WWE: I 4 momenti più grandiosi della carriera di CM Punk

CM Punk ha lasciato la WWE nel 2014. L’atleta di Chicago disse in una puntata del podcast di Colt Cabana che non ha lasciato la compagnia ma che è stato licenziato, tra l’altro non giorno del suo matrimonio con l’ex Superstar della WWE AJ Lee.

 

Vince McMahon si è scusato con lo Straight Edge per il modo in cui è avvenuto sul podcast di Steve Austin. CM Punk ha chiarito più volte che non vuole più fare incontri di wrestling non avendo più la passione per il business. Attualmente fa parte del roster della UFC dove ha perso i suoi due primi incontri.

Punk ha lasciato il wrestling ma possiamo ricordare quanto di buono ha fatto in WWE. Questi sono i 4 momenti più grandiosi della carriera di CM Punk secondo Sportskeeda:

#4 The Best vs. The Beast- Summerslam 2013

Enter

Durante il Money in the Bank del 2013 Curtis Axel attaccò sia Daniel Bryan che CM Punk, in soccorso dell’atleta di Chicago arrivò Paul Heyman che però tradì il suo cliente attaccandolo con una scala quando quest’ultimo stava cercando di conquistare la valigetta. La sera dopo a Raw CM Punk aspettava Heyman per delle spiegazioni e Heyman arrivò ma non era solo. Ad accompagnare l’ex General Manager della ECW c’era Brock Lesnar che massacrò Punk. Nella settimane che portarono a Summerslam Lesnar attaccò costantemente Punk.

Il loro match di Summerslam è uno dei migliori di sempre grazie ad un’ottima storyline e un’altrettanto buono script del match. CM Punk fece di tutto per frenare lo strapotere fisico di Lesnar senza però riuscirci.

#3 La Pipe Bomb – Raw 27/06/2011

Enter captio

Durante la faida con John Cena Punk fece qualcosa che nessun’altra Superstar fece prima di lui: sfondò la quarta parete. Il promo di CM Punk, durato oltre 10 minuti, mise in risalto tutta la frustrazione dell’uomo che c’era dietro l’atleta. Criticò John Cena e Hulk Hogan definendoli due lecca culo di Vince McMahon arrivando a dire che la WWE sarebbe rinata dopo la morte del suo presidente. Criticò anche i suoi fan dicendo che avrebbe continuato a guardare la WWE dopo il suo ritirò. Ad un certo punto la regia spense il microfono di Punk perchè era andato troppo oltre. Questo segmento fece dell’atleta di Chicago un main eventer e cambiò la storia del Wrestling.

#2 CM Punk vs. Undertaker – Wrestlemania 29

Ent

CM Punk nel 2013 meritava il main event di Wrestlemania ma la WWE aveva comunque in serbo per lui un grande match: quello con The Undertaker. La stotyline si basava sullo Straight Edge che sentitosi abbandonato dal pubblico decise di Togliere al WWE Universe una delle cose a loro più care, la streak di Undertaker. Per attirare il Deadman disonorò il compianto Paul Bearer e lo attaccò con l’urna del suo ex manager. Il loro match a Wrestlemania fu uno dei migliori della carriera di Punk nonostante i suoi acciacchi e un Undertaker che non era più quello di un tempo.

#1 Money in The Bank 2011

<p>

Il main event di Money in the Bank 2011 vedeva Punk sfidare John Cena per il titolo WWE. CM Punk aveva il contratto in scadenza e dichiarò di volersene andare dalla WWE con il suo titolo massimo. L’incontro fu un match a 5 stelle, l’ultimo  della WWE che ottenne questa valutazione da Dave Meltzer. Vince McMahon e John Laurinaitis cercarono di intromettersi durante l’incontro ma fallirono. CM Punk se ne andò con il titolo WWE con la sua Chicago che l’acclama come un Dio.

Fonte: SPORTSKEEDA,COM

Lascia un commento