Report: WWE NXT 06-11-2019

Amici di Spaziowrestling, io sono Fabio Theodule e vi do il benvenuto ad un altro episodio di NXT live. Dopo l’invasion di Raw e Smackdown, gli atleti del roster giallo torneranno a battersi sul ring della Full Sail Arena di Orlando, in Florida. Tra i match più in vista dobbiamo sicuramente citare la rivincita tra Pete Dunne e Damien Priest dopo che quest’ultimo, un paio di settimane fa, vinse il proprio incontro contro Dunne solo grazie ad una scorrettezza. Vedremo anche un proseguo della faida tra Johnny Gargano e Finn Balor? E, soprattutto, con lo spettro delle Survivor Series alle porte, dovremo aspettarci una controffensiva da Raw e SmackDown? Lo scopriremo insieme in questa folle notte targata WWE.

Iniziamo subito a rispondere all’ultimo quesito posto: ancora prima che inizi la puntata, la regia ci mostra delle immagini in cui l’O.C. tende un agguato all’Undisputed Era nell’arena, mettendoli al tappeto. Quindi si, aspettiamoci fuoco e fiamme, perché atleti non appartenenti a NXT sono presenti ad Orlando, e sono in cerca di vendetta. Ed ecco arrivare Gallows, Anderson e AJ Styles, proprio sul ring di NXT! Gallows addirittura prende a pugni un addetto alla sicurezza, scaraventandolo poi contro i gradoni. Successivamente ‘The Phenomenal One’ prende il microfono

“Quindi, questo è NXT.” comincia Styles, “The Undisputed Era ha provato a conquistare Raw, ma fatemi dire una cosa. Noi porteremo la guerra da voi. L’O.C sta per distruggere NXT. E questo non è solo fenomenale. Questo è indiscusso.” (facendo il gioco di parole tra Phenomenal e Undisputed)

Ma ecco risuonare la theme song di Tommaso Ciampa, pronto per controbattere alle parole del campione degli Stati Uniti.

“Per anni mi sono fatto la stessa domanda: quando riuscirò ad andare nel main roster? Ma fammi dire una cosa, O.C.: benvenuti nel main roster. Questo è LO show, ed è destinato a diventare daddy’s show. E se voi dite di voler distruggere NXT… c’è un problema. E se qualcuno deve essere preoccupato, questi siete voi.”

“Tu sei stato l’unico ad avere il coraggio di venircelo a dire in faccia” ribatte Styles.

Ed ecco arrivare anche Matt Riddle e Keith Lee.

“Sembra che siamo pieni di coraggio” dice Ciampa indicando i suoi due compagni. “AJ, O.C. a War Games noi ci prepareremo per l’Undisputed Era… ma questa sera siamo pronti per voi”

“Fammi pensare un secondo… ACCETTO”.

La puntata non poteva che iniziare nel migliore nei modi, con l’annuncio di un six-man-tag team match: The O.C. contro Tommaso Ciampa, Matt Riddle e Keith Lee.

Single Match: Pete Dunne vs Damian Priest

Adesso dobbiamo lasciare spazio alla battaglia: dopo l’incontro di due settimane fa, Pete Dunne è pronto ad affrontare nuovamente Damian Priest. I due atleti iniziano sulla falsa riga del primo incontro, ovvero con delle leap frog e dei calci da parte di Priest che vengono abilmente evitate dall’atleta inglese. Dunne subisce poi un kick, rimanendo per un istante al suolo; subito dopo sembra riprendere le redini dell’incontro con un roll up e una clostheline che manda l’avversario fuori dal quadrato. Priest prova a rientrare, ma Dunne schiaccia le mani dell’avversario con il piede, provocando un forte dolore. Dunne sta cercando di indebolire la mano e il braccio di Priest: prima sferra un calcio sull’apron verso l’arto superiore di Damian Priest, poi continua le sue operazioni mentre il nemico è sulla terza corda. Priest reagisce con una face buster e un fore arm al volto dell’atleta inglese. Priest inizia anche le prime mosse di sottomissione con una head lock, per poi scaraventare contro il paletto il proprio avversario, molto dolorante. Irish whip sul paletto seguito da un suplex e un conteggio di due. Dunne vede i primi risultati delle proprie azioni: Priest è molto dolorante alla mano e non riesce  a sollevare Dunne per un suplex, ribattutto quindi da quest’ultimo in un Xplex. Serie di chop di Dunne e poi enziguri al turnbuckle, con un successivo dropkick dalla seconda corda sulle ginocchia di Priest. Quest’ultimo cerca di eseguire un german suplex, ma Dunne riesce ad atterrare in piedi e a sferrare un calcio alla tempia di Priest, che decide di rifugiarsi fuori dal ring. Pessima scelta, dato che Dunne sale sulla terza corda e colpisce il proprio avversario con un moonsault verso l’esterno del ring. Dunne cerca nuovamente di spiazzare il nemico fuori dal ring, senza successo: chokeslam di Priest sull’apron. Priest sale sulla terza corda ma viene intercettato e subisce una sit down powerbomb: ancora due. Superkick di Priest sullo zigomo di Dunne e successivo airbourne fuori dal ring. Che velocità e che tecnica! Dopo lo spot troviamo i due atleti in mezzo al ring intenti a prendersi a pugni e gomitate in faccia, rimanendo poi entrambi per terra dopo essersi colpiti a vicenda con un calcio. Il primo ad alzarsi in piedi è Priest, che sferra una violentissima clostheline al proprio nemico. Dunne cerca di salire sulla terza corda ma viene fermato, venendo scaraventato al suolo : conteggio di due. Attenzione, mentre Dunne è a terra riesce ad afferrare le dita di Priest, il quale, dolorante, corre verso l’angolo. Come in un dèjà-vu, l’arbitro si trova in mezzo alla contesa e gira le spalle per andarsene. Questa volta è Dunne ad approfittarne, tirando un calcio in mezzo alle gambe di Priest e, successivamente, intrappolandolo nella sua arm bar. Damian Priest non resiste molto e cede. Questa volta, la vittoria è di Pete Dunne.

Vincitore: Pete Dunne

Ma ecco che arriva Killian Dain e attacca alle spalle Dunne! Priest si mette in mezzo perché, a sua volta, vuole picchiare Dunne, ma Dain non ci sta e sferra una testata a Priest, mandandolo fuori dal ring. Successivamente Dain esegue uno splash su Dunne, lasciandolo senza sensi. Fuori dal ring, Priest si riversa contro Dain, ma si rivela essere una pessima idea. Dain riesce a scaraventarlo contro i gradoni e ad eseguire una running senton su Priest. Adesso Killian Dain è in piedi, mentre i due avversari sono tramortiti al suolo, uno dentro il quadrato, uno fuori.

Intervista per Dakota Kai, la quale dice che una volta era intimorita da Shayna Baszler, ma adesso è cambiata: ha superato l’infortunio e vuole dimostrare a tutte che merita questa opportunità e merita di essere nel giro titolato, aggiungendo che vorrà vedere cosà farà Baszler quando subirà un suo superkick in faccia.

Single Match: Taynara vs Santana Garrett

Si parte con il primo match femminile e il debutto televisivo per Santana Garrett. L’atleta è stata allenata dal padre, purtroppo scomparso di recente, per questo sarà sicuramente un match che ricorderà per tutta la vita. Inizio aggressivo per Taynara, con uno sgambetto lancia al terreno Garrett e poi prova una arm bar: reversal ed entrambe tornano in piedi. Russian legs whip da parte di Santana, ma Taynara ribatte: ginocchiata sul viso e poi calci al limite della correttezza sulle corde. Mentre Santana è a terra, l’atleta brasiliana continua a sferrare i suoi calci, questa volta sulle braccia dell’avversaria. Taynara mostra le sue abilità da judoka, intrappolando continuamente Santana. Prova anche la sua mossa di sottomissione, senza successo. Jaw breaker di Santana che, timidamente, cerca una reazione. Spring board elbolw di Santana all’angolo e poi fore arm. Conteggio di due. Cerca uno spring board moonsault ma viene evitato: Taynara colpisce quindi con un superkick al volto, tramortendo la sua avversaria, schienandola: questa volta non c’è nulla da fare per Santana, conteggio di tre e vittoria per Taynara.

Vincitrice: Taynara

Single match: Dakota Kai vs Shayna Baszler

Resa dei conti tra le due atlete, con la campionessa femminile accompagnata dalle sue fide Jessamyn e Marina. Suona il gong e Shayna porta subito verso l’angolo Dakota, la quale la spintona e poi la schiaffeggia. Shayna cade per terra, Dakota parte per un drop kick che interrompe, dato che Shayna si protegge il viso: momento buono per provocare ancora la campionessa, mettendole un piede in facci.a La Baszler si rifugia fuori dal ring dopo un superkick; Dakota la segue ma sbaglia, dato che Baszler le afferra una gamba e la lancia contro il paletto. Di nuovo sul ring, Shayna decide di agire sulla caviglia infortunata di Dakota Kai con dei pugni e poi con una violentissima mossa di sottomissione. Subito dopo imprigiona la caviglia sotto il suo piede e sferra un calcio. Dakota inizia già a zoppicare, cercando un appiglio sulle corde. Dakota prova la reazione dopo essere uscita da una figuore-four-leg lock: serie di clostehline e kick sul volto e sul costato, seguite da un double knee drop sul volto della campionessa: solo due. Dakota Kai sale zoppicando sulla terza corda ma è troppo lenta. Baszler la raggiunge e la tramortisce con un pungo, eseguendo in seguito un superplex: ancora due. Le due atlete sono in ginocchio e, con molto fatica, si mettono in posizione eretta: si scambiano qualche colpo ma sembrano molto stanche entrambe, e nessuna delle due riesce a prendere il sopravvento. Dakota prova una head butt ma viene poi colpita da un kick. Fore arm di Dakota e Shayna finisce contro l’angolo; Dakota ne approfitta sferrando un superkick e tentando dopo un GTK, non andando a segno. Shayna prova una coquina clutch ma non connette: superkick di Dakota Kai che prova uno splash ma viene intrappolata di nuovo nella coquina clutch: Dakota prova a rotolare verso le corde, ma Shayna è troppo forte: dopo qualche tentativo di resistenza, Dakota Kai cede, consegnando la vittoria alla campionessa femminile.

Vincitrice: Shayna Baszler

Dopo la vittoria, Jessamyn, Marina e Shayna iniziano a picchiare selvaggiamente Dakota Kai: interviene il team Ripley ma viene interrotto immediatamente da Bianca Belair. Ennesima rissa tra donne, interrotta dall’arrivo di Mia Yim, dotata di kendo stick. In pochi secondi riesce a fare piazza pulita e a far scappare Shayna Baszler con le sue adepte e Bianca Belair, lasciando il team Ripley sul quadrato a soccorrere Dakota Kai.

Intervista per Tommaso Ciampa, con la giornalista che chiede dove ha trovato il quarto membro per il match al War Games contro l’Undiputed Era. Ciampa risponde che non è ancora tempo di parlare di quell’incontro. Lui è totalmente concentrato sul main event di questa sera.

Single match per decretare il #1 contender per il Cruiserweight Championship: Tony Nese vs Angel Garza

Ingressi spavaldi per I due atleti cruiser, pronti a battagliare e ad avvicinarsi alla possibilità di affrontare il campione Lio Rush per il titolo Cruiserweight. I due atleti iniziano prendendosi per i capelli, poi con Garza che tenta una presa di sottomissione e una sera di reversal da parte di entrambi. Fase di studio vinta da Tony Nese che intrappola Garza in una arm bar, facilmente interrotta. Nese continua a mostrare gli addominali e il bicipite a Garza, il quale ribatte con una huracanrana e provocando a sua volta Nese, provando a togliersi, come di consueto, i pantaloni: interrotto da una chop, i due si trovano all’angolo, con Nese che colpisce allo stomaco Garza. L’atleta messicano mette Nese sulla terza corda e lo tramortisce con un enziguri. Tentativo di superplex non andato a segno: Nese cerca una powerbomb dal paletto ma rimane per terra con i pantaloni di Garza in mano: momento comico che termine con un dropkick volante dell’atleta messicano dritto sul volto di Tony Nese. Garza continua con delle spallate e lanciando Nese fuori dal ring. Il messicano sale sul turnbuckle e si lancia con un moonsault contro il suo avversario. Una volta sul ring esegue una backbreaker e prova il conteggio: solo due. Garza compie un brutto errore: inizia a schiaffeggiare Nese sul volto, dicendogli di svegliarsi e quest’ultimo esegue una powerslam, andando vicino alla vittoria. Ancora una backbreaker di Garza e Nese rimane per terra: Garza cerca di salire sulla terza corda ma viene intercettato con un pugno. Nese riesce a buttare fuori dal ring Garza ed eseguire una ddt sulla rampa. Una volta dentro, Nese procede con una 450° splash e va al conteggio… uno, due e tre.. ma Garza ha il piede sulla corda. Tutto inutile quindi, bisogna continuare. Nese prova a correre verso le corde ma subisce un superkick, dopo doppia chop da parte dei due atleti. Sit down powerbomb di Garza ed è ancora due: cerca lo spring board moonsault ma Nese alza le gambe: Garza riesce comunque ad approfittarne: angel wings e conteggio di tre. Angel Garza è il #contender per il Cruiserweight championship di Lio Rush.

Vincitore: Angel Garza

Arriva quindi Lio Rush che applaude Angel Garza, ponendogli addirittura la mano. Angel Garza si avvicina e sferra un violentissimo ceffone sul volto del campione. Settimana prossima ne vedremo delle belle.

Intervista per il team Ripley. Rhea dice che se Shayna vuole una battaglia, avrà una battaglia. Alla domanda chi sarà la quarta partecipante del team Ripley, l’atleta risponde che sarà Mia Yim. Il problema è che alle spalle di Rhea ci sono quattro atlete: a questo punto, Rhea si gira verso Dakota Kai e le annuncia che lei non farà parte del team Ripley ai War Games.

Single Match: Isaiah “Swerve” Scott vs Dominik Dijakovic

Dijakovic cerca subito di intrappolare Sweve in qualche headlock, senza successo. Il match può regalare molte emozioni, dato che Dijakovic è un atleta molto forte fisicamente, mentre Swerve è molto agile. Backbreaker di Dijakovic che poi scaraventa al terreno Scott come se fosse un fazzoletto sporco. Tentativo di suplex andato a segno con Scott che sembra in grossa difficoltà. Gomitate all’angolo di Dijakovic, seguita da un’altra backbreaker e poi uno splash: solo due. Scott reagisce con un doublekick e poi una face buster. Gomitata all’angolo e poi elbow drop sul collo del nemico. Successivamente Scott dimostra di essere anche molto forte, eseguendo un german suplex su Dijakovic. Ddt dalla seconda corda e ancora due per Scott. Adesso è Dijakovic ad essere in grande difficoltà: terza corda per Scott, Dijakovic lo fa cadere con un superkick e se lo carica sulle spalle: Scott riesce a controbattere con un roll up ma è solo due. Big boot di Dijakovic e poi choke bomb: ancora due. Dijakovic prende il viso di Scott, il quale si mette a ridere: Dijakovic è molto indispettito e cerca di eseguire una choke bomb, ribattuta in una poison rana e poi un double kick sull’apron. Adesso è Dijakovic a essere in difficoltà: stomping di Scott che si mette sulla terza corda e salta verso Dijakovic: l’atleta, con un’incredibile reversal e una garndissima forza fisica, riesce a tenere Scott sulle spalle: feast your eyes e conteggio di tre. Dijakovic vince il suo incontro, non senza difficoltà.

Vincitore: Dominik Dijakovic

Six-man-tag team match: The O.C vs Tommaso Ciampa, Matt Riddle & Keith Lee

Siamo arrivati all’imperdibile main event, di nuovo uno scontro Raw vs NXT. Da una parte l’O.C., fresco del titolo di “Best Tag Team in the World” vinto a Crown Jewel, dall’altra i tre membri che parteciperanno anche ai prossimi War Games, Tommaso Ciampa, Matt Riddle e Keith Lee. L’incontro incomincia anche prima del suono della campanella, con tutti e tre gli atleti che iniziano a picchiarsi dentro e fuori dal ring. Suona la campanella: Ciampa e Styles iniziano il match con una serie di pugni. Ciampa si lancia sulle corde e Styles lo colpisce con un dropkick, mandandolo fuori dal ring. Phenomenal forearm che però colpisce Riddle, e non Ciampa, il quale riesce a tornare sul ring e a colpire Styles con una ddt prima che possa entrare sul ring. Adesso è il turno di Luke Gallows e Keith Lee, i membri più possenti. Gallows cerca di buttare a terra Lee con delle spallate, senza successo, lo stesso vale per Lee, che riesce a buttare fuori Gallows fuori dal ring con una spallata. Entra Karl Anderson che, con un calcio, riesce a tramortire Lee. Non è sufficiente, dato che Lee, con uno splash atterra Anderson. Torna Ciampa sul ring e, come una furia, continua a picchiare Anderson. Il membro dell’O.C. ha bisogno dell’intervento scorretto di Styles per liberarsi e mettere in difficoltà Ciampa. Irish Whip e Anderson che continua a provocare l’NXT Arena. Tag ed entra di nuovo Gallows. Adesso diventa difficile per Ciampa, segregato all’angolo degli avversari. Testa di Gallows e tag per Styles. Backbreaker e successiva headlock del ‘Phenomenal One’ e ancora tag, di nuovo Anderson sul ring. L’O.C. cerca di indebolire il collo già infortunato di Ciampa; spinebuster di Anderson e conteggio: solo due. Torna Gallows sul ring e continua il pestaggio all’angolo. Suplex e poi gomitate sul collo di Ciampa, successivamente ennesima headlock. Ciampa reagisce con una testa e riesce a far cadere fuori dal ring Gallows: purtroppo quest’ultimo riesce a far cadere Lee e a non far dare il tag da Ciampa. Torna Anderson che si dirige verso la terza corda: salta ma incoccia contro un bicycle kick di Ciampa, il quale riesce a dare il tag a Riddle. Torna anche Styles come uomo legale ma nulla può con la fuori di Riddle: xploder suplex su Styles e Anderson, seguite da due senton e un kick. German suplex su Anderson che finisce fuori dal ring e poi GTS più german suplex su Styles. Sembbra la fine ma arriva Gallows a interrompere lo schienamento. Ciampa e Andersone finiscono fuori dal ring, Lee solleva Gallows e lo butta fuori dal ring. Ddt di Styles su Lee e anch’esso va fuori dal ring. Tentativo di german suplex di Riddle ma Styles riesce a cadere in piedi e ad eseguire un brain buster. Tenta poi la phenomenal forearm ma Riddle la evita: Styles corre verso le corde e Lee lo intercetta con una spallata, colpendo anche l’arbitro. Sono tutti fuori tranne Lee, che decide di eseguire una spring board su tutti. Sul ring rimangono Ciampa e Styles, senza arbitro. Ciampa cerca di caricare Styles ma ecco che risuona la theme song di Finn Balor!! Ciampa è distratto e Styles riesce a sferrare un calcione a Ciampa. Balor intanto esegue una ddt su Riddle. Styles ride e fa il segno del Club a Balor, che ricambia. Sembra tutto pronto per la Styles clash ma ecco che arriva Adam Cole che colpisce Styles con un superkick!! Styles finisce fuori dal ring e Cole colpisce anche Tommaso Ciampa!! La puntata termina con Cole e Balor che si osservano. Cosa riserverà il futuro?

Match finito in NO Contest

Dopo una puntata così elettrizzante di NXT sarà difficile dormire. Balor sembra essere dalla parte del Club ma non ha aiutato Styles contro Adam Cole. Inoltre, il campione NXT ha colpito sia Ciampa che Styles, anteponendo la sua cintura al dominio del roster. Chi sarà, inoltre, il quarto membro del team Ciampa per i War Games? Non ci resta che aspettare la prossima settimana per scoprirlo! Vi ringrazio per l’attenzione e per la lettura, vi aspetto mercoledì prossimo per un nuovo episodio di NXT!

The following two tabs change content below.
Fabio Theodule

Fabio Theodule

Sono un appassionato di scrittura, lingue e sport, in particolare calcio e wrestling. Mi sono appassionato al wrestling nel 2005, a seguito del grande boom avuto in Italia e alle puntate trasmesse in chiaro sulla tv nazionale. Scrivo per Spaziowrestling.it i reporti di NXT.
Fabio Theodule

Ultimi post di Fabio Theodule (vedi tutti)