WWE : Intervista a Jonathan Coachman!

L’ex personalità WWE e conduttore dell’ ESPN Jonathan “the coach” Coachman ha recentemente parlato con Busted Open Radio

ESPN aiuta la WWE a tornare nel mainstream:

“Mi sono sentito orgoglioso quando ho ricevuto la chiamata dall’ ufficio dove mi hanno detto che potevo aiutarli. Una delle più grandi critiche di Vince  nel corso degli anni si è sentito come se le superstar fossero l’unica cosa di cui avessimo bisogno. In questi giorni con i social media hai bisogno di crossover tutto il tempo. al momento non esiste più crossover di ESPN. “Sono molto orgoglioso del fatto che su sportscenter abbiamo ottenuto un segmento ogni settimana, il quale è diventato il segmento con il punteggio più alto sui social media. Abbiamo creato un dropdown su ESPN che quando0 ci vai che quando lo visiti è prprio lì vicino alla NBA,NFL,WWE .”

“The coach” ha twittato “il giornalismo è morto”.

“Ho avuto problemi quando ho twittato questo, ho scritto  che il giornalismo è morto come lo conosciamo. Chiunque voglia andare al college per diventare giornalista e scrivere per il Washington post , si ferma ora, perché la sua carriera non decollerà mai. “L’intrattenimento  deve essere la priorità numero uno “è questo che ho detto ai miei capi in ESPN.  Questa cosa intrattiene. chi se ne importa da dove vengono gli occhi”.

La ragione per cui ha lasciato la ESPN:

“Hanno lasciato cadere la palla avrebbero potuto fare molto di più. Ogni progetto che ho provato a fare lo ho presentato alla ESPN ma hanno detto no. E’ estato molto frustante e ho detto al mio capo” Sei così miope su quello che dobbiamo fare, è incredibile per me .  La notte prima di Summerslam, Connor McGregor ha combattuto Natye Diaz per la seconda volta. Ho detto loro che sarei andato a coprire sia il combattimento di Mcgregor che Summerslam ma il mio capo ha detto di no perché aveva già inviato 3 telecamere al calcio pre campionato”.

Il suo momento preferito a RAW in cui è stato coinvolto: ” Dopo che the rock ebbe lasciato, Eugene ed io stavamo facendo qualcosa, The Rock chiamò perchèp voleva fare un’ apparizione così  lo abbiamo nascosto nel backstage senza che nessuno lo sapesse. Il piano era che qualcuno intervistasse Eugene io avrei fattro una promozionee mentre Eugne tornava indietro la musica di the Rock riecheggiò per tutta l’arena. Avevo la pelle D’oca.”

Come funziona con Vince McMahon :

“Mi è piaciuto molto, per questo ero molto vicino a lui, non c’è nessun altro con cui preferirei lavorare. Parte del motivo per cui sono stato 10 anni in ESPN è merito suo, perché ho imparato da Vince che gli affari vanno prima di tutto, non si bruciano mai i ponti e si fa sempre ciò che è meglio per il buisness. E’ molto difficile lavorare con lui perché richiede l’eccellenza. per quanto riguarda la leadership non credo ci sia leader migliore., perché sai sempre in quale direzione stai andando. potrebbe non essere la direzione giusta mai saprai sempre dove andrai. Non c’era tempo da perdere se volevi proporgli qualcosa  dovevi farlo a meno che tu non preferisca rimanere in disparte. Prendi per esempio il New Day la carriera di questi tre ragazzi era praticamente finita ma Vince ha firmato l’idea. E’ un uomo con cui devi essere preparato parlare. Non ciu sarà mai un Vince che si siede a casa e guarda lo show. Questo è quello che è. Se hai un bambino, vuoi vedere quel bambino crescere. questo è tutto “

Fonte: Wrestlingnewsource.com