Report: WWE NXT 09-10-2019

Buona sera amici del grande wrestling e benvenuti ad una nuova puntata di NXT. Io sono Fabio Theodule e vi accompagnerò durante la diretta del nuovo episodio dello show giallo targato WWE. La settimana scorsa è iniziata ufficialmente la Wednesday Night tra la compagnia di Stanford e la AEW; nonostante una straordinaria puntata di NXT, ricca di match titolati e grandi ritorni, il primo scontro tra le due compagini ha visto prevalere la neonata AEW, con oltre un milione e quattrocentomila spettatori in televisione. Questa sera si ripete lo scontro: assisteremo alla rimonta di NXT? Lo scopriremo solo guardando questo nuovo, imperdibile episodio

Single Match per l’NXT Cruiserweight Championship: Lio Rush vs Drew Gulak

La serata non può che iniziare con un match titolato e, sulla carta, spettacolare. L’ex manager di Bobby Lashley è pronto a sfidare il campione dei pesi leggeri Drew Gulak: il match è subito elettrizzante, con Lio Rush che esegue immediatamente un suicide dive e successivamente un flying moonsalut. Il pubblico è nettamente diviso, dato che, da una parte si sente “Let’s go Lio” e dall’altra “Let’s go Drew”. Mossa di sottomissione di Gulak che prende di mira il braccio destro di Rush e lo colpisce anche con delle gomitate e delle ginocchiate. Dopo un’ennesima arm bar, Lio Rush cerca di cambiare le sorti del match, ma Gulak fa prevalere la sua forma fisica. Adesso Gulak decide di cambiare strategia indebolendo le gambe: è molto intelligente, dato che molte mosse di Lio Rush sono aeree e prevedono, per l’appunto, l’uso degli arti inferiori. Rush si trova sul paletto e, dopo un drop kick dall’apron di Gulak, precipita sulle sedie posizionate e bordo ring. Il giovane atleta è molto dolorante e rimane al suolo, tornando in extremis sul ring, mentre Gulak lo osserva dalla seconda corda: clostheline volante e solo conteggio di due per il campione. Gulak continua le sue prese di sottomissione, questa volta indebolendo il collo di Rush, il quale riesce a controbattere, ma non a resistere agli attacchi del campione, il quale esegue una violentissima Irish Whip contro l’angolo, seguita da un’ennesima presa di sottomissione al collo. Finalmente la reazione di Rush con una spettacolare ddt: conteggio quasi di tre. Adesso il campione è in ginocchio e viene colpito da alcuni calci al costato: counter di Gulak e violentissimo braccio teso: ancora due per il campione. Dopo una serie di roll up, Gulak riesce a intrappolare Rush in una stretcher, facendolo quasi cedere: Rush riesce a divincolarsi e a intrappolare Gulak in una mossa di sottomissione: mossa scriteriata, dato che Gulak riesce rapidamente a mettersi in piedi e caricarsi lo sfidante sulle spalle: tremendo colpo e conteggio di tre… che viene interrotto dal piede di Rush sulle corde!! Il match continua con i due atleti sul paletto: Rush riesce a buttare giù Gulak ed esegue una frog splash, proprio nel giorno de compleanno de “La Raza”, Eddie Guerrero. Stunner dopo un bump sulla seconda corda di Lio Rush, seguita dalla sua Dragon’s Call e successivo conteggio di tre. Lio Rush è il nuovo Cruiserweight Champion! Il General Manager consegna la cintura Lio Rush con la standing ovation pubblico, ma torna Gulak sul ring! L’ormai ex campione riprende la cintura e, con un incredibile gesto di rispetto, consegna il titolo a Lio Rush, stringendogli la mano. È forse arrivato il momento del salto di qualità per Drew Gulak?

Vincitore: Lio Rush

Single Match: Rhea Ripley vs Aliyah

Il primo match femminile della serata vede Rhea Ripley contro Aliyah, accompagnata da Vanessa Borne. La “Most Dominant Woman” Rhea Ripley è evidentemente più forte fisicamente, ma vedremo se la contesa sarà equilibrata. Aliyah non inizia con una grande strategia, cercando di colpire alle spalle la Ripley con una manata. Rhea Ripley inizia a colpire con delle clostheline Aliyah e, successivamente, esegue una figure-four volante, resa ancora più dolorosa e spettacolare da uno swing. Rhea scaraventa l’avversaria a terra e continua la sua figure-four, facendo cedere rapidamente Aliya. Dopo la fine del match, Ripley prende il microfono e parla apertamente alla campionessa femminile in carica Shayna Bazler: Rhea Ripley sta arrivando per conquistare il titolo femminile.

Vincitrice: Rhea Ripley

 Tag Team Match: Breezango (Tyler Breeze & Fandango) vs Forgotten Sons (Steve Cutler e Wesley Blake)

Il match dovrebbe prevedere Breezango contro gli Ever Rise, ma ecco subito una sorpresa: mentre risuona la theme song degli Ever Rise vediamo arrivare Jaxson Ryker dei Forgotten Sons con i due membri degli Ever Rise, uno sulle sue spalle e uno per terra trascinato al suolo, senza sensi: cambiano subito i rivali dei Breezango, dato che dovranno vedersela con i due membri dei Forgotten Sons. Steve Cutler e Wesley Blake, accompagnati a bordo ring dallo stesso Jaxson Ryker. Il match inizia con il dominio dei Forgotten Sons, abili nell’adoperare le loro mosse di coppia. All’inizio sono Cutler e Breeze a lottare, con il membro dei Breezango in netta difficoltà. Il match è molto duro e vede un rapido cambio di tag da parte dei Forgotten Sons: finalmente arriva il cambio per Fandango, che cerca di portare l’incontro dalla sua parte: i suoi tentativi saranno futili, dato che viene neutralizzato a bordo ring dopo una grande mossa aerea, e successivamente portato a centro ring: finisher di coppia e conteggio decisivo: a prevalere sono i Forgotten Sons.

Vincitori: Forgotten Sons (Steve Cutler Wesley Blake)

 Single match: Boa vs Cameron Grimes

Cameron Grimes arriva da una vittoria schiacciante della scorsa puntata, e questa sera se la vedrà con il cinese Boa. L’atleta asiatico è molto abile nelle arti marziali e potrebbe essere una spina nel fianco per Grimes. Previsione immediatamente ribaltata: Leaping double foot stomp e conteggio di tre. Grimes vince immediatamente. Arriva sul ring Killian Dain che si scaglia contro Boa, tramortendolo al paletto ed eseguendo uno splash. Successivamente butta l’atleta contro il tavolo dei commentatori e, con sguardo minaccioso, esordisce con un “This is only the beginning.”

Vincitore: Cameron Grimes

Single Match: Roderick Strong vs Isiah “Swerve” Scott

Isiah Scott ha una grandissima possibilità: sconfiggere l’NXT North American Champion Roderick Strong e inserirsi nella corsa al titolo. D’altro canto, il membro dell’Undisputed Era è sicuramente un osso duro da affrontare. Swerve inizia molto bene, con una serie di chop e slam molto duri. Scott è molto agile e sente nell’aria l’importanza del momento: drop kick sulla mandibola del campione e serie di chop e calci sul costato di Strong. Successiva back breaker del campione e chop violentissime sul petto di Scott. Strong decide di tenere all’angolo Scott, indebolendo la schiena dell’atleta con back breaker e colpi alla schiena. Anche in questo caso, il pubblico è diviso nel supportare gli atleti. Ogni volta che Scott cerca di reagire agli attacchi del campione del Nord America, quest’ultimo usa delle back breaker, allentando l’attacco nemico e indebolendolo visibilmente. Strong continua con la sua strategia con violente Irish Whip, calci a terra e prese di sottomissione: Scotto sembra non poter reagire, se non con flebili attacchi. Finalmente arrivano gli attacchi di Swerve, con bracci tesi, calci e una mossa dal paletto. Ddt e momento di appannamento per il campione. Nel momento più difficile, ecco arrivare gli altri membri dell’Undisputed Era. German Suplex seguito da un superkick di Scott e conteggio di due. I due atleti si trovano fuori ring e Scott esegue un incredibile stomp: mentre torna sul ring, i membri dell’Undisputed Era distraggono Scott; ne approfitta Strong, che prima colpisce il rivale con un Running Knee, successivamente Heartache e poi Strong Hold, alla quale Scott cede.  Alla fine del match, Adam Cole prende il mircorofono congratulandosi con Swerve e parlando anche di Finn Balor. Il campione dice che l’atleta irlandese è tornato a NXT con un sogno: detronizzarlo e diventare campione. Appena si sente la parola “dream”, ecco arrivare Velveteen Dream, il quale non si rivolge ad Adam Cole, bensì a Roderick Strong: Dream mostra sullo screen una discutibile foto con Strong nudo con solo la cintura sulle parti intime: Dream afferma che tra settimana prossima dovrà vedersela con lui, se sarà in grado… e dopo uno schiocco di dita, ecco che la cintura scompare dalla foto, lasciando immaginare che le parti intime di Strong siano molto, molto ridotte. I problemi non sono terminati, visto che risuona la theme song di Tommaso Ciampa, che entra su ring munito di stampella, facendo scappare i membri dell’Undisputed Era. Il rientrante Ciampa prende sedia e microfono: poche parole ma molto eloquenti: “Goldie, Daddy’s Home!!”. Ciampa vuole di nuovo la cintura NXT.

Vincitore: Roderick Strong

Single Match: Bianca Belair vs Dakota Kai

Secondo match femminile della serata, con Dakota Kai che sembra molto carica per l’incontro. Serie di kick sul petto e tentativo immediato di schienamento: solo uno. Belair riesce a lanciare l’avversaria sulla terza corda, prendendo un bel vantaggio. Bosy Slam dopo aver usato l’avversaria come peso per lo squat e continue prese in giro da parte di Bianca Belair, in evidente controllo del match. Dakota Kai cerca la vittoria con un kick a bordo ring e un axe kick sulla schiena della Belair: conteggio di due. Double knees sul volto di Bianca Belair e ancora una volta lo schienamento di ferma a due. Bianca Belair riesce a buttare al suolo Dakota Kai, Standing Shooting Starpress e ancora due: Bianca Belair è molto frustrata è picchia i pugni contro il pavimento, urlando a squarciagola. Le due atlete cercano la vittoria, appesa ad un filo per entrambe. Bianca Belair riesce a caricarsi Dakota Kai sulle spalle: finisher e schienamento: conteggio di tre. Bianca Belair prende il microfono e parla a Rhea Ripley, dicendo che non deve permettersi di mettersi contro Shayna prima di lei, perché il ruolo di prima sfidante per il titolo femminile è suo.

Vincitrice: Bianca Belair

Single Match: Kushida vs Walter

Siamo arrivati al Main Event della serata tra il nipponico Kushida e il membro dell’Imperium, nonché NXT UK Champion Walter. All’apparenza, il match sembrerebbe molto squilibrato: la differenza fisica tra l’atleta giapponese e l’atleta austriaco è molto evidente, inoltre Walter potrà sicuramente contrare sul supporto degli altri tre membri dell’Imperium. Match che sembra in salita per Kushida. Incontro che inizia subito con una presa al collo di Walter che scaraventa l’avversario per il ring. Walter provoca dandogli delle pacche sulla testa e poi lo imprigiona al suolo: Kushida cerca di usare la sua tecnica e la sua velocità, ricambiando la provocazione: prima da’ due pacche sul capo di Walter, poi uno schiaffo. Walter si trova fuori dal ring e non riesce a rientrare, visto che, ogni volta che si trova a bordo ring, Kushida lo colpisce con dei drop kick, aumentando il nervosismo dell’atleta austriaco. Tornati sul ring, Kushida cerca ancora di condurre l’incontro, ma arriva un big boot di Walter dopo un errore dalle corde del giapponese. Incredibile brutalità da parte di Walter che colpisce con violenti pugni al costato Kushida e dopo con un’incredibile manata. Tentativo di powerbomb invertita da una DDT. I due atleti si trovano sull’apron, con Walter che si scontra con il paletto e poi viene sgambettato. DDT di Kusida da bordo ring sui tappetini fuori dal quadrato e Walter in grande difficoltà: Kushida riesce a rientrare prima del 10 e riesce a eseguire una presa di sottomissione su Walter, che però non cede, riuscendo invece a invertire la mossa in una sleeper: tentativo di Kushida Roll e poi arm bar, Walter non cede. La vittoria è molto incerta: big boot di Walter, german Suplex e tentativo di pin: Kushida riesce a sollevare le spalle prima del tre. Walter sale sulla terza corda ma viene intercettato con un kick sul braccio. Entrambi gli atleti, esausti, sono sul paletto: arm bar lock dal paletto, violentissimo scontro al terreno e arm bar prolungata al terreno. Walter sembra sul punto di cedere ma, in extremis, mette il piede sulla corda. Main event spettacolare per questa puntata di NXT. Ancora un dropkick sul braccio malandato di Walter e poi calci sul volto. Shot gun dropkick di Walter seguito da una powerbomb: ancora due! Il pubblico canta nuovamente “this is awesome”, sottolineando anche la grande resilienza di Kushida. Violentissima clostheline di Walter e arriva la fine. Uno, due, tre. Walter vince, ma c’è solo da applaudire l’eroica prestazione di Kushida, arrivato ad un passo dal battere il gigante austriaco. A fine match arrivano anche gli altri membri dell’Imperium: è trionfo per i quattro atleti.

Vincitore: Walter

 

Siamo arrivati quindi alla fine di questa puntata, con uno sguardo a mercoledi prossimo, dove assisteremo ad un match per il titolo del nord America tra Velveteen Dream e Roderick Strong e il ritorno sul ring di Tommaso Ciampa. Anche per questa notte è tutto, NXT rimane emozionante e mozzafiato. Dal vostro Fabio Theodule è tutto, vi aspetto mercoledì prossimo.

 

The following two tabs change content below.
Fabio Theodule

Fabio Theodule

Sono un appassionato di scrittura, lingue e sport, in particolare calcio e wrestling. Mi sono appassionato al wrestling nel 2005, a seguito del grande boom avuto in Italia e alle puntate trasmesse in chiaro sulla tv nazionale. Scrivo per Spaziowrestling.it i reporti di NXT.
Fabio Theodule

Ultimi post di Fabio Theodule (vedi tutti)