Report: WWE NXT 23-10-2019 | Spazio Wrestling


Report: WWE NXT 23-10-2019



Amici del grande wrestling, sono Fabio Theodule e vi do il benvenuto a questa nuova diretta di NXT, in diretta dalla NXT Arena in Florida. Questa serata si prospetta elettrizzante, con match entusiasmanti e un main event da favola. Vedremo, infatti, l’incontro tra Rhea Rhipley e Bianca Belair, le due atlete più affermate per lottare per il titolo femminile, e il match tra Matt Riddle e Cameron Grimes. Per quanto riguarda il Main Event, prepariamoci a volare: si tratta del Triple Threat match per il North American Championship tra Keith Lee, Dominik Dijakovic e Roderick Strong. This is NXT.

 

 

Single match: Rhea Rhipley vs Bianca Belair

Dopo le minacce delle settimane precedenti, ecco il tanto atteso match tra le due atlete femminili. Ricordiamo che, entrambe, si sono proclamate sfidanti per il titolo femminile NXT di Shayna Bazler. Attenzione anche allo spettro di Io Shirai, anch’essa desiderosa di un match titolato. L’incontro inizia subito con una serie di clinch in mezzo al ring, con Bianca che cerca di contrastare l’enorme forza fisica dell’avversaria. Prova di forza non indifferente, con Rhea che ha un minimo vantaggio rispetto a Bianca Belair, la quale ha, dalla sua parte, una grande agilità. Provocazione di Bianca che mostra il sedere a Rhea Ripley, che però reagisce con una grande spallata. Ancora clinch e mosse a terra, in stile lotta greco-romana. Inizio d’incontro molto particolare rispetto agli standard usuali, fatto di mosse di studio e di forza. Tentativi di suplex da parte di entrambe le atlete, con Rhea che prevale e riesce a scaraventare Bianca al suolo. Rhea sale sulla terza corda e prova a sollevare senza risultato Bianca, la quale riesce a scaraventare dal Turnbuckle l’avversaria. Ancora prese di sottomissione al terreno ma Rhea riesce a sfuggire per un istante, prima di subire, a sua volta, un suplex. Belair cerca di prendere il controllo del match con potenti gomitate sul collo e mosse che tendono a indebolire la schiena di Rhea. Tentativo di roll up non andato a buon fine di Rhipley e Belair che riesce di nuovo a mandarla al tappeto, mettendo, per la prima volta in queste settimane, in difficoltà. Rhea Rhipley riesce in parte a reagire ma viene buttata contro tutti e quattro gli angoli del ring e poi presa a calci sul viso e costantemente trattenuta dai capelli. Tattica molto decisa di Bianca Belair, in continua azione sulla schiena e sul collo della nemica. Bianca è una furia, continua a prendere a pugni all’angolo Rhea, andando anche incontro a continui richiami arbitrali; finalmente arriva la reazione: calcio a mezz’aria di Rhipley che riesce a buttare al terreno Bianca Belair e successivi drop kick. Mossa di sottomissione che viene interrotta da Bianca che riesce a toccare le corde e poi uscire dal ring: mentre Rhea manda dentro il ring Bianca, ecco l’intervento di Io Shirai che riesce a tramortire Rhea e a buttarla dentro al ring: sembra la fine perché arriva lo schienamento di Bianca, ma il conteggio si interrompe sul due per un niente. Io Shirai si mette sull’apron, ma ecco che arriva Candice LeRae che prende per la gamba l’atleta nipponica e la fa cadere. Ne approfitta Rhea che scaraventa al terreno con la sua Riptide Bianca Belair e procede al conteggio finale: Rhea vince anche questa settimana e vede la strada spianata per affrontare Shayna Bazler per il titolo NXT femminile.

Vincitrice: Rhea Ripley

 

Intervista per Pete Dunne, accompagnato da Tyler Bate: l’intervistatrice chiede come si senta dopo la sconfitta contro Damian Priest. L’atleta dice che non servono scuse per giustificare la sua sconfitta (ricordiamo che Priest è arrivato al conteggio finale grazie a un low blow dopo una distrazione dell’arbitro) e che sicuramente ci sarà una rivincita. L’intervistatrice, inoltre, ricorda a Dunne gli screzi e i “fireworks” accaduti prima del match con Killian Dain, chiedendo pareri all’atleta inglese, il quale risponde categoricamente: “a me non frega nulla di Killian Dain”.

 

Single Match: Matt Riddle vs Cameron Grimes

Matt Riddle arriva da una vittoria convincente dopo la sconfitta con Adam Cole, mentre Cameron Grimes arriva da una buona striscia di vittorie, quasi tutte arrivate dopo pochi minuti, a volte secondi. Oggi, però, l’avversario è sicuramente di un’altra categoria: nonostante questo, Grimes tenta immediatamente la sua finisher, non andando a segno. Riddle riesce a tenere al terreno Grimes cingendolo alla vita e, successivamente con una arm bar neutralizzata subito. Iniziano i kick al costato di Riddle, prima in mezzo al ring e poi all’angolo. Clostheline fore arm e poi expolder suplex da parte dell’Original Bro, seguita da una senton e un calcio sul volto di un inerme Grimes. Riddle continua a controllare l’incontro con le sue lunghe leve e alla sua agilità, che gli permette di sfuggire rapidamente alle prese all’angolo di Grimes. Jackhammer di Riddle che sfiora la vittoria! Grande mossa, anche piuttosto inaspettata da parte di Riddle. Cameron Grimes compie un’azione degna di nota: con un salto mortale riesce a mettersi alle spalle di un Riddle inginocchiato, sollevandolo ed eseguendo un german suplex: notevole gesto balistico, impreziosito da una notevole forza fisica che, sfortunatamente per Grimes, si riduce a un conteggio di due. Kick e ginocchiata di Riddle che poi si diletta in una GTS e un german suplex: ancora due. Grimes riesce a buttare al terreno Riddle e poi si dirige verso la terza corda: viene intercettato da Riddle, che esegue un superplex: solo due. Mossa aerea di Riddle, disattivata da Grimes con le ginocchia, successivamente serie di reversal di entrambi gli atleti, con Grimes che riesce a buttare al terreno Riddle: ancora conteggio di due. Riddle riesce a reagire, controbattendo la leaping double foot stomp di Grimes con una powerbomb: segue una ginocchiata sul volto e la finisher di Riddle: conteggio di tre e Riddle che vince ancora. Come la settimana scorsa, Riddle propone il pugno a Grimes, che rifiuta. Alle spalle dell’atleta c’è Tyler Bate che, al contrario, accetta il saluto di Riddle, riprendendo Grimes. Cameron Grimes spintona Bate che, immediatamente, riserva un violentissimo pungo sul volto di Grimes, tramortendolo tra l’ovazione generale.

Vincitore: Matt Riddle                        

 

Breve spezzone del General Manager William Regal che annuncia un tag team femminile tra Tegan Fox & Dakota Kai contro Marina & Jessamyn: le vincitrici andranno contro le Kabuki Warriors per il titolo femminile di coppia, la settimana prossima a NXT.

 

Six-man tag team match: Breezango & Isaiah Scott vs The Forgotten Sons

Dopo l’incontro di due settimane fa, ecco Breezango all’opera contro i Forgotten Sons. Anche questa volta, il loro partner è misterioso: l’ultima volta fu Kushida ad accompagnarli, questa volta, invece, è Isaiah “Swerve” Scott. I primi a cominciare sono Tyler Breeze e Jaxson Ryker: quest’ultimo riesce a sovrastare sia Breeze che Scott fisicamente, arriva quindi Fandango a chiedere il tag per cercare di controbattere l’avversario. Tentativo inutile, visto che Ryker riesce ad avere la meglio. Tag con Cutler che prova un roll up: Fandango rimane in piedi e si diletta in un balletto molto sexy che indispettisce l’avversario: clostheline di Fandango che spedisce fuori dal quadrato Steve Cutler che, inferocito, viene calmato dai suoi compagni dopo l’affronto subito. Dopo lo spot si torna sul quadrato, di nuovo con Tyler Breeze e Baxler: subito tag con Blake e suplex con successive mosse a terra di sottomissione, con un tentativo di strangolamento. Torna Baxler sul ring che sferra un pungo molto doloroso contro le costole di uno dei due membri del Breezango. Irish whip e clostheline, Tyler Breeze in balia degli avversari: prova di reazione dopo aver neutralizzato gli avversari: sembra che Blake riesca a evitare il tag di Breeze ma non ci riesce: Breeze riesce a dare il cambio a Fandango che neutralizza sia Baxler che Blake, per poi dare il cambio a Scott. Scott, purtroppo, non riesce a tenere a bada gli avversari, con Blake che riesce a cambiare con Cutler. Mossa a tre da parte degli avversari, che vanno vicini al conteggio finale, evitato dal ritorno di Breezango. In questo momento Scott è solo sul ring perché i suoi partner sono sfiniti a bordo ring, ma Swerve riesce a tenere testa a tutti e tre, mandandoli fuori dal ring. Si trovano Baxler e Scott sulla terza corda, ed ecco che arriva un’incredibile mossa: Scott riesce a colpire Baxler e usare il suo costato per un diving moonsault al di fuori del ring contro Cutler e Blake: incredibile. Si torna sul ring e tornano Baxler e Scott ad essere gli uomini legali. Dopo un Irish whip, Cutler riesce a dare il tag a Baxler senza che i tre avverari se ne accorgano ed entra sul ring: brutta mossa, dato che i due membri dei Forgotten Sons rimangono tramortiti fuori dal ring, lasciando Cutler da solo in mezzo al quadrato. Scott ne approfitta per dare un super kick a Cutler e arrivare alla vittoria finale. Enorme vittoria per Breezango e Swerve contro un trio davvero difficile da combattere.

Vincitori: Breezango & Isaiah “Swerve” Scott

 

Piccolo spot di Killian Dain: “Dunne hai cercato di rompere le mie dita? Bene, sappi che io ti distruggerò”

 

Single Match: Angel Garza vs Jack Gallagher

Prima dell’entrata del messicano, si vede il campione dei pesi leggeri Lio Rush che si accomoda al tavolo dei commentatori. Subito dopo arriva l’entrata del primo dei due partecipanti, il messicano Angel Garza. L’avversario di questa sera sarà l’inglese “Gentleman” Jack Gallagher. Lio commenta l’entrata del britannico dicendo che non ha mai lottato contro di lui ma si vede che è un duro; ma è anche per questo che lui è il campione attuale dei pesi leggeri e non ha paura di nessuno.

L’incontro inizia subito con una mancanza di rispetto: Garza allunga la mano verso Gallagher, per poi ritrarla nel momento in cui il gentleman prova a stingerla. Serie di roll up da parte degli atleti e Gallagher che rimane con i pantaloni di Garza in mano, in un momento abbastanza comico. Suplex con rimbalzo sulle corde e poi kick su Gallagher: conteggio di due. Nel frattempo, Lio continua a commentare il match, dicendo che sta prendendo appunti sui due atleti. Vertical suplex prolungato di Gallagher e poi arm bar, disattivata toccando le corde. Garza riesce a buttare fuori dal ring l’inglese e poi gli rifila uno schiaffo sulla schiena. Doppia testata e poi reversal di Garza su Gallagher, che rimane al tappeto. Segue un moonsalut dalla seconda corda e arriva il conteggio di tre: Garza vince molto facilmente il suo incontro. Lio Rush applaude l’atleta messicano, il quale, dal turnbuckle, mostra di voler la cintura. Rush si toglie quindi le cuffie, guardando minaccioso il suo, presumibilmente, futuro avversario e mostrandogli la cintura.

Vincitore: Angel Garza

 

Tag team Match: Tegan Nox & Dakota Tai vs Marina & Jessamyn

Siamo quindi arrivati al confronto tra questi due team femminili: ricordiamo che le vincitrici affronteranno le Kabuki Warrors per il titolo femminile a NXT. Il team di Marina e Jessamyn inizia subito con il botto, non aspettando neanche il suono della campanella, con Jessamyn che colpisce Dakota con un big booot. Le due atlete si cambiano costantemente, adesso è il turno di Marina che esegue una arm bar. Tag per Tegan Nox che, come una furia, si scaglia contro entrambe le avversarie, eseguendo anche due chokeslam ad entrambe. Jessamyn rimane all’angolo, enziguri e poi diving slam: conteggio di due interrotto dal ritorno di Marina. Dakota Kai riesce ad aiutare la sua compagna, scaraventando fuori dal ring Marina. Jessamyn cerca di approfittarne con un roll up ma viene subito contrastata: the Shiniest Wizard di Tegan Nox e conteggio di tre. Dakota Kai e Tegan Fox saranno le sfidanti delle Kabuki Warriors!

Mentre festeggiano, compaiono le Kabuki Warriors sul titantron. Le due nipponiche prima si congratulano, poi si prendono gioco delle avversarie in giapponese, finendo il discorso con un maccheronico inglese: “next week, you have no chance.”

Vincitrici: Dakota Kai & Tegan Nox

Prima del main event vengono annunciati due grandi match: il primo è tra Io Shirai e Candice LeRae, il secondo tra Tyler Bate e Cameron Grimes.

 

Triple Threat per NXT North American Championship: Keith Lee vs Dominik Dijakovic vs Roderick Strong

Atmosfera bollente nell’NXT Arena. Strong esce subito dal ring ma si ritrova circondato. Il campione sale sul ring e viene raggiunto da Dijakovic: il membro dell’Undisputed Era inizia a sferrare una serie di pungi contro l’avversario, tramortendolo. Entra anche Lee, Strong prova una spallata volante, ma non risulta essere una buona idea, data l’enorme stazza di Lee. Successivamente, Lee esegue una chockeslam su Dijakovic e i due si affronta nel quadrato, con Strong momentaneamente fuori. Come la settimana scorsa, Dijakovic cerca di indebolire il collo dell’avversario, con colpi alla testa. Tentativo di suplex non andato a segno ma Dijakovic ancora in controllo: Strong per ora ricopre il ruolo di spettatore non pagante, passando molto tempo fuori dal ring. Strong riesce a buttare fuori dal ring Keith Lee e poi esegue un superplex du Dijakovic dal top turnbuckle: conteggio di due. Chop da parte dell’attuale campione e poi Dijakovic che riesce a sferrare prima dei colpi a Strong, poi un superkick a Lee. Adesso sono tutti e tre sul ring, con Dijakovic che cerca di affrontare entrambi. Strong rimane a terra e Dijakovic esegue un suplex a Lee proprio sul campione nordamericano, provando anche lo schienamento: solo due.  Dijakovic tenta la mossa aerea sull’apron ma viene intercettato da Lee, che lo carica sulle spalle. Strong procede con una scivolata che manda al tappeto Lee, ma non Dijakovic, il quale lo prende per il collo e lo butta sul ring. Adesso Strong e Dijakovic sono sulla terza corda pronti per un superplex, ma vengono presi da Lee: powerbomb su Dijakovic che, a sua volta, trascina Strong in un superplex, con un impatto violentissimo. Dopo lo spot si torna con Lee che solleva entrambi gli avversari e li scaraventa al terreno: per ora, il verdetto è molto incerto. Adesso è Strong che cerca di controllare il match con una backbreaker a Dijakovic e poi una Olympic Slam su Keith Lee: ancora due. Fuori dal ring succede il parapiglia: Dijakovic prende sulle spalle Strong che riesce a cadere in piedi. Lee a sua volta prende a spallate il campione, lasciandolo a terra. Dijakovic e Lee si guardano e poi osservano il ring: devono e vogliono continuare dentro il quadrato. Entrano con l’ovazione del pubblico e procedono nell’incontro: Dijakovic colpisce Lee con una serie di superkick e poi si trovano sulla terza corda entrambi, Dijakovic esegue una chockebomb volante su Keith Lee e prova a vincere: ancora due. Lee è di nuovo fuori e Dijakovic ammalia il pubblico con una rincorsa sulla xcorda e una corss body scavalcando la terza corda, colpendo Strong. Dijakovic rimane fuori e arriva il momento della mossa volante di Lee: anche lui prende la rincorsa dalle corde ed esegue uno splash su Dijakovic. I due si trovano di nuovo sulla terza corda: sit-down power bomb su Dijakovic. Sembra la fine ma ecco, di nuovo, arrivare la mossa approfittatrice e intelligente. Strong colpisce al volto Lee con un superkick, schienamento e conteggio di tre. Roderick Strong è ancora l’NXT North American Champion.

Vincitore: Roderick Strong

Arriva l’Undisputed Era a festeggiare e, vigliaccamente, attaccano Keith Lee in un quattro contro uno. Tutti i membri alzano le cinture al cielo, ma ecco l’arrivo di Tommaso Ciampa, sempre con la sua stampella al seguito. Ciampa entra sul ring, nonostante sia in svantaggio numerico. Il pubblico canta “Daddy’s home” ed ecco che risuona un’altra theme song: è Johnny Gargano che arriva al seguito del suo ex compagno di tag ed entra nel ring. I due si guardano e vanno verso i quattro avversari, con il pubblico che adesso canta “DIY”. Ma le sorprese non sono finite, perché riecheggia una terza theme song: questa volta è Finn Balor che entra sul ring. I tre vanno contro l’Undisputed Era ma ecco il colpo di scena. Finn Balor colpisce Johnny Gargano! L’Undisputed era si scaglia quindi contro Tommaso Ciampa in un quattro contro uno. Finn Balor finisce la sua opera colpendo Gargano fuori ring e distruggendo le barricate. Incredibile colpo di scena. Neckbreaker sulla rampa da parte di Balor su Gargano, con i quattro dell’Undisputed Era in piedi sul ring.

Con questo incredibile finale si chiude la puntata di NXT. Settimana prossima vedremo un altro incontro titolato, per la divisione di coppia femminile, e nuovi interessanti match. Vedremo anche come proseguirà questa nuova, incredibile vicenda che vede altri tre wrestler coinvolti. Vi aspetto quindi mercoledì prossimo per la diretta di un’altra imperdibile puntata di NXT.

The following two tabs change content below.
Fabio Theodule

Fabio Theodule

Sono un appassionato di scrittura, lingue e sport, in particolare calcio e wrestling. Mi sono appassionato al wrestling nel 2005, a seguito del grande boom avuto in Italia e alle puntate trasmesse in chiaro sulla tv nazionale. Scrivo per Spaziowrestling.it i report di Monday Night Raw.
Fabio Theodule

Ultimi post di Fabio Theodule (vedi tutti)