Roman Reigns: “Non sono un Paul Heyman Guy”

Roman Reigns: “Non sono un Paul Heyman Guy”



Roman Reigns ha rinnovato la sua carriera in WWE rinascendo come Tribal Chief, più spietato che mai come top heel di SmackDown. Oltre al titolo Universale attorno alla vita, il suo ritorno è stato reso unico anche dall’alleanza con Paul Heyman.

I fan si erano abituati a vedere Heyman accanto a Brock Lesnar, pertanto il suo allineamento con Reigns è stato una sorpresa. Ciononostante Roman non si considera un cosiddetto “Paul Heyman Guy” ma l’opposto, Paul è un “Roman Reigns Guy”.

Nel Complex Load Management podcast Reigns ha parlato proprio del suo rapporto con Heyman, spiegando che questo cambiamento è arrivato anche fin troppo in ritardo, dopo aver interpretato il suo personaggio per quasi 5 anni. Vuole mettersi alla prova e si necessitiva di una personalità heel del genere. Reigns ha puntualizzato che un grande face può mettere in scena un altrettanto grande heel.

“Non sono un Paul Heyman Guy. Lui è un Roman Reigns Guy. E’ bello cambiare e aggiungere qualcosa di nuovo. Per 4 o 5 anni ho fatto sempre lo stesso personaggio. Avevo trovato il ritmo, era semplice. Quando fai continuamente la stessa cosa, diventi bravo a farla e ti fai condizionare. Ero arrivato al punto che sarei potuto essere un face anche mentre dormivo, soprattutto con un pubblico energico. E’ strano essere al ThunderDome. Dovevo uscire da quel torpore e mettermi alla prova. Questo sto facendo ora, lavoro con un atteggiamento diverso e mi affido al mio istinto. Tecnicamente sto facendo l’opposto di quello che facevo prima. Dicono sempre che un grande face può essere un grande heel e viceversa. Una volta capito il tuo allineamento, sai cosa bisogna fare in quello opposto. E’ bello, ed è bello lavorare con Paul Heyman.”

FONTE: Sportskeeda

The following two tabs change content below.
Giorgia Ghezzi

Giorgia Ghezzi

Appassionata di wrestling dal lontano 2002 e, in generale, della scrittura e dell'informazione in generale di questo sport-spettacolo. Amante anche del calcio, videogiochi e la lettura. Seguo Spazio Wrestling (con cui ho avuto il piacere e l'onore di collaborare anche in passato) dalla sua fondazione.