WWE: Randy Orton critica alcuni fan | Spazio Wrestling


WWE: Randy Orton critica alcuni fan



Randy Orton è stato, di recente, intervistato da Sport Illustrated, rispondendo a diverse domande, come ad esempio i rischi che i wrestler corrono sul ring.

Infatti, secondo Orton, anche se apprezza le Superstar che mettono il loro corpo a rischio, questo rischia di abbreviare le loro carriere.

“So che ci sono fan che adorano vederci rischiare il collo ogni sera, e stimo i miei colleghi che lo fanno, per non c’è longevità in tutto questo”.

Randy ha anche espresso disappunto verso quei wrestler che prediligono mosse appariscenti mettendo in secondo piano lo storytelling del match. In un match è essenziale rallentare, così da poter dare maggior risalto alle espressioni facciali.

The Viper ha anche aggiunto:

“Non sopporto quando vedo 10 mosse finali di seguito, dove uno subisce una powerbomb e poi è di nuovo in piedi a dare ginocchiate, tutto un boom boom boom. E’ troppo. Ma siccome ci sono ragazzi che sono in grado di farlo, siccome i fan li incitano con cazzate come “lottate per sempre” e loro lo fanno, perché così ottengono una reazione. Ma non c’è bisogno che i fan facciano quel fracasso per ottenere una reazione. A volte ti osservano semplicemente a bocca aperta, senza dire una parola perché sono coinvolti e attenti. Vogliono vedere cosa succederà. Questa è la differenza tra alcuni del roster principale e quelli di NXT. Sono affamati, sono dipendenti dai cori del pubblico. Vogliono che far saltare il palazzetto per ogni spot che fanno”.

Orton infine ha aggiunto che alcune Superstar devono capire come ritmare il match. Deve essere un crescendo. Un buon match deve iniziare lentamente e poi alzare di intensità successivamente.

FONTE: SPORTKEEDA.COM

The following two tabs change content below.
Giorgia Ghezzi

Giorgia Ghezzi

Appassionata di wrestling dal lontano 2002 e, in generale, della scrittura e dell'informazione in generale di questo sport-spettacolo. Amante anche del calcio, videogiochi e la lettura. Seguo Spazio Wrestling (con cui ho avuto il piacere e l'onore di collaborare anche in passato) dalla sua fondazione.