IL PROTAGONISTA #1

WRESTLEMANIA 33, Ladder Match valevole per il WWE Raw Tag Team Championship, sul palco ci sono i New Day che annunciano a sorpresa un quarto team che prenderà parte al match, ma chi saranno? Chi? Chi? Chi? …oh my gooooood…”risuona la musica” degli HARDY BOYZ… che tornano in WWE dopo 8 anni di assenza.

Dalle urla dei 75.000 fan presenti all’Orlando Citrus Bowl si capisce che la sorpresa è di quelle davvero inaspettate, Jeff e Matt tornano infatti in WWE e nell’evento dell’anno e in un match valido per il titolo. Ma tra loro e la scala che li porterebbe al titolo ci sono altri tre team, che sicuramente non staranno a guardare: Il Club, Enzo&Cass e Sheamus&Cesaro.

Parte il match, molto veloce e intenso. Gli anni passano ma i fratelli Hardys sembrano non sentirli e via con il loro repertorio, Poetry in Motion e Whisper in the Wind!!! Il ring inizia, come previsto, a riempirsi di scale, anche il bordo ring ne è pieno, ma tra di esse lo spettacolo non manca; ad un certo punto Sheamus e Cesaro cadono su delle scale fuori dal ring, Jeff Hardy non si fa pregare, prende una scala altissima e la posiziona fuori dal ring!!! All’interno Matt Hardy, dalla cima della scala posta sotto le due cinture, esegue un Twist of Fate su Karl Anderson…Jeff Hardy con una Swanton Bomb vola su Sheamus e Cesaro…non resta che prendersi i titoli!!!Matt Hardy si rialza, sale la scale e…abbiamo i nuovi WWE Raw Tag Team Championship!!!

Qua ha inizio la nuova avventura dei fratelli Hardy nella federazione di Stamford.

Ripercorrendo la loro lunga carriera in WWE si annoverano diversi titoli vinti, sia di coppia, ma anche tanti altri personali vinti sia da Jeff, che da Matt. Tra le varie faide, quelle più importanti intraprese dai fratelli si ricordano quella con CM Punk da parte di Jeff (2009) e quella contro Edge da parte di Matt (2006). Nella Royal Rumble del 2009, Matt sconvolse il mondo WWE attaccando con una sedia proprio il fratello Jeff, nel match valido per il titolo WWE che lo vedeva contrapposto ad Edge. Questo Turn Heel di Matt, inaspettato, ma allo stesso tempo spettacolare vide iniziare una faida tra i fratelli Hardy che li portò ad un Extreme Rules match proprio a Wrestlemania 25, che vide Matt uscirne vincitore. Da li a poco il rapporto tra gli Hardy Boyz e la WWE iniziò ad inclinarsi, infatti ad agosto dello stesso anno Jeff abbandonò la federazione dopo aver perso un match contro CM Punk che vedeva in palio sia World Heavyweight Championship che il “posto di lavoro” (storyline). Matt invece abbandonò la WWE nell’ottobre del 2010 scontento dal suo ruolo nella federazione.

Dal 2010 in poi i fratelli Hardy approdarono in TNA, vincendo anche in questa federazione diversi titoli singoli che di coppia, senza tralasciare nemmeno diverse faide familiari. Nel marzo del 2017 siglano un breve contratto con la ROH; in questo breve periodo vinceranno i ROH World Tag Team Championship, per poi perderlo a pochi giorni da Wrestlemania33.

In questo primo mese in WWE, gli Hardyz hanno difeso con successo i titoli contro Luke Gallows e Karl Anderson nella puntata di RAW Post-Wrestlemania. Mentre a Payback, PPV del 30 aprile, li hanno difesi contro Sheamus&Cesaro, un altro team sicuramente non di basso livello. Il match è stato spettacolare e intenso, gli Hardy, come al solito, non ci hanno fatto annoiare e specialmente Jeff ha svolto un match senza sbavature; e dopo una Swanton Bomb su Sheamus, chiude il match conservando i titoli.

L’idea di dedicare questo primo editoriale del Protagonista agli Hardy Boyz non mi ha creato sicuramente nessun problema o indecisione. Il loro ritorno era aspettato da tempo, tutti noi fan aspettavamo di vedere all’opera uno dei team più importanti della storia della WWE, che si sono sempre contraddistinti nel modo di praticare la disciplina del wrestling e spero che anche voi lettori siate d’accordo.

Un saluto a tutti i lettori di spaziowrestling.it e appuntamento al prossimo mese per un editoriale che celebrerà una nuova superstar.

Lorenzo.

 

Comments

Commenta questo post