WWE: 5 Momenti avvenuti a Summerslam che hanno ridefinito la WWE

Summerslam si terrà il 19 agosto e quella di quest’anno sarà la trentunesima edizione del pay per view più importante dell’estate. La card dello show di quest’anno è promettente con Smackdown Live che sulla carta darà vita alle contese più attese dai fan.

Negli anni Summerslam ha sempre regalato momenti che hanno ridefinito la storia della WWE. Sportskeeda ve ne propone 5.

#5 Finn Balor vince il titolo Universale – Summerslam 2016

Wha

Balor al suo esordio nel main roster era trattato come un main eventer. Sembra strano dirlo oggi visto che l’irlandese troverà a stento un posto nella card di questo anno. Al suo debutto nel main roster l’ex campione NXT sconfisse Roman Reigns qualificandosi per il match che lo vedeva contrapposto a Seth Rollins valido per il neonato titolo Universale. La sua gimmick del demone, la sua agilità e il suo bagaglio tecnico lo differenziano dallo stereotipo del main eventer della WWE ma nonostante ciò la compagnia puntò su di lui. Purtroppo Balor si infortunò durante il match che vinse laureandosi primo campione Universale della storia. Nonostante la carriera di Balor in WWE è in salita il momento in cui vinse il titolo Universale rimarrà impresso nella memoria del WWE Universe.

#4 Brock Lesanr sconfigge the Rock – Summerslam 2002

T

Summerslam 2002 ha visto l’incoronazione di Brock Lesnar come nuovo volto della WWE che stava passando dalla Attitude alla Ruthless Aggression Era. Lensar sfidò The Rock per il titolo WWE laureandosi il più giovane campione WWE della storia. La faida fra i due venne promosso sopratutto dal The Great One che fece un gran lavoro nel far sembrare Lesanr ancora più temibile.

#3 Bret Hart vs.British Bulldog – Summerslma 1992

Wemb

Summerslam 1992 si tenne in Inghilterra, allo stadio di Wembley. Il main event non era il match per il titolo WWE fra Randy Savage e Ultimate Warrior ma quello valevole per il titolo Intercontinentale fra Bret Hart e British Bulldog. Il match non solo è il migliore della storia di Summerslam ma anche uno dei più belli della storia del pro wrestling. British Bulldog vinse la contesa per la gioia dei suoi connazionali che fecero una standing ovation ad entrambi gli atleti. Questo incontro non è soltanto un capolavoro indimenticabile ma anche uno dei primi tentativi della WWE di espandere la sua fama al di fuori degli Stati Uniti.

2# Brock Lesnar massacra John Cena – Summerslam 2014

Il 2014 fu decisamente l’anno della Bestia. Lesnar infatti pose fine alla streak di The Undertaker a Wrestlemania 30 e 4 mesi dopo a Summerslam sconfisse John Cena laureandosi campione WWE. Prima del match molti si aspettavano che la contesa fosse equilibrata essendo Cena il volto della compagnia invece il match fu a senso unico con Lesanr che eseguì 16 German Suplex su John Cena che oppose ben poca resistenza. Dopo questo match nacque l’iconica Suplex City che caratterizza la carriera di Lesanr in WWE da allora.

#1 Il B plus player si laurea campione WWE-  Summerslam 2013

A

Summerslam 2013 ha gettato le basi per quello che fu lo Yes Movement che caratterizzò la prima metà del 2014 in WWE. Daniel Bryan infatti iniziò la sua scalata ai vertici  della compagnia nell’estate del 2013 sfidando a Summerslam il campione WWE John Cena. Bryan arrivava al match da sfavorito avendo come avversario il volto della WWE. L’American Dragon per la gioia dei fan vinse il titolo WWE ma le emozioni della serata non finirono qui. Dopo il match Triple H che era l’arbitro speciale del match turno heel e attacco Bryan consentendo all’allora Mr.Money in the Bank di incassare la sua valigetta e di vincere il titolo. Quella sera nacque non solo un nuovo main eventer nella figura di Daniel Bryan ma si gettarono le basi per la storyline dell’Authority che dopo 5 anni è ancora rilevante.

Fonte: SPORTSKEEDA.COM