WE THE PEOPLE: PRO e CONTRO della WWE su Discovery Italia

Ben ritrovati amici di Spazio Wrestling con un nuovo numero del WE THE PEOPLE. Ritorniamo per cercare di fare chiarezza sul passaggio dei programmi WWE su Discovery Italia, dopo oltre 15 anni su Sky Italia. I nostri Leonardo (Eagle) e Bjork, cercheranno di dirci i PRO e i CONTRO di questo passaggio epocale per la nostra nazione. Ma adesso basta chiacchiere e andiamo a leggere, cosa hanno da dirci.

LEONARDO PRO WWE SU DISCOVERY

Raw, SmackDown ed NXT cambiano “casa” e dopo ben 17 anni di Sky passano al gruppo Discovery Italia. Si è molto discusso in questi giorni dei risvolti positivi e negativi di questo cambiamento.

I lati positivi riguardano in particolare quegli spettatori che seguono in lingua originale (cosa che aggiungo essere decisamente importante per la comprensione della bravura di un dato atleta al microfono, ad esempio).

Proprio per chi segue in lingua originale, esiste la possibilità di vedere in diretta Raw e SmackDown nella notte tra lunedì e martedì e venerdì e sabato sulla piattaforma DPlay PLUS, mentre NXT è disponibile on-demand (come sarà fatto anche con gli altri due show) il giorno successivo alla messa in onda negli Stati Uniti. Insomma, un ottimo modo per rimanere aggiornati su tutto ciò che accade nel mondo del wrestling targato WWE.

Certo, forse bisogna aspettare troppo per la trasmissione con il commento in italiano, ma si può vedere tutta questa situazione come una possibilità di imparare un po’ di inglese, che non fa mai male.

Tornando all’offerta proposta da Discovery, la possibilità di avere gli shows on-demand e in diretta a 3.99 euro al mese su DPlay PLUS non è niente male. Si tratta di una somma accessibile a chiunque. Ma ancora più interessante é l’offerta WRESTLING WWE, che al prezzo speciale di 24.90 euro all’anno dá accesso a tutta la piattaforma di DPlay PLUS.

Considerando l’offerta che si aveva con Sky, dove il wrestling era compreso nel pacchetto SPORT (PPV esclusi, proprio come in questo caso), il prezzo è sicuramente vantaggioso.

Sui telecronisti se ne sono dette di tutti i colori, ma alla fine Discovery ha deciso di andare sul sicuro con il duo Franchini-Posa, che possono piacere o meno, ma hanno sicuramente dalla loro competenza ed esperienza.

BJORK CONTRO WWE SU DISCOVERY

Per continuare a seguire la WWE nella sua interezza occorrono due abbonamenti: quello a DPlay PLUS e quello al WWE Network, dove i PPV sono disponibili solo in inglese.

Per poter ascoltare le voci di Franchini e Posa bisogna aspettare la messa in onda in chiaro delle puntate di Raw (solo la versione ridotta da 2 ore!), SmackDown ed NXT. Se prima con Sky potevamo seguire Raw (integrale) e SmackDown la sera dopo col commento in italiano, ora bisogna aspettare 7 giorni per Raw, 4 giorni per SmackDown e 9 giorni per NXT.

Un fan che vuole seguire tutto in contemporanea con gli States, ma che non sa l’inglese, rimane fregato. Capisco che in molti trovano vantaggiosa l’offerta in chiaro perché rispetto a Cielo puoi comunque vedere Raw e SmackDown prima della messa in onda della nuova puntata in America, ma vogliamo parlare degli orari? Raw viene trasmesso lunedì alle 23.15 (7 giorni di ritardo, precisiamolo sempre) e SmackDown martedì alle 23.15 (4 giorni di ritardo).

Raw e SmackDown verranno poi trasmessi sabato e domenica alle 10.30, un’altra volta su DMAX ed in italiano. Si tratta di un ritardo di 12 giorni per Raw e 9 giorni per SmackDown. Chi vuole quindi vedere gli show ad un orario abbastanza decente, deve seguire il tutto come si faceva su Cielo. Per NXT invece la situazione è pure peggiore. Viene trasmesso sabato e domenica mattina, nella versione da 1 ora (sabato alle 12.30 e domenica, la replica, alle 9.30) con un ritardo di 9 giorni dalla messa in onda in America.

Per quanto riguarda il servizio DPlay Plus non c’è molto da dire. Ottima l’offerta e ottimo il fatto che puoi vedere tutto quando vuoi, però si tratta comunque di un ulteriore abbonamento e per chi ha già l’abbonamento a Sky, Netflix, Spotify, WWE Network e chi più ne ha più ne metta, un altro abbonamento è forse un po’ troppo. L’offerta è ottima e chi davvero è appassionato dovrebbe approfittarne, ma d’altra parte con un altro abbonamento c’è anche il rischio che in molti ricorrano alla pirateria.

Pessimo il fatto che i PPV saranno solo sul
Network, che in Italia è attivo da anni ma che in molti finora non usavano preferendo Sky Primafila. Considerando il tutto, per il momento mi sembra una situazione peggiorativa per la maggior parte dei fan della WWE in Italia.

 

Aspettiamo i vostri commenti, e come sempre vi invitiamo a seguire il nostro sito, Spazio Wrestling, la “casa” italiana del wrestling.

 

The following two tabs change content below.
Marco Macrì
Direttore Editoriale di Spazio Wrestling. Da anni nel mondo del wrestling web, con diversi ruoli ricoperti. Nella vita di tutti i giorni, sono responsabile dell'ufficio stampa della CNL - CONFEDERAZIONE NAZIONALE DEL LAVORO.