Roman Reigns: “Per il momento mi diverto a lottare in match non titolati”

Quando Reigns annunciò in diretta tv di avere la leucemia, dovette lasciare il titolo Universale, appena strappato dalle mani di Brock Lesnar.

Quattro mesi dopo è tornato, venendo subito coinvolto in una faida con Bobby Lashley, Drew McIntyre e Baron Corbin, ma senza alcuna opportunità titolata.

In un video del canale youtube di GQ Sports, in un episodio della serie “Actually Me”, Reigns spiega come i suoi obiettivi nel ring siano diversi da prima, ed è felice di combattere in match non titolati per il momento.

“Questa è una cosa che si chiedono in molti, perché io non abbia match titolati. Ma io per ora sono contento così, già combattere per me è abbastanza. Sono felice anche solo di poter stare nel ring a lottare ogni settimana, che ci sia in palio un titolo o meno. Non mettermi pressione amico (ride)”

Curioso è come Reigns non sia l’unica Superstar a non aver ottenuto un rematch dopo aver dovuto abbandonare il titolo.

Nel 2016 infatti, Finn Balor dovette rinunciare, per infortunio, al titolo Universale, senza ottenere un incontro valido per questo titolo fino al 2018 (contro Roman Reigns) e 2019 (contro Brock Lesnar).

Anche Kevin Owens, che vinse il titolo Universale a Fastlane contro Goldberg, nel 2017, non ottenne un rematch per il titolo, preferendo concentrarsi su quello degli stati uniti.

FONTE: SPORTKEEDA.COM