campanella e la dott.Baker si aggiudica il match per sottomissione.

Post match fanno il loro ingresso Brandi Rhodes e Awesome Kong ,quest’ultima colpisce la Priestley con una double underhook facebuster. Dopo l’attacco Brandi e Awesome Kong tagliano una ciocca di capelli della Priestley. A cosa servirà questo gesto?

Vincitrice: Britt Baker

MAIN CARD
Adesso siamo nel vivo dello show,il pubblico di Baltimore (MD) è piuttosto galvanizzato e comincia a far risuonare in tutta l’arena il tradizionale coro AEW!AEW!AEW!

Tag Team match: The Young Bucks vs Santana and Ortiz

I primi a cominciare saranno Santana e Nick Jackson che ingaggiano una violenta serie di colpi da far intervenire i rispettivi partner. Nick da immediatamente il cambio, Matt atterra Santana con una spear facendolo finire fuori dal ring. I fratelli Jackson provano una pescado oltre la terza corda e colpiscono i due rivali.Matt sul ring prova a controllare il braccio di Santana ma senza successo, Santana fugge dalla presa e trova il tag. Ma la sorte di Santana tocca ad Ortiz che viene colpito più volte al braccio.Il lavoro viene continuato da Nick che però viene aggredito da Santana senza aver ricevuto il tag, i due portoricani ne aprrofittano per fare una meravigliosa sottomissione combinata. Santana adesso è uomo legale, colpisce Nick con un suplex e una body slam. Entra Ortiz che effettua una running splash, successivamente porta all’angolo il rivale e prova a colpirlo andando a vuoto. Nick ne approfitta e da il cambio al fratello alquanto fresco. Matt e Santana sono gli uomini legali, Matt sale sulla terza corda e vola per una flying elbow drop, trovando il due dell’arbitro durante lo schienamento. Adesso i fratelli Jackson eseguono un ottima mossa combinata, un rocket luncher all’angolo accompagnato da un gamengiri. Nick vola e trova una double foot stomp, con il conto successivo di due. Il match si sposta fuori dal ring ma stavolta alla guida della faida sono i due ispanici che colpiscono i fratelli Jackson facendoli impattare nelle barricate. Gli ex membri del LAX provano insieme ad eseguire un superplex ai danni di Nick che però riesce a liberarsi, per poi essere punito da un double dropkick. Ortiz è l’uomo legale, colpisce con una head butt Nick, ineffice però, colpito a sua volta dal membro degli YB con un superkick. Entrano Matt e Santana, Matt subito galvanizzato ci delizia con numerose suplex, l’ultima eseguita su entrambi i membri dell’Inner Circle, provando lo schienamento, ma solo due!Matt rimane l’uomo legale, Nick a bordo ring viene aggredito da Ortiz, cercando di fare il lavoro sporco,aiutando il partner due contro uno. Santana stavolta da il tag, Ortiz al suo ingresso però fallisce una tecnica dal paletto e viene colpito. Sul ring Santana prova ad eseguire sugli YB  un lion sault che si conclude con un double superkick a favore dei fratelli. Matt chiede al fratello di chiudere la contesa, ma Nick ha subito un infortunio al ginocchio durante la contesa a causa di un calcio finito male. Matt da solo rischia di soccombere, ma prova il tutto per tutto dando il cambio a Nick che nonostante tutto colpisce i due portoricani con diversi corscrew kick. Dopo le innumerevoli tecniche devastanti, Ortiz dal nulla esce una power bomb di tutto rispetto, con successivo superkick di Santana,trovando l’ennesimo due!La coppia dell’Inner Circle usufruisce del momento favorevole, sbarazzandosi di Matt e provano a chiuderla sfruttando l’infortunio di Nick. Santana carica Nick in posizione di powerbomb , Ortiz dalla terza corda vola! Insieme effettuano una blockbuster powerbomb! Uno… due…tre! I membri dell’Inner Circle mantengono la promessa,riuscendo a battere gli YB.

Post match entra Sammy Guevara che aiuta i due colleghi della stable nel continuare la mattanza sui fratelli Jackson. Dal pubblico però arrivano in aiuto i The Rock’n Roll Party che fregandosene dell’età avanzata ci deliziano prima con una Canadian destroyer e con un suicide dive mozzafiato. L’arena è una bolgia!

Vincitori: Santana and Ortiz

Single match: Pac vs Hangman Page

Pac prova a partire immediatamente bene e prova a caricare Page, ma non tiene conto della differenza di corporatura.Page lo solleva e lo porta all’angolo colpendolo più volte,spostando la contesa fuori dal ring,facendo impattare Pac nelle barricate. Ancora Page protagonista con una fallaway slam,shooting star press e successivo suicide dive.Tecniche eseguite in rapida successione che mettono in difficoltà il britannico. Pac prova la reazione, sfruttando le soliti distrazioni arbitrarie, colpendo l’occhio sinistro di Page in maniera scorretta. Pac è abile a sfruttare il momento e riesce a tenere Page all’angolo con diversi stomp e con un uppercut in corsa,con successivo schienamento.  Ancora è presto! Page tuttora in difficoltà all’angolo viene colpito da diversi bicycle high knee e poi viene portato al centro del quadrato dove subisce un calcio in pieno viso. Pac prova a tenere a terra l’avversario con una head lock,Page prova a far valer nuovamente la propria tenuta fisica ma viene riporto all’angolo e preso da un high kick. Pac sale sul paletto e prova una phoenix splash che finisce miserabilmente a vuoto favorendo la rivalsa del cow boy. Page adesso ha l’occasione di recuperare; in una sequenza di movimenti da una corda all’altra,Page spalma il rivale al centro del ring con una spinebuster,per poi ripetersi con una tecnica simile sull’apron. Page sale sul terzo turnbuckle ed esegue un moonsault dei suoi, per poi fucilare il proprio nemico con un big boot. Page si porta sull’apron pronto il buckshot lariat, Pac astuto però esce dal ring, cercando di guadagnare fiato e tempo. Da grande stratega riesce a ribaltare la situazione a proprio favore con una brainbuster sulla sedia.Con Page fuori l’arbitro inizia il count out che viene interrotto in tempo dall’ingresso sul quadrato di Page. Anche sul ring la situazione non cambia, Pac dopo un missile dropkick prova a chiudere salendo nuovamente sulla terza corda.Stavolta trova il movimento di Page che intercetta le sue intenzioni e viene punito da una fallaway slam dal paletto. Il cow boy sull’apron carica l’ennesimo buckshot lariat,interrotto da un superkick che non chiude i conti. Page soffre ma dal nulla provala Dead Eye che viene reversata nella Brutalizer di Pac. Hangman sull’orlo del cedimento trova le corde, Pac vedendo le condizioni del proprio avversario prova a chiudere con la Black Arrow. Pac vola, ma Page si sposta e si porta rotolando sull’apron. Stavolta è la volta buona per il buckshot lariat! Subito dopo esegue la Dead Eye provando il successivo schienamento. Uno…due…tre! Il Cow Boy vince, dopo un bel match!

Vincitore: Hangman Page

Joey Janela vs. Shawn Spears (w-Tully Blanchard)

Spears parte velocemente con numerose chop ai danni del Bad Boy, ma non fa i conti con i rapidi movimenti  del rivale e viene colpito da una hurricanrana. Sul apron Janela prova un superkick ma viene fatto cadere impattando rovinosamente ai lati del ring. Spears riporta la contesa sul quadrato, scambio di chop che si conclude con un Irish whip di Spears e con una back breaker. Spears tiene l’avversario al centro del ring tentando di danneggiare la schiena di Janela,già compromessa. Spears porta Janela all’angolo e lega i capelli di quest’ultimo con la corda del turnbuckle. Mossa scorretta quanto astuta,ma Janela riesce a fuggire e colpire Spears.Tentativo di rivalsa futile,il bad boy viene atterrato e subisce una sharpshooter. Janela con una grande distensione riesce a trovare le corde. Janela stavolta trova una ghiotta occasione per portare il match a favore proprio. Spears si trova costretto a rifiatare a bordo ring ma viene sorpreso da un somersault dal paletto. Joey ancora si dà da fare e colpisce Perfect 10 con un lariat e un superkick. Janela sale sul paletto ma viene anticipato da Spears che lo punisce con una back breaker sul turnbuckle. Blanchard tenta di distrarre l’arbitro, riuscendoci,permettendo a all’ex Tye Dillinger di togliere un cuscinetto dall’angolo opposto. Tutto ciò è servito a distrarre nuovamente l’arbitro che prova a sistemare la protezione dell’angolo.Contemporaneamente a bordo ring Janela subisce un tremendo piledriver e viene riportato sul ring dal Perfect 10 che chiude la contesa con la Running Death Valley Driver. Conto di tre e fine delle ostilità.

Vincitore: Shawn Spears

AEW World Tag Team Championship Match: SCU vs Lucha Bros vs Private Party

I primi due a cominciare sono Kassidy e Kazarian, quest’ultimo porta subito al suolo Quen con una headlock, i due si scambiano diverse tecniche per studiarsi a vicenda. Quen si avvicina all’angolo dei Luchador e Fenix ne approfitta per prendersi il tag. Il messicano entra bene, colpendo Kazarian con un superkick piuttosto potente. Attimo di caos, entrano i due membri del Private Party ma vengono fucilati dai superkick dei messicani. Dopo questo segmento abbiamo sul ring come uomini legali,Pentagon e Kazarian, e proprio Kazarian subisce i numerosi attacchi del rivale. Kazarian non trovando al proprio angolo il partner (Sky è stato atterrato da Fenix) è costretto a dare il cambio a Quen per poter riposare a bordo ring. Pentagon da il tag a Fenix, il piccolo luchador esegue diversi tag con il partner per poter effettuare più tecniche possibili. Pentagon colpisce Quen con una back statement, non decisiva. Quen abile riesce a colpire Pentagon dando il cambio però a Scorpio Sky. Adesso abbiamo sul ring, Fenix e Sky,il membro degli SCU esegue un TKO per poi eseguire un dragon clutch, altrettanto fa Kazarian ai danni di Kassidy. Si crea un ulteriore parapiglia all’interno del quadrato, tutti i lottatori sono sul ring, con diverse tecniche scambiate a vicenda finiscono a bordo ring,tutti tranne Fenix che con una tornillo in spring board delizia i nostri occhi,atterrando tutti gli uomini presenti fuori dalle corde. Kazarian rientrato sul ring esegue una DDT su Fenix facendo finire il momento favorevole dei Lucha Bros. Adesso sul ring sono presenti i Private Party che provano diverse tecniche combinate. Shooting star press di Quen! Ma solo due! Arriva Scorpio Sky in aiuto che demolisce rapidamente i Private Party fornendo un assist importante a Kazarian per la finisher combinata. Kazarian stampa la propria rotula sul volto di Kassidy e prova lo schienamento. Uno…due…tre! Gli SCU rimangono i campioni di coppia!

A fine incontro i Lucha Brothers attaccano Sky e Kazarian, ma dal nulla si spengono le luci. Aspettate, ma ci sono sul ring due Pentagon.Jr! Entrambi mimano esattamente il Cero Miedo. Ma uno dei due attacca l’altro con una Angel’s Wings.
Un momento! Il finto Pentagon è Christopher Daniels! Daniels è arrivato in aiuto dei compagni! A quanto pare ha recuperato dall’infortunio,prendendosi la sua rivincita personale.

Vincitori: SCU

AEW Women’s World Championship Match: Riho vs Emi Sakura

Le connazionali si rispettano, ingaggiano subito una prova di forza fisica vinta dalla Sakura, decisamente più possente dell’avversaria. La Sakura colpisce ancora Riho con  vari stomp, per poi concludere la serie con una avalanche crossbody che fa finire Riho fuori dal ring. La nipponica amante del rock sale sul paletto,ma viene intercettata da Riho e costretta a subire un double foot stomp. Riho sul ring sfrutta il momento con un single leg Boston crab,ma Emi trova le corde. La Sakura adesso effettua una headlock che si tramuta in una reverse neckbreaker, per poi eseguire un’altro avalanche crossbody,non decisivo alla chiusura. Riho è ancora in gioco e colpisce la Sakura facendola finire poggiata sulla seconda corda per poi effettuare un tiger feint kick. Riho prova ancora ad effettuare mosse di impatto e trova un running double high knee, ancora non decisivo. La Sakura ancora una volta fa valere il proprio fisico e colpisce Riho con una clothesline per poi eseguire uno splash dalla seconda corda,ma ancora due!La Sakura prova a richiudere con un roll up ma viene reversato a favore di Riho che esegue un double foot stomp. Riho ancora una volta riesce a trovare l’ennesimo double foot stomp, cercando successivamente il double high knee. Tecnica evitata dalla Sakura che non può evitare il successivo double foot stomp, schienamento interrotto al due. La Sakura prova a rispondere con la double underhook facebuster ma un attenta Riho atterra all’impiedi e colpisce la connazionale con un missile dropkick. Le due atlete provano a chiudere la contesa con diverse tipologie di pin. Emi riprova la magistral che le ha permesso di schienare Riho questo mercoledì ,ma solo due savolta! Emi Sakura incredula si distrae; subisce un tilt a whirl che le confonde l’idee dando la possibilità a Riho di portarla con spalle a suolo con un roll up. Uno…due…tre! Il titolo rimane alla vita di Riho!

Vincitrice:Riho

AEW World Championship Match: Chris Jericho(w-Hager) vs Cody(w-MJF)

L’ingresso dell’American Nightmare e del Painmaker smentiscono le mie parole dette ad inzio report, il Main Event vedrà Moxley vs Omega. Rimane ugualmente l’hype per un ME altrettanto fantastico, vista la storia costruita attorno e la stipulazione attualmente presente.
I due atleti ingaggiano un clinch subito interrotto da una presa al braccio da parte di Cody. Jericho reversa bene, portando l’avversario a terra, ma altrettanto fa Cody portando Y2J alle corde. Jericho fugge e a bordo ring parla all’orecchio di Hager, probabilmente sta pianificando qualcosa. Jericho rientra e dopo una headlock atterra Cody con spallata,ma The American Nightmare non ci sta e colpisce Jericho con la shattered dream. Jericho prova a controllare le movenze di Cody con una presa all’addome reversata più volte. Cody all’ultimo tentativo manda Jericho fuori dal quadrato per poi colpirlo con un suicide dive. Rientrato sul ring Cody colpisce il canadese con un missile dropkick. Cody adesso lavora sul gomito di Jericho per rendere inefficace un futuro Judas Effect. Powerslam di Cody,prova lo schienamento,ma due! Jericho si trova sulla rampa d’accesso del ring rialzata ad altezza apron per questo ppv, prova un tope con hilo ma Jericho si sposta facendo impattare Cody rovinosamente. Cody incomincia sanguinare copiosamente dalla fronte e Jericho si gusta il momento, colpendo il proprio avversario sulla ferita. Hager infierisce sfruttando la distrazione arbitrale. Jericho solleva Cody e lo lancia sulla terza corda, facendo impattare violentemente l’addome dell’American Nightmare. Le Champion passa alle scorrettezze per mortificare ancora di più la reazione del rivale, passando poi alle chop. Irish whip di Jericho che viene colpito però in corsa;semi reazione di Cody che prova immediatamente un moonsault che va a vuoto. Il Painmaker continua il suo momento favorevole con un addominal stretch per poi passare ad un dropkick. Il canadese tiene al suolo Cody con una headlock,l’incubo americano si libera, Jericho tenta un lion sault che non trova terreno fertile. Cody risponde con una stunner e un Disaster kick che fa finire Y2J fuori dal ring. Fuori dal quadrato Jericho riprende il controllo, impattando Rhodes sul palo di sostegno. Jericho va verso la madre di Cody che si trova tra il pubblico e si becca un bel ceffone, per poi essere colpito da una spear. Cody riporta la contesa sul ring, colpisce Jericho con una Alabama slam con successivo conto di due. Adesso Cody chiude le gambe del nemico nella figure four leglock che viene neutralizzata anche grazie all’aiuto di Hager. Hager colpisce una seconda volta Cody,ma stavolta l’arbitro attento caccia via proprio quest’ultimo. L’arbitro occupato nel cacciare Hager non da attenzione al ring, Jericho si impossessa della propria cintura e colpisce Cody. Schienamento che si conclude incredibilmente al conto di due! Cody risponde e da nulla estrae dal cilindro la Cross Rhodes! Uno…due…Jericho alza la spalla! Cody è galvanizzato dal momento ritenta il Disaster kick ma viene colpito al volo da una code breaker! Uno… due… incredibile! Ancora due! Jericho stanco della situazione, slaccia la cintura personalizzata in stile “Cody” e comincia a frustare il suo avversario, per poi essere interrotto dall’arbitro. Jericho sale sulla terza corda, Cody prova la frankeinsteiner ,ma si trasforma in una Walls of Jericho! Cody per fortuna sua è abile nell’avvicinarsi alle corde. Dopo un diverbio con l’arbitro, Jericho viene sorpreso da un roll up, non efficace. Jericho ritenta la Walls of Jericho eseguendola magistralmente, variandola all’altezza della cervicale. MJF vedendo l’amico in estrema difficoltà getta l’asciugamano all’interno del quadrato in segno di resa. L’arbitro fa suonare la campanella! Jericho vince per sottomissione e rimane l’AEW World Champion!
Cody dopo l’accaduto si mostra con un atteggiamento benevolo nei confronti dell’amico, ma quest’ultimo non ripaga, colpendo miserabilmente Cody con un low blow!
Cody oltre al titolo perde un amico. MJF è ufficialmente heel.

Vincitore:Chris Jericho

UNSANCTIONED LIGHTS OUT MATCH (ME): Jon Moxley vs Kenny Omega

Siamo al Main Event della serata! I due lottatori vengono annunciati da Justin Roberts che gasa incredibilmente i fan. Moxley non attende il suono del via e colpisce Omega con diversi pugni in più parti del corpo. Omega risponde con delle chop ma viene atterrato da una sidewalk slam. Mox non perde tempo e porta sul ring un bidone dell’immondizia. Dopo una colluttazione il match si sposta fuori dal ring, per poi passare tra i fan con un fantastico dropkick di Omega oltre le transenne. Attualmente siamo tra i fan, Omega atterra Mox lanciandoli un bidone per poi utilizzare la balconata per eseguire un double foot stomp. Il canadese prova a riportare la faida nei pressi del ring, trovando però la risposta di Moxley che lo colpisce con una snap suplex. Mox da buon sadico prende una mazza con del filo spinato all’estremità;oggetto utilizzato per colpire il nemico in maniera violenta. Omega comincia a sanguinare all’altezza delle spalle. Il cane randagio prova a fare la stessa cosa con il volto dell’avversario ma The Canadian X è abile nel fuggire e risponde lanciando il bidone su Moxley. Omega rinuncia alla prima idea di utilizzare la mazza spinata e prende un tavolo. Come sempre vengo smentito, infatti Omega prende nuovamente la mazza da sotto il ring. Mox lancia il solito bidone su Omega fuori da ring e tenta il suicide dive, interrotto da un colpo di mazza. Il sadico stavolta è The Cleaner che utilizza la mazza spinata in svariati modi, puntando al volto del rivale. Infatti dopo questa sequenza esegue un running bulldog su Mox, facendolo impattare sulla mazza. Omega ci delizia adesso con un moonsault dalla seconda corda,tenendo con se un bidone. Schienamento,ma solo due! Omega non contento esce un tavolo chiodato che fa esaltare il pubblico. Mox adesso cerca di prendere le dovute precauzioni, colpendo Omega con una clothesline per poi lanciarlo sul tavolo. Mox aggiunge un altro ingrediente al match, prende una catena d’acciaio e spalma il canadese,sull’oggetto in questione,con una sidewalk slam e con una neckbreaker, danneggiando pesantemente la schiena dell’avversario. Mox riutilizza la catena per sottomettere Omega,per poi passare ad una sleeper hold,neutralizzata dai colpi di coperchio del nemico. Mox adesso esagera e prende un cacciavite, stavolta a reagire è Omega che però viene colpito, in un secondo momento, da una back breaker. Il cane randagio riprova la sottomissione con l’ausilio della catena, ma Omega risponde con tre dragon suplex. The Cleaner si impossessa della catena e impicca letteralmente il nemico oltre la terza corda. Omega rinuncia alla presa ed esegue un tope con hilo fantastico che fa impattare Mox in un tavolo posto precedentemente a bordo ring(rompendolo chiaramente) .La follia non ha fine, Omega prende un pezzo di vetro rotto e causa un taglio al dito del lunatico. Omega riduce il vetro in poltiglia,spargendola al centro del ring, facendo impattare Jon con una spinebuster. Schienamento, ancora due!Match alquanto violento,infatti adesso Omega prende il vetro da terra e lo introduce,forzatamente, nella cavità orale dell’avversario, provando la V-Trigger. La tecnica va a vuoto e Mox esegue un german suplex non ancora decisivo.L’ex membro dello Shield fugge nella rampa d’accesso,seguito dal canadese che infierisce stavolta con il cacciavite, incidendo la fronte di crazy Mox. Adesso arriva il dessert! Omega chiama gli Young Buks e Page, quest’ultimi si presentano con un tavolo completamente spinato. Omega prova la One Winged Angel ma viene interrotto dal Mox che reversa la situazione in una suplex! Entrambi precipitano sul tavolo! Sto soffrendo come se ci fossi finito io su quel tavolo. Per uscire dalla rete spinata è servito l’intervento degli altri arbitri, i due incredibilmente continuano a darsele e dal nulla Omega pesca la V-Trigger,colpendo l’avversario, impattando su un faro posto all’ingresso dello stage. Il match si sposta di nuovo sul ring ,Mox dal nulla colpisce il canadese con la Death Rider!Uno…due..no!Non ci credo,ancora due! Match infinito! Se prima eravamo al dessert,adesso siamo all’amaro, Moxley toglie i ganci del telo che riveste il ring fino ad arrivare alla base di sostegno in legno, prova una powerbomb che viene evitata! Mox all’angolo viene colpito dalla V-Trigger e successivamente rischia la One Winged Angel,evitata ma reversata,sempre da Omega, nella sua stessa Death Rider! Uno…due..ancora!Ancora due! Non ho più parole! The Cleaner sale sul paletto e tenta la phoenix splash, andando a vuoto! Moxley ne approfitta ed esegue la sua di Death Rider!Uno…due...tre! Il mattatoio chiude i battenti! Match di una violenza assurda che vede Jon Moxley vincitore.Un match del genere non si vedeva da tempo…

Vincitore: Jon Moxley

Signori, Full Gear è stato consegnato agli archivi, regalandoci emozioni indescrivibili, in particolar modo il Main Event che verrà ricordato come uno dei match più spettacolari e violenti degli ultimi anni. Un gasatissimo Mauro Panè vi saluta e vi da appuntamento come sempre a Giovedì prossimo per il report di Dynamite. Intanto restate sempre con noi per qualsiasi novità!

Mi raccomando gustatevi questo ppv, perchè la AEW quest’oggi ha dato al mondo del pro wrestling uno show indescrivibile!

The following two tabs change content below.
Mauro Panè

Mauro Panè

Seguo il mondo del pro wrestling sin da bambino, appassionandomi alla disciplina sempre di più vedendo WWE Smackdown su Italia uno. Sono il reporter che curerà le nuove puntate settimanali della compagnia AEW. In tempi recenti mi sono occupato dell'insegnamento del primo soccorso e della sua divulgazione tramite il servizio civile, restando vicino all'ambito sanitario.
Mauro Panè

Ultimi post di Mauro Panè (vedi tutti)