WWE: 5 decisioni che farebbero bene al Pro Wrestling ma sarebbero dannose per lo Sport Entertainment

Il pro wrestling e lo sport entertainment sono due termini che convivono da sempre in WWE. Il primo indica una forma d’arte mentre il secondo termine ha risvolti strettamente monetari . La WWE è maggiormente orientata verso lo sport entertainment negli ultimi anni. Basti pensare al push infinito di Roman Reigns che è odiato dai fan del pro wrestling ma amato dagli amanti dello sport entertainment.

Sportskeeda vi propone 5 decisioni che farebbero bene al pro wrestling ma male allo sport entertainment.

 

#5 Turn heel di John Cena e Roman Reigns

 

Proporre i due beniamini degli amanti dello sport entertainment  come heel rinfrescherebbe parecchio un prodotto stagnante come quello WWE dando così vita a nuove rivalità e a segmenti shockanti per i fan. Vince McMahon sa che questa mossa danneggerebbe la compagnia a livello economico ed è per questo che i due performer non hanno mai effettuato un turn heel.

 

#4 Evitare i segmenti comedy

Il comedy ha sempre fatto parte del mondo del wrestling ma la WWE negli ultimi anni ha abusato di questa tipologia di booking. Attualmente l’intera divisione tag team di Raw tolti gli Authors of Pain e The Revival è composta esclusivamente da squadre che si rifanno a questo stile dando vita a momenti imbarazzanti per i fan del pro wrestling. Eliminare questo tipo di segmenti riavvicinerebbe un pubblico più maturo al prodotto ma i fan dello sport entertainment gradiscono questo modo di proporre personaggi e storyline ed è quindi difficile che la WWE rinunci a questa tipologia di atleti e segmenti.

 

#3 Non utilizzare i part timers

I part timers sono i performer più scaltri del mondo del wrestling: lavorano il meno possibile guadagnando cifre spropositate. I fan del pro wrestling sono attirati da questi grandi che permettono alla WWE di vendere più biglietti degli show e di catturare l’interesse del pubblico.Il loro status di part timer non consente però di costruire un prodotto sul lungo termine dando vita perciò a storyline che nel giro di poche settimane trovano la loro fine.

 

#2 Dare più spazio ad atleti più agili e tecnicamente preparati

La WWE è nota per essere la terra dei giganti e non è necessariamente colpa di Vince McMahon. I big man semplicemente sono più apprezzati dal pubblico mainstream. La WWE dovrebbe proporre più spesso al fianco di questi giganti atleti più agili e tecnicamente preparati che sono in grado di dar vita a match migliori. La verità però è che il pubblico WWE ha trovato poco interesse in questa tipologia di atleti se si escludono i casi di CM Punk, Daniel Bryan, Rey Mysterio ed AJ Styles.

 

#1 Proporre show insieme ad altre compagne negli eventi più importanti dell’anno

Cosa succederebbe se la WWE proponesse a Wrestlemania un match fra John Cena e Kenny Omega con quest’ultimo ancora sotto contratto con la NJPW? semplice allontanerebbe il pubblico casual (che è la fetta maggiore del pubblico WWE) dai grandi eventi in pay per view perchè non è quello il tipo di prodotto che amano. I fan del pro wrestling invece gioirebbero nel vedere il puroresu, la luche libre o il british strong style proposto in eventi di questa caratura.

Fonte: SPORTSKKEDA.COM

  • Stex14

    Turn heel di Roman Reigns? NO! Turn Heel di John Cena? a quale scopo?

    C’è comedy e comedy in WWE, forse evitare le puttanate è la miglior cosa

    La questione “non utilizzare i part time” sarebbe una grande idea ma sappiamo che non è possibile

    Teoricamente lo stanno già face grazie proprio a 205live

    Impossibile, la differenza è enorme tra la WWE e tutte le altre, non si abbasseranno mai a fare una cosa del genere…