lunedì, Maggio 27, 2024
HomeRubricheBrand War: Wrestling MatterBrand War: Wrestling Matter #8

Brand War: Wrestling Matter #8

Ben ritrovati fidati lettori di Spazio wrestling! Io sono Matteo “the legend killer” Traversa e sono qui per presentarvi un nuovo appuntamento di Brand war: wrestling matter. Dopo settimane di dominio di Smackdown, il trend si è invertito, con Raw che ha avuto la meglio per tre settimane di fila dal punto di vista del lottato. Questa settimana otterrà una nuova vittoria o lo show blu tornerà a trionfare. Scopriamolo insieme, partendo dall’analisi dei match dello show rosso!

RAW

ALEXA BLISS VS BAYLEY

RIASSUNTO: si parte e la Bliss schiaffeggia Bayley. Le due si menano poi a turno all’angolo, finché bayley non prende il sopravvento. Però suona la musica di Nia Jax che si approccia al ring e noi andiamo in pubblicità. Bliss è in controllo e lavora il braccio sinistro dell’avversaria precedentememte infortunato. Poi la calpesta con l’aiuto della corde, ma Bayley reagisce e connette con la sua neckbreaker tra le corde e un roaring uppercut dal paletto. Back suplex ed elbow drop. Alexa fugge fuori ring, bayley la insegue, ma nia si mette in mezzo e consente un cheap shot della Bliss. Interviene però Sasha Banks che mette ko la Jax con un dropkick. Sul ring roll up e poi belly to bayley per il tre vincente!

ANALISI: match molto anonimo, basico sul lottato, e le interferenze sono più interessanti della contesa in sé. Come spesso accade con i match femminili di raw, non si vede molto impegno da parte delle ragazze.

VOTO: 4

 

JACK GALLAGHER E MUSTAFA ALÌ VS DREW GULAK E BRIAN KENDRICK

RIASSUNTO: è in controllo, ma di distrae e viene colpito alle spalle da Gulak. Kendrick prende il tag da Gulak lanciato fuori in back body drop, tenta di bloccare Gallagher, ma subisce una testata. Tag ad Alì che connette la sua mossa finale dal paletto che vale la vittoria.

ANALISI: incontro che si conclude troppo in fretta e in maniera totalmente anti climatica. Sul lottato da ricordare la stupenda mossa finale di Alì.

VOTO: 4,5

 

FINN BALOR VS ELIAS SAMSON

RIASSUNTO: Balor parte meglio lavorando al braccio sinistro il rivale, ma subisce un’imperiosa body slam. Il drifter lavora balor con colpi duri e poi applica una full Nelson. Balor reagisce e connette con un overhead kick. Parte la reazione del demon king, però Samson esegue una sit out powerbomb. Backbreaker e poi tentativo di volo dal paletto, ma Finn lo colpisce con un enziguri e poi con il suo calcio dall’apron. Running dropkick sulle barricate, Elias recupera la sua chitarra e la spacca in testa a Balor facendo scattare la squalifica.

ANALISI: match buono, anche se non eccezionale. Entrambi combattono bene e a impressionare sono le mosse di potenza di Samson (body slam e power bomb) e i calci di Balor (enziguri e overhead). I due potrebbero fare un grande match la settimana prossima con la stipulazione del no disqualification.

VOTO: 6,5

 

AKIRA TOZAWA VS ARIYA DAIVARI

RIASSUNTO: Tozawa parte carico, ma Daivari si difende da una senton mettendo le ginocchia. Tozawa si fa male alla spalla, infortunata da Neville e l’avversario inizia a lavorarlo lì. Reazione con un huracarana e un back suplex. Sale sul paletto, evita l’arrivo di Daivary, ma non la arm breaker. Ginocchiata in corsa alla nuca di Tozawa e poi numerosi knee drop. Titus sale sull’apron e chiede all’arbitro di fermare il match, così la vittoria va a Daivari.

ANALISI: match troppo corto e scarsissimo sul lottato, per non contare il finale che lascia l’amaro in bocca.

VOTO: 3

 

THE HARDY BOYZ VS THE REVIVAL

RIASSUNTO: partono Matt e Dawson che si scambiano duri colpi. Tag a Jeff che presto richiama in azione il fratello. Side head lock di Matt, ma Dawson riesce a dare il tag e i due lavorano in coppia. Matt reagisce su Dawson con le testate ai tenditori, poi bulldog. Tag a Jeff e Splash più legdrop. Entra Dash, ma subisce un doppio lancio di braccio e una mossa di coppia. Di ritorno dal break, i Revival lavorano Matt al ginocchio sinistro e collaborano con diversi tag. Matt riesce dopo molto tempo a dare il tag gettando Dawson fuori ring e poi eseguendo un back body drop su Wilder. Jeff on fire con l’inverted Atomic drop, leg drop tra le gambe e dropkick basso. splash dalla seconda corda, poi Dawson si intromette. Lavoro due contro uno, tentano la shatter machine, ma Matt tira fuori ring Wilder. Roll up per un conto di due su Dawson, poi twist of fate. Wilder salva e allora Matt lo getta fuori. Poetry in motion, poi Jeff si prepara per la swanton, ma Wilder lo fa cadere sulle corde e Dawson lo schiena tenendolo per i pantaloni.

ANALISI: grande match! Molti cambi di fronte, i revival che lavorano benissimo di squadra isolando Matt e nel finale vincono con astuzia. Lo stile rissaiolo dei revival si mischia bene con quello più dinamico degli hardys e i due team potrebbero fare ancora meglio in ppv.

VOTO: 7

 

SAMOA JOE VS ROMAN REIGNS

RIASSUNTO: clinch, poi side head lock di Reigns. Scontro di spallate, vinte a turno dai due, poi Joe viene spedito fuori ring e noi andiamo in pubblicità.
Splash e enziguri all’angolo di Joe. Striking, ma improvviso roll up di Reigns, punito subito con una gomitata. Presa al collo prolungata, poi snap suplex e di nuovo lavoro al collo prolungato. Reigns reagisce con pugni e clothesline. Ne tenta una volante e quasi subisce un uranage, ma si salva e la connette in seconda battuta. Never Ending Story e big boot. Carica il Superman punch, ma Joe fugge fuori ring. Tenta il juggernaut kick, ma subisce una clothesline, che però restituisce subito dopo. Break pubblicitario. Joe è di nuovo in controllo, ma Reigns reagisce con testate e pugni, poi connette il samoan drop. Superman punch invertito in Atomic drop, poi big boot e senton. Joe cerca la uranage, Reigns si difende e prova il backdrop, respinto, Joe riprova la uranage, ma Arm Drag di Reigns e Superman punch connesso! I due sono distrutti a terra e nell’arena risuona la musica di Strowman che marcia deciso verso il ring! Tira giù Joe e poi sale per affrontare Reigns, intanto l’arbitro chiama il no contest.

ANALISI: questi due insieme sono una garanzie e regalano sempre degli ottimi match basati su colpi duri e mosse d’impatto. Ben eseguite le diverse reversal, su tutte il Superman punch in atomic drop, il juggernaut kick in clothesline e l’uranage in arm drag e successivo Superman punch.

VOTO: 7,5

 

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 5,5

 

RIFLESSIONI: 3 match buoni (soprattutto il tag e il main event) e tre pessimi (guarda caso della cruiserweight division e delle donne). Raw ricade nei problemi che gli erano costati tante insufficienze, ovvero quelle due categorie. Un vero peccato, perché c’era il potenziale per una grande puntata.

Raw ha fatto un mezzo passo falso, ne saprà approfittare lo show rivale? Vediamolo immediatamente!

 

SMACKDOWN LIVE

JIMMY USO VS KOFI KINGSTON

RIASSUNTO: Parte forte Kofi con numerosi stomp all’angolo accompagnati dal trombone di Woods. Kofi provoca Jimmy e questi ci casca volando fuori ring. Kofi finge un tuffo e lo esegue in seconda battuta sorprendendo Jimmy. Dopo il break il samoano ha preso il controllo con una sleeper. Kofi si libera con una jawbreaker, ma subisce un enziguri in giravolta. Jimmy tenta uno splash, ma Kofi lo schianta al suolo con uno stomp in salto. Parte la reazione di Kofi, drop kick e boom drop. Prepara il trouble in Paradise, ma viene preso al volo e schiantato di testa contro il paletto. Pendulum kick di Kofi, sale sulle corde ma si prende un uppercut. Jimmy cerca il superplex, ma viene buttato giù. Tentata distrazione di Jey, allontanato dal new day. Kofi respinge Jimmy e si tuffa in cross body, ma Jimmy lo ribalta in una culla e tenendolo per i pantaloncini ottiene il tre vincente.

ANALISI: match sorprendentemente buono. Belle mosse (l’enziguri in giravolta di Jimmy e il volo fuori in seconda battuta di kofi) e innovative reversal (lo stomp al volo di kofi e il trouble in paradise trasformato in schiacciata al paletto da Jimmy). Per essere un incontro tra membri di tag team, niente male davvero.

VOTO: 6,5

 

SAMI ZAYN VS MIKE KANELLIS

RIASSUNTO: Sami parte forte e riempie di colpi agli angoli il rivale. Kanellis si rifugia fuori, ma Sami lo raggiunge e stende con una clothesline. Mike cerca la reazione sul ring, ma viene spedito fuori e gettato sulle barricate. Nuova reazione di Mike mentre Zayn rientra sul ring, ma Exploder suplex! Carica l’helluva kick, però Maria sale sul ring a proteggere il marito, il quale colpisce l’avversario con un pugno a tradimento e esegue una samoan driver che gli vale la vittoria.

ANALISI: quasi uno squash con Sami e l’arbitro che fanno la figura dei fessi con Maria. Inspiegabile come non sia scattata la squalifica. Lottato ai minimi storici, con zayn che esegue le sue mosse tipiche e poi perde per un pugno e la mossa finale di Kanellis.

VOTO: 4

 

BECKY LINCH VS CHARLOTTE

RIASSUNTO: inizio equilibrato con molto wrestling tecnico e a terra. Arm drag doppio e drop kick di Becky. Roll up innovativo di Charlotte. Head scissor trasformato in un tentativo di disarmer e Charlotte fugge fuori ring. Break e al ritorno le due si scambiano duri colpi, con Charlotte che ha la meglio grazie alle chop. Poi running knee e knee drop alla Flair. Tentata figure 8, ma respinta. Becky vola dalle corde, dropkick e beckxploder, poi forearm in salto. Becky prova ad applicare la disarmer, ma Charlotte sfugge con un chop block e tenta la natural selection, non va e nuovo tentativo di disarmer, ma roll up della Flair seguito da un big boot. Charlotte sale sul paletto e vola col moonsault, a vuoto! Disarmer applicata! Charlotte prova a raggiungere le corde, ma Becky rotola e la riposiziona al centro. Charlotte dopo un po’ cede.

ANALISI: bel match, degno della tanto acclamata women’s revolution. Le due potrebbero fare molto meglio, ma per un match settimanale è più che soddisfacente. Charlotte ci delizia con il suo moonsault, seppur a vuoto, e un potente running Knee, mentre becky con il beckxploder e l’headscissor quasi trasformato in disarmer. Bellissimo poi il modo in cui l’irlandese evita la natural selection e per poco non esegue la disarmer.

VOTO: 7

AJ STYLES E NAKAMURA VS KEVIN OWENS E BARON CORBIN

RIASSUNTO: Styles entra, seguito da Nakamura, che però viene attaccato sullo stage dagli avversari. Presto li raggiunge Styles e gli heel vengono respinti. L’arbitro invita a tornare tutti sul ring e dopo il break pubblicitario il match è ufficialmente iniziato. Styles è in difficoltà per mano di Corbin, dopo essere stato colpito con un pugno al volto a murare un volo del fenomenale. Entra ko e continua il lavoro, ma subisce un dropkick. Tag a Nakamura che esegue le sue good vibrations, respinte, ma non lo step up enziguri. Knee drop del nipponico e colpi Strong style. Corbin abbassa le corde, facendo cadere fuori Nakamura, poi lo rigetta sul ring e Owens connette con una senton. Tag a Corbin e stomp all’angolo, tag a Owens e colpi sempre lì. Dentro Corbin, reazione di Nakamura, ma bear hug. L’artista si libera, evita il rientro di Corbin da fuori ring e colpisce con un dropkick. Corbin blocca però Nakamura e abbatte dall’apron AJ. Splash a vuoto e posizionato sulla terza corda, ma distrazione di Owens che permette la deep six. AJ evita il conto di tre! Enziguri in seconda battuta di Nakamura e doppio tag! Styles con una combo di colpi, poi clothesline e forearm basso. Splash a vuoto, ma face First body Slam. Owens reagisce con una poderosa clothesline e dà il tag a Corbin. Styles tenta la calf crusher, ma subisce un lancio di braccio. Il secondo tentativo va a segno, tuttavia Corbin raggiunge le corde. Styles prepara il phenomenal forearm, ma ko lo fa cadere sull’apron. Nakamura su Owens, ma Corbin lo attacca alle spalle e lo getta nella zona del time keeper. Torna poi sul ring e cerca la end of Day, ma AJ connette un enziguri e poi il Pelè kick. Blind tag di Owens, superkick e pop up powerbomb che vale la vittoria.

ANALISI: un signor tag team match, pur con atleti abituati a competere in singolo. Corbin e KO lavorano più da squadra, mentre i face lottano più da solisti, ma il risultato è godibilissimo. Tutti si mettono in buona mostra e regalano un incontro combattuto con un finale ottimamente eseguito.

VOTO: 7,5

 

MEDIA VOTI COMPLESSIVA: 6

 

RIFLESSIONI: puntata da 7, rovinata da quell’obrobrio di Kanellis vs zayn. I tag si esaltano in singolo, i singoli in tag e finalmente le donne ci regalano un gran match. Ottimi segnali per il futuro del lottato nello show blu.

 

PEGGIOR MATCH DELLA SETTIMANA: AKIRA TOZAWA VS ARIYA DAIVARI. Ero incerto se scegliere kanellis-zayn, ma almeno li Sami ha mostrati un po’ di mosse, mentre nel match dei cruiser c’è stato poco o nulla.

 

MIGLIOR MATCH DELLA SETTIMANA: ROMAN REIGNS VS SAMOA JOE. Qui in ballo c’era anche il main event di smackdown, ma di poco ho preferito la sfida dura dei due di raw. Hanno un’alchimia pazzesca e mettono su sempre delle vere e proprie battaglie.

 

CONCLUSIONI: Smackdown torna a vincere e lo fa in grande stile, potendo surclassare di molto i rivali, non fosse stato per il match di debutto di Kanellis. La categoria femminile dello show blu domina sulla corrispettiva di quello rosso e i cruiser sono tornati ad essere una zavorra. Un’inversione di rotta è tutt’altro che impossibile per raw, ma ci vuole la voglia di compierla.

E anche per oggi la rubrica si conclude! Se volete esprimere il vostro parere, potete farlo nei commenti. Io vi saluto e vi do appuntamento a settimana prossima. Buon wrestling a tutti!

 

 

 

ULTIME NOTIZIE

ULTIMI RISULTATI