WWE: Parecchia frustrazione per gli scarsi protocolli anti COVID

Il problema della pandemia ha creato tante difficoltà anche alla WWE che negli ultimi mesi non ha potuto mettere in scena più Raw Underground e non ha potuto coinvolgere NXT alle Survivor Series.

Secondo quanto rivelato da Fightful Select ci sono molte Superstar frustrate a causa degli scarsi controlli dei protocolli anti COVID all’interno del Performance Center. Gli atleti, infatti, sarebbero sottoposti al test per il Covid solo una volta alla settimana. Gli stessi poi non sono obbligati a vivere ‘in bolla’, bensì possono spostarsi, frequentare chi vogliono ed avere ogni tipo di relazione sociale fuori dal Performance Center.

Addirittura sembra che anche l’obbligo della mascherina sarebbe circoscritto solo all’interno della struttura, mentre all’esterno si può anche non indossarla.

Per tutta questa serie di motivi, come già detto, molti atleti si sentono frustati e poco sicuri.

FONTE: RINGSIDENEWS.COM

The following two tabs change content below.
Angelo Sorbello

Angelo Sorbello

Sono Angelo Sorbello, vivo a Genova, sono lauerato, ho lavorato per diverse testate giornalistiche, tra cui Il Giornale e il Secolo XIX. Ho diverse passioni, tra cui il wrestling in particolare la WWE.