WWE: La scomparsa di Jamal Khashoggi potrebbe mettere a rischio Crown Jewel

WWE Crown Jewel si preannuncia come uno dei più grandi spettacoli della compagnia, ma i rapporti degli Stati Uniti con l’Arabia Saudita potrebbero mettere a rischio lo spettacolo.

La scomparsa del giornalista Jamal Khashoggi in Arabia Saudita ha scatenato discussioni sugli Stati Uniti che hanno imposto sanzioni al paese, il che potrebbe significare la fine degli spettacoli della WWE nella sudetta regione.

Khashoggi, editorialista del Washington Post, è scomparso da oltre una settimana a seguito di una visita al consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul, in Turchia, secondo un rapporto della CNN. L’ultimo aggiornamento ha riferito che i funzionari sauditi stavano progettando di attirare Khashoggi per mettere a tacere le sue critiche al regime attuale, anche se l’Arabia Saudita ha negato tali accuse.

La scomparsa e la possibile morte di Khashoggi ha portato il presidente Donald Trump ad aprire un’indagine e a determinare il corso d’azione del paese. Il senegalese Connonnect Chris Murphy (D), lo stato dove si trova il quartier generale della WWE, ha inviato un tweet per la fine del rapporto degli Stati Uniti con il paese se le accuse si dimostrassero vere.

La WWE ha annunciato un accordo importante con l’Arabia Saudita ad aprile per ospitare eventi nella regione, iniziando con The Greatest Royal Rumble a Jeddah, in Arabia Saudita. Il Wrestling Observer Newsletter ha riferito che il contratto della WWE con l’Arabia Saudita avrebbe portato $ 450 milioni nei prossimi 10 anni , ma quel denaro potrebbe essere in pericolo se gli USA imponessero delle sanzioni alla regione. La WWE sta affrontando la propria polemica, per il loro coinvolgimento con l’Arabia Saudita, a causa del trattamento riservato alle donne e dell’assenza del roster femminile ai loro spettacoli in Arabia Saudita.

Trump ha dichiararo a Fox News che era troppo presto per dire come gli Stati Uniti avrebbero risposto, e che imporre sanzioni su di loro avrebbe danneggiato l’economia statunitense. Se le sanzioni venissero imposte, la WWE potrebbe essere costretta a rinunciare al loro accordo con l’Arabia Saudita, il che aprirebbe dunque delle cause legali.

Fonte: SPORTSKEEDA.COM