WWE: Stephanie McMahon parla del wrestling femminile e di molto altro

Stephanie McMahon in un’intervista a Variety ha parlato del wrestling femminile e di molto altro. Ecco i punti salienti della sua intervista:

Sul suo dream match: “Il match dei miei sogni è un main event femminile a Wrestlemania, indipendentemente da chi ci sia dentro. Penso che succederà. Inoltre, non penso che sia facile, ma ciò che è fantastico è che le nostre donne e gli uomini sono davvero in competizione per i riflettori in questo momento. È una bella situazione e riguarda il dimostrare chi merita di essere lì. Indipendentemente dal genere, chi è la Superstar più grande? Questa competizione è eccitante e divertente. È così che dovrebbe essere“.

Sulla firma di Ronda Rousey: “Ronda voleva essere parte di questo cambiamento ed è successo prima che lei salisse a bordo, il che è stato qualcosa che l’ha delusa, ma che l’ha anche entusiasmata per farne parte e alzare il livello“.

Sulle donne che si esibiscono ad Abu Dhabi: “C’è un’altra storia da raccontare e questa è la forza di questo movimento, aiutato dai media, dai social e da tutte le nostre voci. Circa un anno fa ad Abu Dhabi, le nostre donne hanno avuto il permesso di esibirsi per la prima volta li e dovevano essere coperte dalla testa ai piedi eccetto la testa e le mani. Durante un match è scoppiato un coro, uomini e donne hanno cantato: ‘Questa è speranza’. È successo ad Abu Dhabi durante un match della WWE. I nostri wrestler che erano sul ring hanno detto di aver visto le lacrime di bambine in prima fila. Questo è il vero significato di questo movimento. Si tratta di dare una voce al cambiamento“.

Sul successo di WWE Evolution: “WWE Evolution è stato il trend in tutto il mondo per oltre due ore durante l’ultima partita delle World Series e durante il Sunday Night Football. Questo a causa della nostra fan base e delle nostre donne che hanno dato spettacolo. Non stiamo dando loro opportunità perché sono donne, stiamo dando loro opportunità perché sono le migliori e meritano questo posto“.

Su cosa ha portato al cambiamento nel wrestling femminile: “Il ruolo che veniva dato alle nostre donne, storicamente, era un ruolo secondario. Non si è mai creduto che le donne potessero essere nel main event o alla pari. Quello che è successo è che nel nostro sistema di sviluppo, Triple H ha iniziato a reclutare atleti fuori dai soliti standard sia per uomini che per donne. Ha iniziato ad allenare le donne nello stesso modo in cui gli uomini sono  allenati, dando loro lo stesso tempo nei match e le opportunità in televisione. Di conseguenza, hanno iniziato a salire sul ring e rubare veramente la scena. La nostra fan base ha iniziato a cantare: ‘Questo è wrestling, Women’s wrestling’. Questo è stato davvero l’input di quello che è successo dopo“.

FONTE: 411MANIA.COM