WWE: 5 superstar che sono quasi morte all’interno del ring

Nel caso non lo sapevate, il wrestling è finto“. Questo è quello che dice ogni persona che non capisce e non sa nulla di questa disciplina. C’è un’enorme differenza tra FINTO e PREDETERMINATO. Mentre le storyline sono predeterminate (che sono scritte e progettate da un team creativo), i rischi che prendono i wrestler professionistici sono dannatamente reali. Infatti, ci sono e ci sono stati performers che quasi ci lasciavano le penne all’interno del ring per una manovra eseguita o subita male o per altri inconvenienti.  Anche per una minima distrazione è veramente facile farsi molto male.

Quindi, senza andar oltre, ecco una lista di 5 superstar WWE che sono quasi morte all’interno di un ring.

 

5) THE BIG SHOW

Quando sei qualcuno con la stazza di Big Show, ti aspetti che tu sia colui che faccia il danno piuttosto che subirlo su una devastante manovra. Ma nel corso di un evento della WCW nel 1998, il gigante passò quasi a miglior vita durante un match con Kevin Nash (aka Diesel). Infatti, Big Daddy Cool ha botchato la sua manovra finale, la Jacknife Powerbomb, con Big Show che è atterrato sul ring sbattendo la testa. L’impatto di tale manovra li ruppe quasi il collo, qualcosa che avrebbe avuto pesanti conseguenze per il World’s Largest Athlete.

 

 

4) BROCK LESNAR

 

Durante il suo scontro epico con Kurt Angle a Wrestlemania XIX (2003) Lesnar stupì il pubblico eseguendo una manovra pericolosissima come la Shooting Star Press. Sfortunatamente, botchò la manovra ed atterrò sbattendo la testa. “The Beast Incarnate” è stato fortunato, cavandosela solamente con una concussione, piuttosto che la rottura del collo. Nonostante cio, finì il match laureandosi nuovo WWE Champion.

 

 

3) MANKIND (MICK FOLEY)

Quando la gente menziona il brutale Hell in a Cell tra Undertaker e Mankind, l’immagine scattata nel loro cervello è senza dubbio il volo che Foley fece sul tavolo di commento. Ma quello spot non è stato il momento più devastante del match. L’onore appartiene al secondo spot, quando Undertaker esegue una chokeslam su Mankind aprendo il tetto della cella e “sprofondando” all’interno del ring. In realtà quest ultima sequenza non doveva accadere, in quanto la cella non avrebbe mai dovuto aprirsi e Mankind è stato molto fortunato ad essere ancora in vita.

 

This was not meant to happen

 

4) JERRY “THE KING” LAWLER

Jerry Lawler, una parte costante del team di commento WWE, rischiò la vita a causa di un infarto avvenuto durante un episodio di Monday Night RAW. Ricordiamo che aveva disputato un match poco prima che infartasse.

E’ grazie al collega Michael Cole, che ha agito in maniera rapida, a salvare la vita a Lawler. Cole, che all’epoca degli avvenimenti era un heel, è stato lodato per le sue azioni e poco tempo dopo è diventato un suo “fan”, almeno per alcuni mesi.

 

1) “STONE COLD” STEVE AUSTIN

Tutti i fan della WWE conoscono questo incidente. Stone cold Steve Austin stava affrontando Owen Hart quando subì la rottura del collo a causa di un devastante piledriver (ovviamente botchato) da parte del più giovane dei fratelli Hart. A causa di ciò, ha tolto anni di carriera al Texas Rattlesnake e uccidendolo quasi.

Questa manovra paralizzò Austin temporaneamente e non era persino in grado di alzarsi ed andarsene con le proprie gambe. Questo momento è probabilmente quello che più si avvicina al topic di questa news.

 

FONTE: SPORTSKEEDA.COM