WWE vs. AEW: NXT o AEW, chi offre il miglior prodotto? | Spazio Wrestling


WWE vs. AEW: NXT o AEW, chi offre il miglior prodotto?



Ciao amici di Spazio Wrestling. Qualche settimana fa abbiamo trattato un argomento piuttosto delicato, che negli ultimi mesi ha fatto discutere molto i fan di wrestling. I “protagonisti” erano NXT e la AEW, mentre il tema mi è sembrato che fosse abbastanza chiaro, ovvero: “Chi ha il miglior roster?”. Il sottoscritto, dopo una lunga analisi, è arrivato ad una conclusione che vedeva la AEW con un roster migliore rispetto a quello dello show giallo targato WWE. Oggi, però, voglio discutere con voi di un altro tema che, ovviamente, ha sempre come protagonisti NXT e AEW ed, inoltre, penso che anche questo sia stato un argomento di cui se ne è parlato abbondantemente sin da ottobre. Come si può leggere dal titolo, oggi voglio soffermarmi su chi tra NXT ed AEW offre il miglior prodotto da guardare, ma non solo. Dunque, senza ulteriori giri di parole, cominciamo!

NXT

Prima di iniziare, piccola precisazione: le miei opinioni saranno suddivise in due parti, una riguardante NXT (che è questa) e una per la AEW. Adesso, però, concentriamoci sullo show giallo che ormai da ottobre va in onda su USA Network live, per ben due ore. E già questa, come si nota da tempo, credo sia una mossa molto importante da parte della WWE, o meglio degli esponenti massimi che considerano NXT, ormai, al pari di Raw e Smackdown. A capo di tutto, lo sappiamo, c’è il buon vecchio Triple H che ci ha abituato fin troppo bene con l’altissima qualità dei suoi show. Dunque, NXT era, è e credo che sarà per molto tempo il miglior prodotto “made WWE”. Sin dal debutto su USA Network, lo show giallo mi ha sempre divertito: le storyline sono piacevoli, alcune ti prendono poco altre invece non fanno altro che entrare nella nostra testa e farci pensare continuamente a cosa accadrà dopo; la qualità del lottato non si discute, abbiamo sempre dei match fantastici; i promo, seppur “recitati” da ragazzi comunque giovani, sono ottimi (in questo contesto, come già detto nell’altro editoriale, credo che Velveteen Dream sia uno dei migliori); e infine, che dire degli “OMG Moment”, ad NXT abbiamo avuto tantissime sorprese negli ultimi mesi e fatemi dire che questo è un fattore chiave per rendere uno show di wrestling bello e coinvolgente (tra le tante sorprese, penso che la più affascinante sia stata il ritorno di Finn Balor nel primo episodio su USA Network). Tutto questo, si sa, ci porta sempre ai TakeOver. Dal debutto su USA Network, ci sono stati due TakeOver più Worlds Collide, senza ovviamente dimenticare la partecipazione di NXT a Survivor Series. Che cosa si può dire al riguardo: beh, si tratta di show che in fin dei conti si “mangiano” i vari PPV che vedono coinvolti Raw e Smackdown, ovviamente non sempre, ma nella maggior parte dei casi è così. Ragazzi la verità è che NXT, se si vuol essere pignoli, ha pochissimi difetti, ma in realtà è una goduria pazzesca.

AEW

Se per NXT l’aggettivo principale è stato “goduria pazzesca”, la AEW invece è una goduria. Vi starete chiedendo: “Ma cosa vuol dire questo pazzo (ironico ovviamente)?”. Come potete vedere, manca la parola “pazzesca” nel mio giudizio sul prodotto offerto dalla AEW. Sì, proprio così. Evidentemente c’è qualcosa non va, o meglio: la AEW ha qualche piccolo difetto. Mi spiego: Dynamite, sin dal debutto su TNT, ha offerto tantissime puntate di alta qualità, ma non sempre; a differenza di NXT, alcune volte, mi son ritrovato a guardare Dynamite e dopo un’ora, preso dalla noia, spegnevo il computer. Questo, ovviamente, non vuol dire che lo show offerto dalla AEW è scadente, anzi: a Jacksonville hanno dimostrato di avere molta lungimiranza e, nella programmazione a lungo termine tra storyline e costruzione dei vari personaggi (Hangman Page uno fra i tanti), ci sanno fare; la qualità del lottato è al pari di NXT, nulla da dire al riguardo; nei promo, invece, la AEW ha qualcosa in più rispetto allo show giallo, ma d’altronde con gente del calibro di Chris Jericho, Cody, MJF, Jon Moxley, Matt Hardy ecc. non penso si possa ottenere dei riscontri negativi, anzi; anche gli “OMG Moment” non sono mancati in questi primi mesi di Dynamite, la AEW ha saputo stupirci sin dall’inizio con tante belle sorprese, e come non ricordare i recenti debutti di Brodie Lee e Matt Hardy nonostante l’assenza dei fan. Sulla qualità dei PPV, però, ho trovato alcuni difetti. Da ottobre ad oggi abbiamo visto Full Gear e Revolution, due ottimi show, ma rispetto ai primi eventi e in particolare a Double or Nothing credo che sia mancata quella scintilla in grado di farmi alzare il tavolo senza mani (come dice il nostro caro Certified Y). Come si può notare, dunque, personalmente ritengo che la AEW abbia delle lacune da colmare nei suoi show, ma la strada è ancora lunga. A Jacksonville, l’avventura è appena cominciata.

Siamo giunti alla conclusione e la domanda adesso non può che essere: “NXT o AEW, chi offre il miglior prodotto?”. Risposta secca: NXT. Il sottoscritto ha detto la sua, ma adesso tocca a voi. Sono curioso di sapere se preferite il prodotto offerto da NXT oppure quello della AEW. Fatemelo sapere nei commenti. Non mi resta che salutarvi e darvi appuntamento alla prossima!

The following two tabs change content below.
Nicola Morisco
Sono un amante del wrestling da sempre. È una delle mie passioni preferite. Lunedì, mercoledì, venerdì e domenica mi diverto a guardare Raw, NXT, Smackdown e i vari PPV. Scrivo per Spazio Wrestling da più di un anno e mi occupo della sezione news/report e le varie rubriche AEW/NXT Predictions e The Debate.