WWE: JBL racconta di quando Vince McMahon fu vicino a licenziare Michael Cole

JBL ha rivelato che Vince McMahon ha minacciato di licenziare Michael Cole per aver detto qualcosa in TV che gli era stato ordinato di non dire. Cole lavora per la WWE da oltre due decenni come commentatore. Durante una recente sessione di domande e risposte allo Steel City Con, JBL ha raccontato della notte in cui Michael Cole ha quasi perso il lavoro. Vince McMahon aveva informato i commentatori di non riconoscere Deuce (James Snuka Jr.) come figlio di Jimmy Snuka. Cole, tuttavia, involontariamente è andato contro le parole del presidente:

“Non me ne accorgo nemmeno. Non appena Deuce entra, Michael Cole dice ‘Arriva il figlio di Jimmy Snuka’. Vince gli aveva appena detto di non dire ‘il figlio di Jimmy Snuka’. Comincio a ridere perché mi rendo conto che Cole non si rendeva conto che non doveva dirlo. Vince mi vede ridere e pensa che Cole lo stia prendendo in giro davanti a tutti. La risposta di Vince è stata ‘Michael, verrò laggiù e ti licenzierò. No, verrò laggiù e ti prenderò a calci nel culo’ e ha iniziato a discutere con se stesso a quel punto. Michael sta solo guardando la telecamera, io sto morendo dal ridere, poi arriva la pubblicità, non c’è stato alcun commento nel match, Vince si rende conto di cosa è successo, che Michael l’ha fatto per errore, dice ‘Haha, ho perso un po’ il controllo lì vero? Ah, sì’.”

FONTE: SPORTSKEEDA.COM



Rispondi