Report: WWE Raw 06-01-2020

Amici di SpazioWrestling, bentornati al nostro appunto settimanale, il primo del nuovo anno e di questa nuova decade. Io sono Fabio Theodule e, in primis, vi auguro un buon 2020. Inoltre, vi accompagnerò in questa diretta di WWE Raw. La puntata vedrà ben due match titolati, quello U.S. e quello per i titoli di coppia, e vedrà anche l’evolversi della love story tra Lana e Lashley, arricchita dal quarto incomodo, la rientrante Liv Morgan. Prepariamoci quindi, direttamente da Oklahoma City, allacciamo le cinture e prepariamoci per questo grande episodio.

 

La puntata inizia subito con il ritorno del WWE Champion Brock Lensar, accompagnato dal manager Paul Heyman. Quest’ultimo prende il microfono:

“Buon anno anche voi puttanelle” rivolgendosi al pubblico, il quale fischia il campione. Heyman continua con la “Iniziamo la decade facendo la storia, perché è quello che Lesnar fa. Brock Lesnar fa la storia. Lui mi ha chiesto chi avrà il coraggio di sfidarmi alla Royal Rumble. E io gli ho chiesto chi merita di entrare sul ring e affrontarlo sul quadrato. E lui mi ha risposto che non c’è nessun membro del roster di Raw, SmackDown e NXT che merita di dividere il ring con Brock Lesnar. Aggiugno una cosa: voi non potete fare boo a Brock Lesnar. Lesnar sta per fare qualcosa di impressionante, qualcosa che avvertirà una volta per tutte tutti: lui fa la storia. Nessuno pensava che Undertaker potesse finire la streak… prima che Lesnar lo conquistasse. Questo è quello che fa Brock. E lui non ha solo conquistato l’Universo… Quindi, voi volete vedere Lesnar in un dream match alla Rumble? Volete che affronti qualche membro dei roster. Ecco l’annuncio ufficiale: Brock Lesnar parteciperà alla Royal Rumble. E lui parteciperà per primo. Quindi ogni singolo membro dei roster andrà uno contro uno contro Brock Lesnar. E lui alla fine sarà il vincitore. Brock Lesnar conquisterà la Rumble, vincerà la Rumble entrando per primo e non è solo una predizione, è uno spoiler.”

 

Intervista per Rey Mysterio

“Per me questo match è importante, non solo perché conquisterò di nuovo titolo di nuovo. Anche perché la mia carriera è agli sgoccioli. Quindi ringrazio Dominick per avermi convinto nel partecipare al match, ti voglio bene. E Andrade, riprenderò la cintura, perché tu non meriti di rappresentare i latinos”

 

Single Match per l’U.S. Championship: Andrade (c) vs Rey Mysterio

Subito dopo l’intervista entra il folletto di San Diego per l’incontro titolato, seguito da Andrade, accompagnato dalla fida Zelina Vega, Mysterio inizia subito alla grande, con un volo dalla terza corda verso l’esterno e qualche calcio alle gambe dell’avversario. All’esterno del ring, Mysterio riesce a lanciare il campione contro i gradoni d’acciaio, facendo impattare violentemente il viso di Andrade contro questi ultimi. Una volta sul ring, Mysterio cerca la mossa aerea rimbalzando sulla terza corda, ma viene intercettato da un violento dropkick sul costato. Dopo lo spot troviamo i due atleti sulla terza corda, con Mysterio che riesce a controbattere un tentativo di powerbomb e a colpire Andrade con un calcio al volo. Mysterio esegue anche una huracanrana e poi un kick. Springboard moonsault che non va a buon fine, dato che Andrade lo carica sulle spalle, ma che Rey riesce abilmente a trasformare in un tornando ddt: solo due. I due si trovano nuovamente sulla terza corda, con Mysterio che rimane a penzoloni verso l’esterno del ring: Andrade tenta un double stomp ma Mysterio evita la mossa e fa cadere Andrade fuori dal ring. Il campione U.S. riesce però ad eseguire un double knees all’esterno del ring, dopo che Rey sbaglia una mossa. Sul quadrato, Andrade rischia la sconfitta: tentativo di tri amigos, mossa caratteristica di Eddie Guerrero, ma al terzo suplex Mysterio esegue un roll up: solo due. Mysterio riesce poi a schienare Andrade dopo una mossa ma Zelina Vega posa il piede di Andrade sulla corda. L’arbitro conta fino a tre, risuona la musica di Rey ma l’arbitro nota il piede sulla corda e cambia la sua decisione, il match non è terminato. Andrade lancia Myserio contro l’angolo ma sbaglia la mossa e cade nuovamente fuori dal ring: Mysterio parte dall’apron ed esegue una huracanrana che fa sbattere il campione contro le barricate. Lo sfidante messicano sembra dominare il match, aiutato anche dalla sua esperienza sul ring; Andrade, invece, è in grande difficoltà. Sull’apron, i due si trovano a scambiarsi chop e colpi molto violenti, con Mysterio che riesce a lanciare con una powerbomb Andrade contro il paletto: il campione sta ricevendo colpi molto pesanti contro barricate, palette e gradoni. Leg drop volante di Mysterio e tentativo di pin: solo due. Andrade cerca di prendere le redini del match, con lo sfidante seduto all’angolo: tentativo di double knee ma Mysterio si toglie: Andrade si alza e subisce una huracanrana che posiziona Andrade in posizione 619: lo sfidante connette la finisher ma Zelina Vega risulta essere di nuovo determinante, portando fuori dal ring il suo assistito. Mysterio salta dall’apron e Andrade lo carica al volo lanciandolo alle spalle: purtroppo alle spalle di Andrade c’è Zelina Vega, che rimane tramortita. Mysterio non riesce a capacitarsi di ciò che è successo e va subito ad accertarsi delle condizioni di Vega, distraendosi. Andrade lo lancia contro i gradoni, lo porta sul ring e tanta l’hammerlock ddt. L’arbitro lo interrompe perché Mysterio ha subito un violento colpo contro i gradoni e non sembra in grado di continuare. Mysterio esce di nuovo e va a vedere come sta Zelina, ma Andrade lo segue, lo riporta sul ring e, dopo la sua finisher, Andrade mantiene il titolo. Successivamente, Andrade torna sul ring e toglie la maschera di Rey Mysterio, dandola poi a una tramortita Zelina Vega in segno di vittoria. Probabilmente, la faida non finisce questa sera.

Vincitore: Andrade

 

Intervista per Kevin Owens e Samoa Joe

“Tutto ciò che è stato detto su di noi è vero, le circostanze ci portano a essere uniti, nonostante prima non potesse essere possibile. Stesso nemico, alleanza obbligata” afferma Owerns

Parla Joe “Vero, gli AOP e Seth Rollins ci hanno fatto un torto. Quindi dovranno stare attenti a noi tre”

“Forse intendevi noi due” interviene Owens

“no, no. Ho detto giusto. Noi tre. E fidati che dovranno stare molto attenti.”

Quindi Samoa Joe ha un partner segreto per la lotta contro AOP e Seth Rollins. Chi sarà?

 

Troviamo quindi gli AOP e Seth Rollins con Charlie Caruso che dice a loro che è stata lanciata una sfida a loro tre da parte di Owens e Joe.

“Io accetto le sfide sempre, vivo per le sfide. E adesso la mia sfida è quella di portare Monday Night Raw ad un altro livello. Io sono il chosen one e sono abituato alle sfide, e tutto questo è inevitabile. E chiunque si metta contro il messia, riceverà il giusto trattamento da parte degli AOP.

Triple Threat Match per i Raw Tag Team Championships: Street Profits vs Viking Raiders (c) vs The O.C.

Siamo arrivati al secondo match titolato della serata, con gli Street Profits che entrano per primi, mettendo in atto il loro consueto siparietto e prendendosi gioco del Club. Sono proprio Gallows e Anderson i secondi ad entrare, non accompagnati da AJ Styles. Gli ultimi sono i campioni, i Viking Raiders, i quali sono stati schienati solo una volta, proprio dal O.C. Il match inizia con Erik e Anderson a combattere, con Erik che inizia subito a colpire l’avversario, lanciandolo al suolo. Tag per Ivar, con una buona mossa combinata. Ancora tag e Viking Raiders che dominano l’incontro. Ivar è di nuovo l’uomo legale, con Anderson che prova la controffensiva, ma inutilmente. Anche gli Street Profits prendono parte all’incontro, con Angelo Dawkins che riesce a prendere il tag da Ivar: dropkick e poi tag per Montez Ford: mossa combinata e Karl Anderson che rimane tramortito, riuscendo però a dare il tag a Ivar. Adesso sono i campioni contro gli Street Profits i padroni del ring: dopo qualche mossa e qualche esercizio di stile, The O.C. torna di prepotenza sul ring, colpendo entrambi gli avversari. Ad aver la peggio è Ford, dato che Gallows riesce a prendere il tag da Ivar e diventa l’uomo legale. Adesso sono i membri del Club ad avere la meglio, attraverso numerosi tag e mosse combinate. Gallows prova una headlock su Ford, con quest’ultimo che prova la reazione inutilmente: ancora tag e mossa combinata, con Dawkins che è costretto ad entrare sul ring per evitare lo schienamento. Torna Gallows sul ring ma Ford riesce ad evitare la mossa, dando poi il tag a Erik. Il membro dei Viking Raiders fa piazza pulita di tutti gli avversari, anche contro gli Street Profits. Gallows rimane tramortito e Ford gli da il tag: brutta mossa, dato che subisce la Viking Experience e rischia la sconfitta, evitata all’ultimo respiro dal ritorno sul ring del Club. Ivar esegue successivamente un suicide dive che attera Anderson e Ford, con Gallows che, dall’altra parte del ring, lancia Erik dall’altra parte della barricata. Dopo lo spot troviamo Anderson e Erik sul ring, con il membro del Club che tenta di indebolire il collo del campione di coppia, tenendolo vicino al suo angolo. Erik prova la reazione, evitando gli attacchi di Anderson e colpendo Gallows: riesce poi a dare il tag a Ivar, il quale riesce ad atterrare tutti e due i membri dell’Original Club, ma mancando poi la mossa all’angolo. Dawkins prende il tag da Anderson e atterra Ivar con un dropkick prima e poi con una powerslam. Tag anche per Ford, con Erik che rimane tramortito all’angolo: Erik rimane al terreno, Ford sale sulla terza corda ed esegue una frog splash senza accorgersi che Anderson ha preso il tag da lui. Anderson riesce a lanciare fuori il membro degli Street Profits e tenta lo schienamento, interrotto quasi sul tre da Dawkins. Gallows riesce a lanciare fuori dalle corde Dawkins e lo segue fuori, con Ford che esegue una mossa aerea che stende tutti e due. Grave errore, perché sul ring rimangono Karl Anderson e i Viking Raiders: powerbomb di Erik, seguita da uno splash dalla terza corda di Ivar. Siamo ai titoli di coda, arriva il pin vincente.

Vincitori: Viking Raiders

Nel backstage, Kevin Owens e Samoa Joe vanno a trovare il partner segreto, senza farlo vedere alle telecamere. Owens sorride, è molto soddisfatto. Sale la tensione

 

Arriva Becky Lynch

“è molto bello sentire la vostra voce, dato che sono diversi mesi che mi chiedo che tipo di campionessa sono. La mia vita è cambiata molto, ma durante le vacanze ho potuto pensare a cosa voglia dire essere ‘The Man’. E mi chiedo se sia il caso evitare l’unica atleta che non sono riuscita a battere.”

Partono le immagini degli scontri tra Asuka e Becky Lynch, con la lottatrice nipponica vittoriosa in ogni match. Arriva Asuka, la quale inizia a sbraitare in giapponese. Una volta sul ring, Asuka le urla contro e Becky la colpisce con un pugno. Situazione sempre più infuocata in vista della Royal Rumble.

 

Incontriamo Erick Rowan con la sua gabbietta e Mojo Rawley, il quale chiede di poter dare uno sguardo. Rowan accetta, a patto che l’atleta non dica niente a nessuno. Appena Rawley vede il contenuto della gabbia inizia ad urlare e scappa, chiedendo cosa ci sia di sbagliato in Rowan.

 

Intervista per Zelina Vega e Andrade

“Ho la cintura, ho la sua maschera. Io sono il presente, sono Andrade”

Arriva Mysterio smascherato che attacca l’atleta, riprendendosi e rimettendosi la maschera. Continua la rissa, con l’arrivo poi della security che mette fine allo scontro.

 

Single match: Erick Rowan vs KJ Orso

Continua l’opera di distruzione da parte di Rowan, il quale, nelle ultime settimane, si è sempre battuto contro avversari evidentemente inferiori. Subito un calcione e uno splash di Rowan, Iron Claw Slam e match concluso.

Vincitore: Erick Rowan

Rowan poi obbliga KJ Orso a guardare dentro la gabbia. L’atleta scappa via urlando, con il volto in sangue.

Single Match: AJ Styles vs Akira Tozawa

Tozawa inizia subito coraggiosamente, ma subisce immediatamente un Phenomenal Forearm: conteggio di tre che però viene interrotto da Styles, per umiliare ancora di più l’avversario. Styles sembra voler caricare Tozawa per la Styles Clash ma ci ripensa: Mind games di Styles che prima colpisce Tozawa con la caratteristica Silver Spoon DDT di Randy Orton e poi addirittura, si mette in posa come Orton per la sua finihser. RKO da parte di AJ Styles e vittoria veloce. Messaggio chiaro e tondo inviato a ‘The Viper’, con Styles che festeggia anche con la caratteristica posa del suo prossimo avversario.

Vincitore: AJ Styles

Arrivano Lashley e Lana sullo stage, pronti per aggiungere un altro, evitabilissimo segmento di questa interminabile love story. Sul ring c’è l’ufficiale per il matrimonio, quindi, probabilmente, stasera ci sarà il tanto atteso ‘si’

“Silenzio” dice Lana “per tutti voi che non volevate il mio matrimonio, vi è andata male. Sapete cosa succederà? Ci sposeremo proprio adesso.”

Parola all’uomo incaricato di sposarli, che recita le frasi di rito e li fa diventare marito e moglie. Lashley bacia la sposa.

“Dovrei sentirmi felice, dovrebbe essere il giorno più felice della mia vita ma non mi sento felice. Mi sento terribilmente triste e ho realizzato che non è colpa mia o di Bobby, ma è colpa di tutte le persone che non volevano vedere l’anello al mio dito. Spero che stiate dando molta importanza a questo anello, perché dovete sentirvi importanti per essere stati i miei testimoni. Mi state rendendo frustrata, perché siete gelosi e invidiosi”

Prende parola Lashley “Rusev è venuto per rovinare uno dei miei giorni più memorabili. Perché? Lui non è stato uomo abbastanza per tenere sua moglie”

Appare Rusev sul titantron, vestito da mare con lo sfondo sui caraibi

“Sembra che siate voi due più miserabili di tutte le persone che chiamate memorabili. E adesso vi do un regalo di matrimonio. E vi piacerà molto”

Parte un video in cui vengono mostrate le foto del matrimonio in maniera molto parodistica, soprattutto sul segmento finale della rissa e della torta in faccia.

Lana urla che odia Rusev e che ha rovinato tutto la sua vita

Attenzione perché Lashley zittisce Lana

“Rusev se hai le palle, perché non ti presenti la settimana prossima a Raw, cosicché possa strapparti la lingua e te la faccia ingoiare?”

Rusev non accetta, dicendo che però brutalizzerà Lashley e Lana e che saranno solo problemi loro.

Intervista per R-Truth, diventato l’atleta ad aver vinto il maggior numero di titoli in WWE,  interrotto subito da Liv Morgan

Morgan dice che “visto che settimana prossima Lashley e Rusev si scontreranno e che Lana sarà all’angolo di Lashley, io sarà all’angolo di Rusev”

Single Match: Charlotte Flair vs Sarah Logan

Logan attacca Charlotte ancora prima che il match cominci, iniziando una rissa da strada fuori dal ring. Le due si trovano anche in mezzo al pubblico, con Sarah Logan che lancia poi ‘The Queen’ contro il paletto. Una volta sul ring, Logan prende la vestaglia di Charlotte e la sbatte contro il ring, lanciandola poi contro Charlotte che si trova fuori dal ring. Logan esce dal ring e subisce una spear e la furia di Charlotte. Sarah Logan viene lanciata contro il paletto e poi contro le barricate, ma Logan riesce ancora a reagire e a continuare la rissa fuori dal ring, subendo infine un big boot. L’arbitro porta la vestaglia a Charlotte, la quale la indossa. Per finire, ‘The Queen’ si pulisce le suole su Sarah Logan

Il Match finisce in No Contest

Single Match: Drew McIntyre vs No Way José

McIntyre inizia picchiando tutto l’accompagnamento di José. Kick sul costato di José e poi Belly to Belly suplex, con McIntyre che pii esce e se la prende di nuovo con le mascotte dell’avversario, soprattutto con un povero malcapitato che riceve una reversed alabama slam contro l’apron. Una volta sul ring, McIntyre esegue la Future Shock DDT e poi il Claymore Kick: vittoria molto semplice per lo scozzese.

Vincitore: Drew McIntyre

McIntyre lancia successivamente No Way José contro tutte le sue mascotte

“Oklahoma City, chi mi sfida a fare un altro Claymore. Anzi due.” Urla Drew. Lo scozzese prende No Way José e lo porta sul ring, sferrando poi un altro Claymore.

“Sapete, io so delle cose divertenti su Drew. Non ho mai avuto l’opportunità di lottare per il titolo mondiale. Sembra che debba schienare me stesso o, che ne so… la Royal Rumble? Quindi chi ci sarà? Styles, Orton, forse Lesnar. Beh non mi interessa, può esserci qualsiasi atleta di qualsiasi roster, ma sarò io a vincere.”

Quindi anche Drew McIntyre parteciperà al Royal Rumble match.

Single Match: Aleister Black vs Shelton Benjamin

Inizio scoppiettante tra i due, con mosse evitate e mosse balistiche di grande caratura. Dopo un tentativo di sottomissione, Benjamin solleva Black e lo scaraventa al suolo. L’olandese reagisce ma viene atterrato da due colpi al volto. Springboard di Black evitato, con quest’ultimo che colpisce Benjamin con una gomitata e una ginocchiata. Successivamente arriva la Black Mass che mette fuori gioco Shelton Benjamin.

Vincitore: Aleister Black

Arriva Buddy Murphy sul ring e inizia a picchiare Aleister Black, lanciandolo prima contro i gradoni e poi contro il paletto, mosso dalla rabbia di aver perso tutti i recenti incontri contro Black. Murphy prende una sedia e fa impattare il ginocchio contro la sedia, che era stata adagiata al volto dell’olandese.

Six-Men-Tag Team Match: AOP & Seth Rollins vs Kevin Owens, Samoa Joe & Big Show

Rollins prende subito il microfono, recitando il suo solito sermone da chosen one. L’Architetto del ring invita gli avversari ad entrare: i primi due sono Owens e Joe, aspettando il terzo misterioso partner. Il terzo membro del team è Big Show al rientro sul quadrato. I primi due a incominciare sono proprio Big Show e Akam, con il primo che lancia fuori dal ring l’avversario, si scaglia contro Rezar e poi colpisce con una violentissima chop Seth Rollins. Dopo lo spot troviamo Samoa Joe e Seth Rollins sul ring, con Joe che lascia il posto a Owens dopo aver atterrato Rollins. Cannonball senton e schienamento: solo due. Tag per Rezar che si scaglia contro Owens fuori dal ring. Sul quadrato Rezar colpisce l’avversario con dei pugni e una headlock. Tag per Akam che continua l’assedio a Kevin Owens: è il turno di Seth Rollins che colpisce Owens con un jumping knee dalla terza corda. Owens riesce finalmente a reagire su Rezar, entrato dopo Rollins, e da il rag a Big Show, il quale se la prende con un rientrante Seth Rollins, colpendolo con delle spallate. Nel frattempo, gli AOP se la prendono con i partner di Big Show, lanciando Samoa Joe contro i gradoni. Rimasto solo sul ring, Big Show cerca una double chokeslam sugli AOP ma Rollins prende una sedia e attacca Big Show, ponendo fine al match. Inizia la rissa e Joe torna sul ring, finendo poi fuori dal ring. Rollins cerca la Curb Stomp ma viene tenuto per la gamba da Owens, subendo poi un KO Punch. Gli AOP recuperano Rollins e scappano dal quadrato.

Vincitori per DQ: Kevin Owens, Samoa Joe e Big Show

 

Con questo ultimo incontro si chiude la serata, con un episodio piacevole che ha portato ad ulteriori sviluppi narrativi. La settimana prossima vedremo l’incontro tra Randy Orton e AJ Styles, molto interessante. Grazie per l’attenzione, vi aspetto lunedì prossimo per una nuova diretta di WWE Monday Night Raw.

The following two tabs change content below.
Fabio Theodule

Fabio Theodule

Sono un appassionato di scrittura, lingue e sport, in particolare calcio e wrestling. Mi sono appassionato al wrestling nel 2005, a seguito del grande boom avuto in Italia e alle puntate trasmesse in chiaro sulla tv nazionale. Scrivo per Spaziowrestling.it i report di Monday Night Raw.