Report: WWE Clash of Champions 2019

Buona serata amici di Spazio Wrestling! Ci siamo, siamo arrivati all’appuntamento dove tutti i titoli sono in palio, Clash of Champions, io sono Edoardo Massetti e vi farò compagnia per questa nottata di wrestling.

Si parte, eccoci pronti con il KickOff Show!

Drew Gulak mantiene il Cruiserweight Champion, sconfiggendo in un Triple Treath Match Humberto Carrillo e Lince Dorado, dopo un match molto più che sufficiente e molto gradevole come spesso accade con i Cruserweight.

Aj Styles batte Cedric Alexander e mantiene lo United States Champion, al termine di un match breve ma molto spettacolare, nel quale lo sconfitto era partito benissimo. A fine match si presentano sul ring i due del The O.C., Carl Anderson e Luke Gallows e finiscono di malmenare il malcapitato Alexander.

Ora inizia il vero show, è arrivato il momento di WWE Clash of Champions!

Raw Tag Team Championship: Seth Rollins & Braun Strowman (c) vs. Dolph Ziggler & Robert Roode

Finalmente si parte! Iniziano la contesa Strowman e Roode, battibecco verbale con il pubblico che insulta i due sfidanti; il gigante con facilità per ben due volte fa volare il “Glorious” da una parte all’altra del quadrato. Primo tag entra Ziggler, atterrato subito dal gigante che ne ha anche per Roode, poi cambio a Rollins e con una mossa di squadra, mantengono il vantaggio; cambio però anche tra gli sfidanti con Roode che ha la meglio su ROllins anche grazie all’aiuto “sporco “ di Ziggler non visto dall’arbitro, ma solo conto di due per il glorioso sullo Universal Champions. Di nuovo cambio, torna sul ring Ziggler che con alcune prese cerca di “addormentare” Rollins,zig-zag su Rollins ma altro conto di due, torna nel ring Roode che prova un’azione dal paletto ma Rollins reagisce, ancora tag, rientra Ziggler, salta su Rollins, roll-up, ma ancora solo due. Reazione di Rollins che mette giù ZIggler e dà il tag a Strowman che le sue consuete mosse in corsa stende ZIggler e anche Roode mandandoli fuori dal quadrato e facendo il suo solito giro del ring. Rientrano ma ZIggler ribalta la mossa finale di Strowman, entra Roode prova la Glorious DDT, ma non gli riesce, tag a Rollins, superkick, interviene ZIggler a distrarre Rollins, Spinebuster di Roode, ma solo conto di due. Roode si carica con la sua solita attire del glorious, interviene Strowman, spallata a Roode che carambola su Rollins, poi ZIggler manda il gigante fuori dal quadrato, Roode realizza la Glorious DDT sull’ Universal Champion e il conto stavolta è di tre. Match molto rocambolesco e primo cambio di cinture.

Vincitori e nuovi Raw Tag Team Champions: Dolph ZIggler e Bobby Roode

Strowman se ne va molto contrariato e nel backstage alle domande di Charly Caruso esprime la propria delusione affermando che Rollins più tardi “Get these hands”.
Kyla Braxton intervista Becky Lynch, chiedendole del match e del ritorno di Sasha Banks, l’irlandese proclamandosi la migliore performer femminile di sempre in Wwe, dichiara che la batterà e che si vendicherà degli attacchi con le sedie, delle ultime settimane, chiedendo se Sasha fosse pronta a questo match.

Single match per lo Smackdown Women’s Championship: Bayley (c) vs. Charlotte Flair

Si parte e subito Charlotte attacca la campionessa con un Queen’s Boot, ma solo conto di due; serie di chop, Charlotte prova un suplex ma Bayley ribalta, la regina riprende però subito il controllo del match e ancora conto di due, la contesa si sposta fuori dal ring dove Bayley viene lanciata per ben due volte contro le balaustre e poi riportata all’interno del quadrato per il terzo conto di due. Serie di Chop di Charlotte che mette all’angolo la campionessa poi prova a mettere a segno figure eight ma Bayley con un roll-up ottiene un conto di due; queen’s boot di Charlotte, ma Bayley riesce a reagire facendo impattare il viso di Charlotte contro l’intersezione delle corde più basso, dal quale aveva tolto il cuscinetto protettivo in un momento di distrazione del direttore di gara, schienamento e conto di tre. Bayley si conferma campionessa soltanto grazie ad una grossa svista arbitrale. Bayley prende la cintura e scappa senza voltarsi nel backstage.

Vincitrice e ancora campionessa: Bayley

Smackdown Tag Team Championship: New Day (Big E & Xavier Wood) (c) vs. The Revival (Scott Dawson & Dash Wilder)

Suona la campana e a partire sul ring sono Xavier Woods e Dash Wilder, Scott Dawson peova subito una distrazione ma il membro del New Day non ci casca finchè non viene colpito al ginocchio malandato, si rialza e reagisce mentre Big E stende Scott Dawson all’esterno del quadrato. Tag, entra Big che schiaccia a terra l’avversario ma solo conto di due, lo trascina in bilico a bordo ring, ma viene distratti dall’attacco di Dawson a Woods e Wilder riesce a reagire stendedo Big E e riportandolo sul quadrato solo però per un conto di due, lavorano alle corde gli sfidanti, cambio entra Dawson ma sol conto di due, di nuovo cambio e mossa combinato che porta stavolta Wilder al conto di due. Prova una sleeper hold a terra Wilder su Big E, provando anche con alcune mosse irregolari, Big E prova a reagire ma viene portato all’angolo opposto e ancora cambio, dentro Dawson, gli sfidanti lavorano benissimo di coppia, mentre Woods è ancora a terra fuori dal ring. Ancora conto di due per Dawson sul più grosso dei campioni, che si rialza, prova una reazione, ma ancora nulla, I Revival hanno il pallino del gioco, stanno dominando; Dawson prova una Irish Wip che però Big E ribalta, entra Wilder, Bally two bally suplex di Big E su Wilder e doppio cambio. Woods si è ripreso e sta massacrando Dawson, ne ha anche per Wilder che si era intromesso, DDt dalle corde ma solo conto di due, Big E sbaglia finisce fuori ed è vittima della Shutter Machine degli avversari fuori dal ring. All’interno attacco a due su Woods, dolorante ancora al ginocchio, Shutter Machine ripetuta anche su Woods all’interno del ring, ma invece di schienare Woods gli tolgono la protezione al ginocchio e con l’intento di infortunarlo Dawson lo chiude in una variante della figure four leg-lock, che porta alla resa di Xavier Woods, abbiamo quindi dei nuovi campioni di Smackdown: I Revival.

Vincitori e nuovi Smackdown Tag Team Champions: The Revival

I nuovi campioni prendono il microfono, dicendo che finalmente sono tornati campioni e provocando il pubblico, dichiarando che anche Orton sarà campione perché batterà Kofi Kingston annientando definitivamente l’intero New Day.

Charly Caruso intervista le Womens Tag Team Champion, Alexa Bliss e Nikki Cross, ma si intravede un microfono, si tratta di R-Truth e Carmella, Alexa dichiara al microfono che il campione 24/7 R-Truth era lì nel backstage, sul set dell’intervista per chi fosse interessato al titolo 24/7; e come al solito arrivano svariati lottatori di corsa dietro ad R-Truth.

Women’s Tag Team Championship: Alexa Bliss & Nikki Cross (c) vs. Mandy Rose & Sonya Deville

Ad iniziare l’incontro all’interno del ring sono, da una parte Nikki Cross, e dall’altra, Mandy Rose; subito una schiacciata di Mandy Rose su Nikki, ma si distrae la Cross reagisce deride la Rose, drop kick sulla bionda che però dà il cambio a Sonya Deville, cambio, entra Alexa Bliss, suplex e solo conto di due; rientra Mandy Rose che però subisce subito degli attacchi all’angolo dalla Bliss. Alexa prova a schienare la Rose, dopo un doppio knee, anche all’indietro, ma solo conto di due, entra nel ring però R-Truth che distrae tutti, la Bliss prova a schienarlo per il titolo 24/7 ma solo due, se ne vanno tutti e riprende il match con la Deville che ottiene il cambio prende un buon vantaggio malmenando la Bliss e ridà il tag a la Rose, mossa combinata e entra di nuovo la Deville e conto di due. Reagisce la Bliss, ma la Deville riprende il controllo e dà il tag a Mandy Rose, roll-up a sorpresa di Alexa su Mandy, ma solo conto di due. Doppio cambio, rientrano la Cross e la Deville, suplex della campionessa sulla sfidante, la Cross atterra dal paletto la Deville ma solo conto di due, cambio rientra la Bliss che prova una mossa combinata dal paletto con la Cross, arriva la Rose che fa fuori la Cross. Rientra la Rose, mossa combinata con la Deville sulla Bliss, ma ancora solo due perché interviene la Cross, che ottiene il cambio e stende Mandy Rose con la sua finisher e il conto arriva a tre. Rimangono quindi Women’s Tag Team Champions Alexa Bliss e Nikki Cross.

Vincitrici e ancora campionesse: Alexa Bliss & Nikki Cross

Single match per l’Intercontinental Championship: Shinsuke Nakamura (c) vs. The Miz

Si parte con Nakamura che ha al proprio angolo il suo ormai amico fidato, una sorta di manager, Sami Zayn, che entra prima del campione, dolorante e con un vistoso collarino, attaccando verbalmente The Undertaker per quello che gli ha fatto nell’ultima puntata al Madison Square Garden di New York; per poi annunciare l’ingresso del campione intercontinentale. Sami Zayn subito al microfono cerca in qualche modo di distrarre The Miz, il magnifico sta lottando comunque bene e per ora non c’è nessuno dei due a prevalere; finchè Nakamura provoca The Miz che prende il comando del matche con una serie di mosse in corsa e uno schienamento per un conto di uno. Il magnifico rifà il verso alle provocazioni di Nakamura lo stende all’esterno del ring, poi ruba il microfono a Zayn e lo lancia lontano, ma Zayn lo distrae e il campione prima con un dropkick lo mand fuori dal ring e poi con un paio di mosse sull’ uppron sta avendo la meglio; lo riporta all’interno scimmiottando i calci che sono una delle mosse tipiche di Miz, ma lo sfidante reagisce, serie di calci all’angolo del ring, poi in rincorsa due ginocchiate in faccia e discus punch, ma solo conto di due. The Miz lavora alle gambe, prova la figure four ma il campione la ribalta, DDT del magnifico ma solo conto di due, roll-up di Nakamura ma conto di due, dropkick del giapponese, che poi fa una doppia mossa alle corde molto veloce ed interessante, con una ginocchiata alla nuca e poi una sorta di mini powerbomb tra le corde, Miz elude la kinshasa e chiude il campione nella figure four leglock, Nakamura sta per cedere, ma riesce a toccare le corde. Miz ci riprova ma Nakamura con un roll-up ottiene un altro due, Zayn distrae il magnifico, kinshasa sulla nuca alle corde ed ennesimo conto di due; si prepara un’altra kinshasa, ma The Miz la trasforma nella skull-crushing finale, mentre lo sta schienando interviene Zayn a distrarre l’ arbitro, The Miz rincorre Zayn intorno al ring e viene atterrato dal campione che poi lo riporta nel ring, gli rifila una kinshasa e lo schiena rimanendo Intercontinental Champion.

Vincitore e ancora campione: Shinsuke Nakamura

Raw Women’s Championship: Becky Lynch (c) vs. Sasha Banks

Suona la campana e subito schiaffone della campionessa che poi spalma più volte il viso della boss a terra, poi la chiude all’angolo e continua a dargliele di santa ragione, finchè però Sasha prova la Banks-statement che la campionessa prova a ribaltare nella dis-armer, la boss perde tempo all’esterno e si becca una baseball slide alle spalle, The Man continua ad attaccarla dentro e fuori dal ring, prova un attacco dal paletto che non va a buon fine, ora è la boss ad avere la meglio con un calcio alla schiena e un attacco al collo irregolare sulle corde. Schienamento di Sasha ma solo conto di due, allora mette Becky in ginocchio e la sottomette con una presa a tirare le braccia e spingendo con i piedi sulla schiena, ma niente la campionessa si libera, Sasha riprova lo schienamento e solo conto di due, reazione di The Man ma dura poco, la boss riprende il pallino del match, la atterra e un altro conto di due. La sfidante prova un suplex, Becky ribalta, serie di reverse, Sasha riprova la sottomissione alle braccia ma stavolta da sopra il paletto, poi prova un attacco dal paletto ma becky reagisce con un dropkick volante che mette momentaneamente ko la boss, scambio di pugni tra le due, doppio braccio teso di the man, che poi somministra alla sfidante un suplex e svariate ginocchiate in faccia ma poi va a vuoto e la boss la chiude nella banks-statement, Becky si libera e realizza un exploder suplex e poi un leg-drop dal paletto, solo conto di due. Entrambe sopra al paletto doppia ginocchiata di Sasha al viso della campionessa dal paletto, ma ancora conto di due che manda Sasha a dare segni evidenti di nervosismo e frustrazione, ancora doppia ginocchiata in corsa e poi mossa alle corde, prova ancora il banks-statemente ma viene ribaltato in una disarmer, roll-up do Sasha, solo due, ancora disarmer ma Sasha riesce ad arrivare alle corde, dropkick basso alle corde di Becky su Sasha, dropkick dal paletto ancora di The Man, solo conto di due. Incontro che sta dando spettacolo e non sta tradendo di certo le aspettative, con queste due grandi performer, Becky attacca la boss al paletto, ma poi backstabber, e banks-statement di nuovo di Sasha, Becky dopo un po’ di sofferenza la trasforma in un roll-up, ma di nuovo conto di due, Sasha prende una sedia, la butta nel ring distraendo l’abitro, nel frattempo ne prende un’altra colpendo The Man all’addome, ma lo schienamento porta ancora soltanto ad un due.
Sasha prende di nuovo la sedia ma l’arbitro la ferma, la sedia finisce tra le mani di Becky che prima colpisce per sbaglio l’arbitro e poi colpisce ripetutamente Sasha vendicandosi, andando a colpirla fino in mezzo al pubblico, the boss reagisce scappa tra il pubblico, ora se le danno di santa ragione in mezzo agli spettatori sulle scalinate, disarmer di Becky tra le transenne, Sasha aveva ceduto poi si libera e continua a scappare, si ritrovano nella zona bar, Becky cosparge Sasha anche di alcune salse, sembra senape, rientrano nell’arena e ripassando tra il pubblico tornano verso il ring, dopo qualche secondo nel quale Sasha aveva reagito, torna in vantaggio Becky, finche non viene spalmata sulle transenne per ben due volte, poi Sasha prende per i capelli la campionessa la riporta nel ring e riprende la sedia. Sasha sta per colpire Becky con la sedia ma The Man reagisce con un calcio all’addome, si impadronisce della sedia e colpisce ripetutamente la boss, poi apre la sedia e spalma la faccia della boss sopra la stessa sedia prima di farla vittima di una disarmer attraverso la sedia stessa, Sasha cede ma ormai il match è finito per squalifica, arrivano vari arbitri a togliere Sasha dalle grinfie di The Man. Becky se ne va ridendo quando viene dichiarato che ha perso per squalifica ma è rimasta campionessa.

Vincitrice: Sasha Banks per squalifica, ma resta Raw Women’s Champion Becky Lynch

Single Match per il Wwe Championship: Kofi Kingston (c) vs Randy Orton

Si parte e subito Orton prova ad avere la meglio chiudendo all’angolo Kofi, si ritorna alla fase iniziale di studio, clinch al collo di Orton che si lancia sulle corde e con una spallata mette a terra il campione, clinch ai fianchi ancora di Orton, stavolta Kofi riesce a rigirare la mossa a proprio favore finchè lo sfidante con una gomitata si libera e prova una sottomissione a terra. Kofi si libera, ma subisce di nuovo una spallata, poi però gomitata volante del membro del New Day che chiude Orton all’angolo ma dopo una gomitata in rincorsa, Orton fugge fuori dal ring a rifiatare. Orton rientra nel quadrato, prende per i capelli e porta Kofi all’angolo, ma il ghanese si ribella e con due chop reagisce, ancora una serie di chop, ma Orton dal nulla riesce a reagire e mettere il campione, all’angolo, gli fa due chop, ma poi perde tempo e si becca un calcione, riesce comunque a ribaltare il tutto con un calcio in petto e poi con una spallata in rincorda dalle corde mandando il campione sulla balaustra, poi facciata sul tavolo dei commentatori, suplex frontale sulla balaustra e poi uno fuori dal ring e due sul tavolo dei commentatori. Si torna sul ring, Orton prova a schienare Kofi ma solo conto di due, Kofi prova a reagire, colpendo il braccio sinistro di Orton che però manda Kofi addosso al paletto con la spalla attraverso le corde, Kofi si riprende , serie di pugni e chop, ma Orton reagisce e gli spalma la faccia sui gradoni d’acciaio, lo riporta nel ring e 1-2, solo conto di 2. Kingston ha una reazione mette a terra lo sfidante, neutralizza la reazione, e dal paletto con un braccio teso stende Orton, doppia chop, e ancora una doppia chop e un drop kick, braccio teso volante, bum bum leg drop, chiama la trouble in paradise, annientata, reazione di Orton con uno spezza schiena inverso ma solo conto di due.
Silverspoon ddt a vuoto di Orton che finisce fuori dal ring e si becca un suicide dive dal campione, che poi lo riporta nel ring sale sul paletto lo mette giù, ma Orton lo ribalta, solo conto di due, drop kick ancora di Orton ma ancora solo due. Kofi si riprende, ma Orton non molla e scorrettamente con le dita negli occhi riprende il vantaggio, Kofi però tira fuori dal cilindro una SOS e un ennesimo conto di due; Kofi sale di nuovo sul paletto, molto lentamente però, Orton si rialza e lo fa cadere sull’angolo, sale anche lui, e prova un superplex che il campione però ribalta, Orton riprende il vantaggio con una serie di pugni, ma Kofi gli sfugge, Powerslam di Orton ma solo conto di due ancora. Silver spoon ddt stavolta a segno, e Orton comincia il suo richiamo alla RKO, Kofi si alza ma roll-up, conto di uno, calcio in rovesciata dall’angolo del ring e ora Orton barcolla; RKO dal nulla di Orton ma Kofi riesce a mettere un piede sulle corde e si salva. Orton trascina Kofi vicino all’angolo, prende la rincorsa per il legend kick, Kofi si scanza e trouble in paradise, 1-2-3 e vince la contesa.

Vincitore e rimane campione: Kofi Kingston

Segmento con gli Street Profit che inneggiano a Kofi Kingston e parlano della finale di King of the Ring del giorno dopo a Raw tra Chad Gable e Baron Corbin, finchè appare King Booker.

No disqualification match: Roman Reigns vs. Erick Rowan

Si parte Con Reigns che va ad attaccare Rowan mentre sta arrivando dalla rampa verso il ring, gli rifila i suoi 10 pugni all’angolo ma poi subisce una spallata, i due sono fuori dal ring, Rowan lancia due volte Reigns sulla balaustra poi due volte sul tavolo dei commentatori, poi di nuovo sulla balaustra, poi sui gradoni d’acciaio, prende la rincorsa per spalmare Reigns sui gradoni ma va a vuoto, Reigns si distrae a prendere una mazza da kendo e riceve prima i gradoni poi la mazza e poi un secchione dell’immondizia addosso tra il pubblico, ancora un bidone dell’immondizia da parte di Rowan sul big dog. Reigns reagisce e a suon di testate riporta Rowan a bordo ring, jagernaut kick, Rowan però reagisce, si torna nel ring, irish weep e poi piede in faccia dell’ex membro della Wyatt family sull’ex membro dello Shield, schiacciata a terra su Reigns, e poi sale sul paletto, girata e gomitata, ma solo conto di due. Calcio in pieno addome di Rowan su Reigns, un altro in rincorsa, poi lo rialza, il big dog reagisce ma subisce una chockeslam e un conto di due; Reigns reagisce ancora ma viene trascinato fuori e lanciato sul paletto, Rowan scoperchia un pezzo di bordo ring, togliendo la protezione, facendoci cadere il viso di Reigns, poi lo stende con un big boot, lo riporta nel ring e 1-2… solo conto di due. Rowan lancia i gradoni d’acciaio nel ring, invita Reigns a rialzarsi, ma va a vuoto, Reigns gli rifila un samoan drop ma solo conto di due; Rowan va a vuoto poi subisce i gradoni d’acciaio sul viso e un supermanpunch, ma ancora soltanto conto di due. Reigns prende la rincorsa per il supermanpunch volante fuori dal ring ma viene bloccato e Rowan gli rifila una powerbomb sul tavolo dei commentatori, lo riporta nel ring ma ancora conto di due; allora lo riporta fuori lo manda al di là della balaustra e lo aggredisce alla nuca con il gong, si ritrovano i due di nuovo tra il pubblico. Reigns ha una reazione, serie di pugni, Rowan però lo prende per la testa e realizza la sua mossa finale su un tavolo, poi se lo carica sulle spalle e lo porta sulla rampa d’ingresso, prende il braccio della telecamera, ma Reigns prende un tubo di acciaio e ci colpisce il braccio di Rowan e poi è lui per ben due volte a colpire Rowan col braccio della telecamera. Reigns carica il Superman Punch e va a segno, poi parte per la spear dalla rampa, ma interviene a sorpresa Luke Harper e gli rifila un big boot, tornano tutti e tre nel ring, clothesline di Harper, mossa finale di Rowan che porta al conteggio di tre. Colpo di scena quindi, si rivede Harper, fa vincere il suo vecchio amico Rowan, e ora chissà se non torneranno a formare il loro vecchio tag team.

Vincitore: Erick Rowan

Charly Caruso intervista Seth Rollins sulla prossima difesa dello Universal Champion, Rollins dichiara che ha già battuto la bestia Brock Lesnar a Summerslam quindi ormai può battere chiunque e vuole aggiungere Strowman alla lista.

Single match per lo Universal Championship: Seth Rollins (c) vs. Braun Strowman

Si parte subito con una spallata e due rincorse all’angolo di Strowman, ma Rollins reagisce con tre superkick, sale sul paletto, frog splash, ma solo conto di uno; Rollins prova lo stomp ma Strowman lo prendo e lo sbatte a terra, poi lo riprende e come se pesasse 30 grammi lo lancia di peso da una parte all’altra del ring per tre volte, poi gli rifila una testata; serie di chop, Rollins si rifugia all’angolo, Strowman prende la rincorsa ma va a vuoto e finisce tra le corde sul paletto, poi si becca due ginocchiate in volo da Rollins che sale sul paletto ma viene bloccato dallo sfidante alla gola e lanciato fuori dal ring. Strowman esce e comincia il suo giro del ring con conseguente spallata, riporta Rollins nel ring, ma il campione riesce e di nuovo giro di corsa del ring e spallata, poi Rollins viene lanciato sulla balaustra; di nuovo giro del ring ma stavolta Rollins lo sgambetta facendolo finire al di là del tavolo dei commentatori. Rollins sale sul ring e prova il suicide dive mandando Strowman sul tavolo dei commentatori, ne prova un altro e lo manda di nuovo sul tavolo dei commentatori, Strowman ha cominciato a sanguinare dal naso, ennesimo suicide dive, stavolta a vuoto ma Rollins manda Strowman sui gradoni poi con un superkick sull’altro tavolo dei commentatori, Strowman si riprende sale sul paletto ma anche Rollins che prova un superplex che Strowman elude buttando Rollins giù dal paletto, Strowman effettua una frog splash dalla terza corda, ma il conteggio si ferma a due.
Strowman prova a caricare la sua schiacciata accompagnata ma Rollins la rovescia in una sleeper hold, Strowman reagisce, ma Rollins gli rifila lo stomp, ancora solo conto di uno, altro stomp, stavolta il conto arriva a due; Rollins si prepara al terzo stomp, va a segno, ma nuovamente solo conto di due.
Strowman prova la schiacciata accompagnata ma gli cede il ginocchio danneggiato in precedenza con la frog splash, Rollins allora gli somministra un pedigree e un altro stomp e stavolta il conto arriva a tre e Rollins rimane Universal Champion.

Vincitore e resta campione: Seth Rollins

Seth Rollins sta tornando nel backstage ma appare The Fien Bray Wyatt! Gli rifila una Sister Abigail e una Mandible Claw per porre fine all’evento.

Clash of Champions è arrivato ai titoli di coda, un saluto dal vostro Edoardo Massetti, e alla prossima. Ciao a tutti!