UFC: CM Punk è vittima di uno stalker?

L’ex campione della WWE e fighter UFC CM Punk ha accennato ad un possibile problema con uno stalker attraverso un tweet.
Nel tweet in questione, il Second City Savior ha dedicato ai suoi fan un “promemoria amichevole” ricordando loro di non “comportarsi da stalker”.

CM Punk: “Un promemoria amichevole per chiunque: non essere uno stalker. Grazie.”

Se la frase si riferisce ad un effettivo incidente accaduto a Punk, quest’ultimo si unirà alla lunga lista di lottatori che hanno avuto a che fare con stalker, inclusa sua moglie, AJ Lee.
Nel 2015 infatti, lo stalker Armando Montalvo è stato cacciato fuori da un centro di addestramento della WWE dopo aver brandito un coltello contro un ufficiale che stava cercando di scortarlo fuori dallo stabile.
A Montalvo fu quindi vietato di trovarsi nella proprietà della WWE a seguito di una serie di incidenti che si sarebbero ripetuti nel tempo, e dopo aver iniziato a perseguitare la Lee.
Il prossimo appuntamento che vede coinvolto Punk potrebbe essere l’evento UFC 230, che si terrà il 3 novembre al Madison Square Garden di New York, ma al momento sembra che Punk non sia stato convocato per combattere allo show.

Fonte: SPORTSKEEDA