WWE/AEW: Compagnie arrabbiate con i wrestler per le disattenzioni verso il virus

Sono ben 11 mesi che gli show WWE ed AEW non ospitano le grandi folle di persone nei propri show a causa della pandemia globale. Il Wrestling è stato l’unico sport a non essersi fermato mai e le compagnie hanno sempre trovato un modo per offrirci i show settimanali e i PPV. I wrestler però non sono sempre stati attenti e le maggiori compagnia sono abbastanza infastidite dal comportamento dei loro lavoratori. Durante l’estate la AEW se la prese con Colt Cabana per aver partecipato ad una festa mentre la WWE si arrabbiò molto con Chelsea Green (fidanzata di Zack Ryder e superstar NXT) per aver dato una festa a casa sua.

Ultimamente le due compagnie hanno dovuto rimettersi a riprendere diverse superstar che hanno partecipato a delle feste durante il Superbowl. Le feste durante la partita più importante dell’anno sono sempre molto frequenti, ma si sperava che quest’anno non ci fossero proprio e ovviamente Khan e McMahon speravano che i loro wrestler non partecipassero a questi party. Sia la WWE che la AEW hanno avuto dei positivi durante l’anno e non vogliono avere situazioni spiacevoli in vista dei prossimi mesi che sembrano cruciali per entrambe le compagnie.

FONTE: RINGSIDENEWS.COM

Rispondi