WWE: Vince McMahon voleva punire una top star facendolo perdere contro Brock Lesnar

WWE: Vince McMahon voleva punire una top star facendolo perdere contro Brock Lesnar

Vince McMahon è diverso da qualsiasi altro bookmaker professionista nel settore. È stato un pioniere ma è stato ed è ancora un uomo spietato nelle sue decisioni, sia che si tratti del prodotto sia dei suoi talenti. Anche i personaggi come Stone Cold Steve Austin non sono rimasti immuni all’ira del capo.

Nell’ultima edizione di Wrestling Observer Radio, Dave Meltzer ha parlato di un famigerato incidente accaduto tra Vince McMahon e Steve Austin nei primi anni 2000.

La nuova serie di documentari sul WWE Network è incentrato sulla Ruthless Aggression Era e ha avuto un ruolo importante il fatto che Steve Austin usciì dalla compagnia nel 2002, dopo che gli fu detto di perdere un match di qualificazione del torneo King of the Ring contro Brock Lesnar a RAW.

Austin ha dichiarato che era contrario all’idea di perdere con Lesnar in una normale puntata settimanale in TV. Secondo la leggenda della WWE, sarebbe stato un errore commerciale in quanto avrebbe potuto essere un match molto più importante e redditizio in un PPV.

Meltzer ha affermato che la ragione per cui Vince McMahon voleva che Austin perdesse contro Lesnar era il fatto che avesse parlato negativamente del team creativo della WWE e la compagnia non era certamente soddisfatta delle sue dichiarazioni.

Vince McMahon, che era il capo del team creativo, riteneva che nessuno avesse il diritto di criticare pubblicamente la squadra, anche se si trattava del più grande babyface dell’azienda.

McMahon decise quindi di punire Austin ordinandogli di perdere contro Lesnar.

Il WWE Hall of Famer, tuttavia, non si presentò a RAW e lasciò la compagnia.

FONTE: SPORTSKEEDA.COM

 

The following two tabs change content below.