Report: Friday Night SmackDown 08-11-2019

Ciao amici di Spazio Wrestling, sono Nicola Tarantino e anche oggi sono qui per raccontarvi quello che accadrà in questa nuova puntata di Friday Night Smackdown. Oggi il roster blu fa tappa in Europa, in casa dell’Inghilterra, per sostenere il suo classico tour europeo di Novembre e l’odierno episodio dello show blu si terrà alla Shnu Arena di Manchester. Di anticipazioni ce ne sono tante: avremo il match tra Roman Reigns e King Corbin, posticipato a oggi per i problemi nel viaggio di ritorno dall’Arabia di 7 giorni fa, in cui il Big Dog cercherà di chiudere i conti col sovrano dopo che quest’ultimo ha attaccato Reigns durante una puntata di WWE Backstage su FS1; inoltre avremo il ritorno a Smackdown di Tyson Fury che, dopo la vittoria di Crown Jewel contro Strowman, avrà qualcosa da dire al mostro e vedremo se i due collideranno ancora l’uno contro l’altro; Avremo anche un match titolato dove i Revival metteranno in palio il titolo tag contro il New Day e infine avremo Sasha Banks ritornare in azione (non combatteva dalla sconfitta nell’ Hell in a Cell match) contro Nikki Cross. Detto ciò partiamo per questa nuova puntata.

La puntata inizia con un video che ricapitola le invasioni di NXT in quel di Smackdown la settimana precedente.

Il primo a presentarsi sullo stage è Corbin che, arrivato sul ring, parla del fatto che alle Survivor Series si avrà la battaglia per la supremazia tra Raw, Smackdown e NXT. Dice che Roman dovrebbe vergognarsi perchè il colpevole dell’onta di settimana scorsa, in cui NXT ha umiliato lo show blu, è dell’assenza del suo leader, vale a dire proprio lui, dato tutti i risultati accumulati in carriera. Invece il Big Dog ha preferito restare a casa con la famiglia fregandosene di ciò, per questo Corbin non lo reputa ciò che Roman dice di essere, in quanto dice che è un uomo senza palle. Dice che il verso del cane che appare sul titantron è quello di un Chihuahua, con tanto di abbaio in arena per prenderlo in giro. Al termine invita Reigns a comparire, ma poi dice che lui non è qui perchè è da qualche altra parte a fare qualche sorpresa ai bambini di qualche associazione, ma continua dicendo che lascerà al pubblico di Manchester un ricordo del Big Dog, cioè un sacchetto per raccogliere i bisogni, riferendosi sempre al cane che lo simboleggia sul titantron durante la sua entrata.

Nel backstage Kayla Braxton incrocia il New Day, intervistati prima del loro match per i titoli di coppia contro i Revival. Dicono di aver ricevuto un messaggio di auguri da Xavier e che, nonostante i Revival siano un ottimo tag team, loro sono qui a Manchester per diventare per la settima volta campioni di coppia. La vittoria sarà dedicata ovviamente al loro partner infortunato.

MATCH FOR SMACKDOWN TAG TIME CHAMPION: REVIVAL(c) VS NEW DAY

Il match inizia con Kofi e Dawson sul ring che procedono con vari tentativi di Roll Up chiusi da un pugno di Dawson, che da il tag a Wilder. Quest’ultimo va con varie Chop ma Kofi lo porta al suo angolo e da il tag a Big E che esegue una manovra combinata col compagno ottenendo un 2. Wilder prova un salto ma sembra infortunarsi alla gamba e l’arbitro per sincerarsi delle condizioni ferma il match. Dopo la pubblicità vediamo Kofi in controllo respingere gli attacchi di entrambi che, finiti fuori dal ring, sono bersaglio di un Suicide Dive del ghanese. Poi Kofi va sul paletto ed esegue un Crossbody su Dawson, ma poi Wilder lo distrae permettendo al suo compagno di dargli il tag, per poi eseguire una combo Superplex e Splash dal paletto con schienamento di Wilder, che ottiene solo un 2. Entra Big E per aiutare il suo alleato, però viene subito atterrato da una DDT di Wilder, permettendo però a Kofi di eseguire una SOS ottenendo ancora un 2. Big E riceve il tag ma, durante una presa con Wilder, non vede il tag di Dawson alle sue spalle, subendo poi una combo Uppercut più German ma è 2. Rinviene a questo punto Kofi che, dopo aver buttato giù Dawson con un Missil Drop Kick per evitare che i Revival possano connettere la Shadow Machine, da il tag e connette la Trouble in Paradise, con Wilder sorretto da Big E, e portando a casa i titoli per la settima volta.

VITTORIA E NUOVI CAMPIONI DI COPPIA: NEW DAY

Daniel Bryan viene fermato negli spogliatoi da Sami Zayn che gli ricorda della proposta fattagli alcune puntate fa, cioè di allearsi con lui. Non avendo ricevuto risposta cerca di convincerlo dicendogli che lui può aiutarlo nel suo futuro e per questo cita esempi come quelli di Nakamura e Cesaro che, a suo dire, sono riusciti ad ottenere risultati importanti al suo fianco. Infine lo invita a presenziare a bordo ring per il match di coppia di stasera dei suoi assistiti contro Shorty G e Alì.

Si presentano gli Heavy Machinery sul ring ma qui sono aggrediti dall’Imperium. Quindi il roster giallo colpisce ancora ma in aiuto di Otis e Tucker intervengono i neo campioni del New day ed altre superstar di Smackdown e quelli dell’Imperium decidono di battere in ritirata tra il pubblico.

Nel backstage Kayla intervista Bayley e Sasha e la prima ricorda della sua vittoria di settimana scorsa con Nikki. Kayla chiede allora del post match, con l’attacco subito dalla Baszler, e Sasha risponde che da quando se ne sono andate lei e Bayley la divisione femminile di NXT non è più la stessa di prima. Bayley chiosa dicendo che lei è l’unica donna ad aver vinto tutti i titoli femminili in WWE perciò non deve temere nessuno per le Series.

TAG TEAM MATCH: ALì E SHORTY G VS NAKAMURA E CESARO

Arriva Daniel ad assistere al match dallo stage. Inizia subito Cesaro che prende Shorty e lo porta al suo angolo dando il tag a Nakamura, che lo pesta. Ancora tag a Cesaro ma Shorty si libera e da il tag ad Alì che in serie colpisce Cesaro con una Head Scissor, DDT tra le corde e Tornado DDT. Prova un conteggio ma arriva Naka con un calcio a interrompere il conteggio e allora Shorty interviene gettandolo fuori dal ring con un Belly to Belly sopra le corde. Prova poi un Suicide Dive ma viene intercettato da Cesaro che lo colpisce con un Uppercut al volo dopo averlo sollevato. Subentra Alì che getta fuori Cesaro e lo colpisce con un Suicide Dive, poi lo rimette sul ring e vi si getta addosso, ma lo svizzero lo prende al volo e gli esegue una Backbreaker. Entra Nakamura e impartisce ad Alì un Reversal Exploder ed è pronto per la Kinshasa ma Alì la intercetta con un Superkick. A questo punto Zayn distrae l’arbitro e permette a Cesaro di colpire Alì e quindi il giapponese connette la Kinshasa vincente.

VITTORIA PER SCHIENAMENTO: NAKAMURA E CESARO

Dopo il match Sami invita Bryan a salire per raggiungerlo sul ring ma Daniel preferisce rientrare negli spogliatoi.

SINGLE MATCH: SASHA BANKS VS NIKKI CROSS

Sasha attacca Nikki all’angolo e poi esegue un Suplex, poi ancora con una Meteora ma è 2. Nikki reagisce con una Head Scissor seguito da un Crossbody al tappeto. Butta poi fuori dal ring Sasha verso i commentatori e la colpisce con un Crossbody dall’apron. Poi si butta su Bayley aggredendola. Riporta Sasha sul ring ma viene bloccata da Bayley sull’apron ai piedi senza farsi vedere e la Banks la colpisce con un calcio. Dopo la pubblicità Sasha è in controllo del match con calci e For Arm all’angolo ma da qui Nikki si libera con un Tornado DDT dal paletto. Si carica e colpisce la Banks con vari For Arm per poi gettarsi dal paletto con un Crossbody, ma questo viene ribaltato da un Roll Up, che viene seguito da altri. Al termine la sequenza si chiude col Backstatement e Nikki cede.

VITTORIA PER SCHIENAMENTO: SASHA BANKS

Dopo il match, come settimana scorsa, dal pubblico arriva Shayna che attacca Bayley, lasciata da sola sul ring da Sasha, che rinviene poi troppo tardi per aiutarla.

Nello spogliatoio vediamo ancora Zayn con Bryan che tenta di convincerlo ad allearsi con lui, insistendo sul fatto che vede Daniel triste per gli ultimi risultati e sul fatto che il pubblico voglia vedere il vecchio Bryan col suo Yes Movement. Ma all’improvviso si spengono le luci, che poi si riaccendono rosse, e alle spalle dell’ American Dragon compare il Fiend, che lo atterra con la Mandible Clow, urlando in maniera sinistra.

Nel ring si presenta Tyson Fury che, dopo aver elencato le sue vittorie in giro per il mondo nella boxe, si sofferma su quella ottenuta con Strowman in Arabia, affermando di avere un affare in sospeso con lui e lo invia sul ring. Braun arriva e il Gypsy King dice di aver apprezzato l’opportunità che gli ha dato di combattere in WWE e gli porge la mano. Strowman accetta ma a interromperli arrivano quelli del B Team ad insultarli per questa finta pace. Allora Strowman li aggredisce atterrandoli fuori ring con una spallata su entrambi. Poi li getta sul ring, con Bo vittima del pugno di Fury e Axel vittima della Powerslam di Braun. I due poi lasciano insieme il ring segnando la pace.

TAG TEAM MATCH: FIRE E DESIRE VS DANA BROOKE VS CARMELLA

Iniziano il match Carmella e Sonia con una Clothesline di Sonia. Poi Carmella prova un Roll Up su Sonia ma é 2, seguito poi da un Head Scissor. Ma Sonia si alza e la porta al suo angolo dando il tag a Mandy, che la pesta all’angolo. Poi esegue un Followay Slam su Carmella ma è ancora conto di 2. Ancora tag per Sonia che blocca Carmella a terra con una Body Scissor, ma Carmella si libera e da il tag a Dana che connette un Back Elbow all’angolo seguito da un Bulldog provando un conteggio, bloccato però da Mandy. Carmella la allontana dal ring con un Superkick e Dana sale sul paletto per eseguire una Saempton, vincendo il match. Con questa vittoria le due avranno l’opportunità di rappresentare il team femminile di Smackdown nel match a eliminazione delle Survivor Series.

VITTORIA PER SCHIENAMENTO:DANA BROOKE E CARMELLA

SINGLE MATCH:KING CORBIN VS ROMAN REIGNS

A match non ancora iniziato Roman butta Corbin fuori ring con una Clothesline, per poi gettarlo prima sul tavolo di commento, poi sulle barricate e infine sul ring, dove il match ha inizio. Roman lo prende a pugni all’angolo ma il re ribalta la posizione. Reigns lo spinge giù e, dopo avergli impartito bracci tesi all’angolo, lo colpisce con un Big Boot e il re scivola giù dal ring. Reigns lo rimette dentro ma arrivano Dolph e Roode ad attaccarlo, ma Roman atterra entrambi con un Superman Punch e un Samoan Drop. Rientra nel ring ma è oggetto della Deep 6. Dopo la pubblicità Corbin è in controllo, con Ziggler e Roode rimasti a bordo ring. Corbin getta Roman fuori e, distraendo l’arbitro, permette ai due scagnozzi fuori di colpirlo. Roman viene gettato sulle barricate e poi sul ring, dove Reigns tenta una reazione con dei pugni, ma viene poi atterrato da una Clothesline. Corbin applica una sottomissione al tappeto ma il Big Dog si libera e, dopo uno scambio di colpi tra i due, va con dei Clotheslines, dove però al terzo viene preso al volo e fatto oggetto di una Chokeslame che vale però solo un conto di 2. Il re con altri pugni lo tiene a bada, invitandolo a rialzarsi, ma Roman reagisce gettando Corbin sulla terza corda e atterrandolo poi con un braccio teso in salto. A questo punto prova il Superman Punch ma Roode distrae l’arbitro permettendo così a Ziggler di fermarlo per i capelli. Reigns però si libera e colpisce prima Roode sull’apron con un Superman Punch e poi Dolph con una Spear sul ring. Ma alle spalle arriva Corbin che connette la sua End of Days per il tre vincente.

VITTORIA PER SCHIENAMENTO: KING CORBIN

Si chiude così questa puntata di Smackdown che  ha offerto alcuni spunti interessanti, come le continue invasioni da parte del roster di NXT e soprattutto l’aggressione del Fiend su Bryan, che potrebbe far pensare a una rivalità imminente tra i due. Anche l’appuntamento di oggi termina qui e noi saremo ancora qui settimana prossima per un nuovo episodio. A venerdì prossimo, sempre qui su Spazio Wrestling.

 

 

 

The following two tabs change content below.
Nicola Tarantino

Nicola Tarantino

Sono un super appassionato di wrestling e videogiochi. Ho tutti i giochi della WWE della PS1 alla PS4. Mi sono avvicinato al wrestling nel 99 quando all'età di 5 anni mio cugino mi passò alcune VHS di alcuni ppv di wrestling. Scrivo per il sito di SpazioWrestling.it i report di Friday Night Smackdown.
Nicola Tarantino

Ultimi post di Nicola Tarantino (vedi tutti)