Steve Austin: “Ecco perchè ho bevuto così tanta birra a WrestleMania 38”


Durante l’ultimo episodio del BrewBound Podcast, Steve Austin ha parlato di com’è stato poter bere la propria birra a WrestleMania 38.

La nuova Broken Skull Lager è stata messa non poco in esposizione durante entrambe le sere di WrestleMania e Steve è molto soddisfatto di questo risultato.

“Ho bevuto qualsiasi tipo di birra in passato. Ho bevuto birra per tutta la vita e non ne parlo mai da un punto di vista tecnico della birra. Ma abbiamo sempre dato un po’ di fastidio a tutte le altre marche usando la loro birra negli show. Quindi, andare là fuori e bere la nostra birra è stato molto soddisfacente”.

Durante la sua carriera, Steve Austin ha bevuto una varietà di birre in televisione. Tuttavia, non ha mai avuto una vera e propria sponsorizzazione per questo, ma non per mancanza di tentativi, anzi. L’Hall Of Famer confessa che a un certo punto lui e la WWE si sono rivolti a un produttore di birra, ma non erano interessati ad averlo come testimonial.

“Beh, era un’opzione valida, in realtà abbiamo lanciato un’azienda di birra e non farò il loro nome. Ma ne abbiamo tutti sentito parlare e sono molto popolari. Penso solo che fosse dovuto al fatto che il mio personaggio fosse molto aggressivo e forse un po’ controverso. Mia madre mi diceva: “Steven, se eri in TV da bambino, non ti darei la possibilità di guardarti”.

“Sono dell’idea che quello che ho fatto e rappresentato nell’attitude era è stato molto all’avanguardia. Quindi, semplicemente non penso di essere stata la persona giusta da prendere in considerazione come modello di riferimento in quel momento”.

Steve Austin ha poi parlato del motivo per cui ha continuato a bere così tanta birra durante il suo match contro Kevin Owens.

“Amico, sono stato via per così tanto tempo, 19 anni. Continuavo a chiedere quelle birre, non per pubblicizzarle gratuitamente, ma perché ne avevo davvero voglia”.

“Quindi, ogni volta che avevo bisogno di una boccata d’aria, o semplicemente avevo bisogno di bagnarmi la bocca, chiamavo il mio ragazzo della birra per farmi lanciare una birra. Chiunque abbia visto quell’incontro sapeva che di certo non avremmo avuto un incontro tecnico. Si aspettavano una scazzottata ed è esattamente quello che è stato”.

FONTE: RINGSIDENEWS.COM